Ago 04 2013

tra il dire e il fare 04 08 2013

Published by at 5:08 pm under cronaca nazionale,Giudici

TRA IL DIRE E IL FARE
Berlusconi è un po’ come la vecchia democrazia cristiana: chi dà spaccio di intelligenza non può amarlo. Per giunta è ricchissimo…..
Ecco come lo spaccia Beppe Severgnini sul Corriere di oggi: “Il potere giudiziario, da Washington a Londra, da Berlino a Tokyo, è considerato l’arbitro della vita civile. Un arbitro discusso e discutibile: ma comunque l’arbitro. E se tre arbitri, uno dopo l’altro, decidono che una persona è colpevole, significa colpevolezza: il giudizio umano, oltre, non può andare. Le nostra diatribe italiane sull’accanimento giudiziario risultano incomprensibili eccetera.”
Incomprensibili, certo, ma Severgnini, sarò buono: dimentica! che per non saper né leggere né scrivere le grandi imprese di Washington come di Londra, di Berlino come di Tokyo, piuttosto di correre il rischio d’aver a che fare coi nostri giudici investono anche in Turchia…….

Ceriana 04 08 2013 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.