Mag 08 2013

una gran giornata 08 05 2013

Published by at 7:55 am under Striscia La Provincia

UNA GRAN GIORNATA
La Provincia di ieri mi ha emozionato. Subito al centro della prima pagina:
Rincari per la sosta – Il commercio fa muro
I cittadini, sottinteso, gioiscono per l’aumento delle tariffe, ch’eran già tra le più care d’Italia. All’interno la spiegazione, garantita Provincia, sono vietate le imitazioni:
Stangata per rifondare Saba
Dalle loro parti, rifondere e rifondare hanno il medesimo significato.
Pagina delle lettere, la più significativa è incorniciata nel “Caso”, è uno che si lamenta: sabato gli autonomi di Bini mi imbrattano il muro, li affronto, per poco mi menano. Eccolo consolato: “Sono contento che la situazione non sia precipitata e che lei non abbia riportato danni. Peraltro, resto convinto che se la tensione fosse salita ulteriormente con la sua incolumità messa a rischio, le forze dell’ordine sarebbero intervenute in maniera decisa. Gli equilibri della piazza sono sempre delicati e la polizia, per lo più, è ben preparata a eventi come quello da lei descritto.” In parole povere, se lo menano davvero, chiamano subito l’ambulanza.
E a questo proposito, la Provincia ben volentieri ospita la versione degli autonomi: “E’ gravissimo che sia stata concessa l’autorizzazione a Casa Pound Cremona di diventare un circolo culturale, cercando di nascondere la natura violenta che caratterizza questa organizzazione.” Loro scrivono così….. La pagina in realtà è dedicata all’incontro tra il sindaco e il questore, con intermezzi di altri politici: è da considerare illegale un corteo che occupa il centro, composto da ceffi in manganello e casco, e vernice a personalizzare i muri delle vie principali? Che si erano allenati il 25 Aprile in piazza Duomo oscurando il palco degli oratori e impedendo di parlare?
Immagino la conclusione: in ginocchio da Sua Eccellenza QuattroCognomi, rappresentante del Governo in città, per chiedergli di organizzare, dopo quello famoso sul Bon Ton, un corso che insegni alla Polizia a pulire i muri, dopo il passaggio dei veri padroni.
E’ morto Andreotti, e si fatica a credere abbia trovato il tempo. Torchio Giuseppe garantisce che lavorava addirittura più di lui ai tempi d’oro: 18-20 ore al giorno!
E mi fermo alla cronaca di Cremona. De Bona e l’addio al Festival: solo ragioni economiche. Nel testo una tirata d’orecchie: non ha ancora pagato a PubliA il contributo di 100mila euro del 2012. Dev’esser per questo che la Finanza è venuta a controllare i conti….

Cremona 08 05 2013 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

One Response to “una gran giornata 08 05 2013”

  1. danielaon 08 Mag 2013 at 3:40 pm

    I commercianti hanno da ridire perché i posti auto in alcune vie del centro sono perennemente occupati dai residenti: mi pare ovvio.
    Perché i posti auto dovrebbero essere occupati dai visitatori e i residenti dovrebbero andare al Massarotti? Casomai dovrebbe essere il contrario.
    Oltre al fatto che, mentre i residenti che abitano in centro hanno tutto il diritto di poter arrivare fino a casa loro con l’auto, i visitatori possono anche usare mezzi alternativi.
    Se aumenta il costo del parcheggio (su questa decisione sono d’accordo), chissà che questo non diventi un incentivo, per certi cittadini, a usare mezzi alternativi all’auto…
    La pista per quelli che usano lo skateboard verrà spostata dal parco della scuola Bissolati al Parco al Po, vicino ai campi da tennis comunali; non mi è chiara una roba: dove la faranno, di preciso?
    La Bmx sta per realizzare il progetto di una nuova struttura sportiva: quanto sarà grande, questa struttura?
    Faccio queste domande, perché:
    1) dalle parti dei campi da tennis comunali, della piscina comunale e del bocciodromo c’è lo spazio che a giugno viene utilizzato dalle giostre: non si intende togliere lo spazio ai giostrai…vero?
    2) davanti a piscina e bocciodromo c’è il parcheggio, mi sembra.
    3) poco più in là c’è la pista ciclabile, quella vicino all’argine maestro.
    4) per il resto il Parco al Po è un polmone verde, forse l’ultimo rimasto a Cremona e per me deve rimanere tale, senza costruirci strutture sportive o robe simili.

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.