Mar 27 2013

non nominare 27 03 2013

Published by at 8:29 am under cronaca nazionale,Giudici

NON NOMINARE IL NOME DI DIO INVANO
E in effetti Pietro Grasso il nome di Caselli Gian Carlo non l’ha fatto. E però nella importante trasmissione che ormai gli conviene ha detto che ci sono stati dei processi che hanno certamente portato all’arresto di imputati che poi sono finiti con assoluzioni, spiegando di essere contrario a certe inchieste spettacolari che distruggono carriere politiche ma finiscono in un nulla di fatto e, tra l’altro, portano alle ritorsioni contro i magistrati, e alle controriforme che danneggiano il sistema.
Di conseguenza il Procuratore Caselli Gian Carlo, continua La Stampa on line, si è riconosciuto come il bersaglio delle parole che il neo presidente del Senato, durante la trasmissione Tv Piazza Pulita, ha pronunciato contro le inchieste condotte come una gogna pubblica.
Che poteva fare Caselli Gian Carlo, legittimista convinto? ha scritto al Consiglio superiore della magistratura, nella persona del vice presidente Michele Vietti, chiedendo di essere adeguatamente tutelato da quelle che ritiene accuse e allusioni suggestive.
La prova? Marcello Dell’Utri è stato condannato per mafia a sette anni, una sentenza relativa a un procedimento avviato dalla Procura di Palermo quando lui ne era a capo!
Caselli Gian Carlo avrà sempre ragione, ma fa venire il dubbio che la scorta perenne che lo segue da anni non sia tanto per difenderlo, quanto per impedirgli di avvicinare gli altri e toglier loro il fiato con le sue ragioni!

Cremona 27 03 2013 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.