Gen 17 2013

no watergate 17 01 2013

Published by at 8:26 am under cronaca nazionale,Giudici

NO WATERGATE
Se Berlusconi dice che tutto è politica, Corte Costituzionale compresa, scandalo, se gli scandalizzati scrivono, come tale De Siervo Ugo, già presidente della Corte e poi pensionato doratissimo, sulla Stampa del 16:
“Da tutto ciò deriva che se organi giudiziari vengono casualmente in possesso di conversazioni del Presidente della Repubblica, non devono portare a ulteriore conseguenza la lesione involontariamente recata alla sfera di riservatezza costituzionalmente protetta, eccetera, devono distruggere tutto.”
non è scelta politica, è raffinata interpretazione giuridica. Perché, sostengono gli scandalizzati perpetui, il 90 della Costituzione prevede: il Presidente della Repubblica non è responsabile degli atti compiuti nell’esercizio delle sue funzioni, tranne che per alto tradimento o per attentato alla Costituzione.
Mi son già chiesto più volte come siano da interpretare l’alto tradimento o l’attentato, e scherzo come a stregua di scandalizzati perenni alla De Siervo sia impossibile che un Presidente sgozzi la moglie, dato che secondo loro è vietato indagarli.
Una sola domanda, i De Siervo li leggo solo se mi capita di sfogliare un giornale e l’argomento mi interessa, ma senz’altro avranno nelle loro opere straelogiato il Watergate: stando alla loro dottrina, un Watergate italiano non ha mai la possibilità di realizzarsi.

Cremona 17 01 2013 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.