Set 21 2012

il genio dell’occidente 21 09 2012

Published by at 7:23 am under costume,cronaca nazionale

IL GENIO DELL’OCCIDENTE
Uno dei tanti, Gian Enrico Rusconi, sulla Stampa in carta di ieri, titolo:
Ma il dileggio non è libertà
“Siamo dinanzi ad uno scontro di civiltà mediatico, nelle sue radici, che ci prende di sorpresa. Suona patetica l’affermazione del primo ministro francese Jean Marc Ayrault: se veramente delle persone si sentono offese nelle loro convinzioni e pensano che sono stati calpestati dei diritti, possono rivolgersi ai tribunali.. Con questo argomento il ministro ritiene di rendere non solo legittima ma efficace l’ordinanza che proibisce di manifestare a Parigi contro il film ritenuto anti islamico. Ma li vedete voi gli scandalizzati o scalmanati islamici/islamisti che fanno deferente istanza alla magistratura? Eccetera.”
Eccetera che dalle righe sopra è facile immaginare: l’Occidente si guardi bene dall’esprimere alcunché possa non aggradare l’Islam, che se ne frega delle nostre leggi e sarebbe capace di disturbarci l’aperitivo. In attesa, andando avanti così, come la Storia insegna, che ci disturbi ben altro.
Ecco la riflessione cardine di Rusconi: “Senza saggezza, la libertà di espressione e di satira da un lato e il diritto al rispetto all’integrità del proprio credo religioso dall’altro, entrano in collisione portando diritto al sempre scongiurato scontro di civiltà.” Sembra di sentirlo, il Rusconi avvocato del diavolo battersi a Stoccolma contro l’assegnazione del Nobel a Fo Dario, autore di quel testo di rispetto alla religione cristiana che si chiama”Mistero buffo”……
“Il sistema mediatico, ormai fuori da ogni controllo e autocontrollo, sta minando la civiltà della comunicazione di cui siamo (stati) tanto fieri. Se si segue la strada aperta dal film anti islamico di cui si parla , entriamo definitivamente nell’età della inciviltà della comunicazione.” Amante della tradizione, il nostro, visto l’esplicito richiamo all’Index librorum prohibitorum di Vaticana memoria……….
La battutaccia, al solito. Seguendo i Rusconi, Kate e i reali inglesi non dovevano rivolgersi alla magistratura per le foto rubate alla loro intimità, nel chiuso della loro casa: possedendo ancora una delle migliori flotte del mondo dovevano spedire in Provenza le cannoniere!

Cremona 21 09 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.