Mag 15 2013

la vite nella roccia 15 05 2013

Published by at 7:12 am under Striscia La Provincia

LA VITE NELLA ROCCIA
Altro che la spada, destinata com’è a soppiantare il pesce vivo servito in tavola a temperatura ambiente! E’ l’ultima prodezza, sabato scorso, di Zanolli Vittoriano, direttore eccetera della Provincia quotidiano eccetera. L’articolo, su Più, non è firmato, per cui a norma di legge s’ha da attribuire a lui, anche perché non credo che Maresa Bisozzi, conosco la sua enoteca in Dolceacqua, e Patrizia Signorini, a Cremona la conoscono tutti gli appassionati di vino, quello buono, che senz’altro hanno presentato alcuni ottimi esemplari di Rossese, abbiano mai pensato, e ancor meno detto a clienti e amici, che le vigne sono piantate nella roccia, dove affondano le radici alla ricerca di acqua e nutrimento, neanche se avessero bevuto più vino di quello contenuto nelle bottiglie….
Che dire alle due signore? Ricordano l’avviso: chi tocca i fili muore? Ecco, si regolino nei futuri rapporti con tanto intenditore, il pezzo, con foto in evidenza, loro, anche se non firmato, lo ripeto, sembra scritto su loro ispirazione.
Che dire all’editore, Piva Antonio, nella sua qualità di presidente della Libera associazione agricoltori di Cremona? Che stando al suo giornale a Cremona altro che agricoltura all’avanguardia: avvveniristica!

Cremona 15 05 2013 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

One Response to “la vite nella roccia 15 05 2013”

  1. danielaon 15 Mag 2013 at 2:27 pm

    Perché, in caso di suicidi, i cronisti a volte scrivono “non si conosce il motivo”?
    Ma cosa gliene frega, a loro, del motivo per cui uno si toglie la vita?
    E anche se familiari, parenti, conoscenti, vicini di casa, ecc. lo sapessero, perché dovrebbero andare a dirlo ai giornalisti?

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.