Set 11 2013

il raspellino-sedici 11 09 2013

Published by at 8:34 am under golosità,Striscia La Provincia

IL RASPELLINO – SEDICI
Non si finisce mai di imparare da Zanolli Pennadoro Vittoriano, uom di multiforme ingegno l’avrebbe definito Pindemonte, avesse goduto la fortuna di vivere al suo tempo. Sentite le sfaccettature, che pochi sarebbero in grado di cogliere, pagina 107 della Grandiosa Guida 2005 ai migliori 200 ristoranti della provincia di Cremona: “L’avvio, lo scorso aprile, è stato subito in discesa: ai primi piatti sono stati affiancati i secondi.”
Il concetto di gara, possibile e naturale anche all’interno del ristorante!
Appena sotto: “La carta è ricca e invitante.” E subito il guanto di sfida, cronometro alla mano: “I secondi spaziano dal veloce vitello tonnato al vitello in carpaccio con rucola e grana.” Il primo vitello, non lascia dubbi Pennadoro, vince la sfida, rucola e grana appesantiscono più della salsa tonnata.
Coi numeri invece Pennadoro ha una lunga esperienza, come dire? di negatività. Ecco il locale dopo, pagina 109: “Un avamposto campano nel cuore di Cremona, una roccaforte della cultura culinaria mediterranea.” Voto alla cucina 11/20, cioè un cinque e mezzo, se ti impegni posso darti una spintarella….
Ma la pagina dopo ancora, 111, in uno dei classici della città, Pennadoro si rifà la bocca: “E’ un locale sciccoso. L’ospitalità è sacra. Qui il cliente viene per puro piacere. Entri e godi dell’atmosfera raffinata, dell’arredo studiato in ogni dettaglio, delle poltroncine e del servizio. Inappuntabile.”
Negli altri 199 locali della Guida il cliente viene per puro piacere di affliggersi, l’arredamento manca dell’atmosfera raffinata, anzi è una stalla, e il titolare mostra senza fronzoli a chiunque entri la propria insofferenza….
Così è, se ci piace!

Cremona 11 09 2013 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.