Set 20 2012

il paese dei lumi 20 09 2012

Published by at 8:16 am under politica internazionale

IL PAESE DEI LUMI
La spocchiosa e sciovinista Francia sta mostrando al mondo la faccia e il cuore di un Paese civile: è il nostro Governo, sono i nostri Tribunali a decidere e controllare le regole di Francia. Non certo le vampate d’intolleranza di un Bin Laden o discepoli. Quindi si proiettano film e si stampano giornali secondo la legge francese, alla quale ogni cittadino del mondo può rivolgersi. Un segnale fortissimo: nella Patria della Révolution 1789, vietata una manifestazione contro il film maledetto. Divieto che, son certo, non c’è mai per manifestazioni d’altro tipo. Unica prudenza: chiuse per qualche giorno scuole e ambasciate nei paesi più a rischio.
Il resto del grande Occidente invece cede: al proprio interno, piccolo spazio per adesso, comanda la legge islamica. Con l’ipocrisia che inganna solo gli analfabeti: è lecito scorticare chiunque (la bestemmia da tempo non è più un reato, ma insultare il vicino di casa sì), tranne sfiorare ciò che il fondamentalismo non vuole.
I sapientoni del dopo, per molto tempo hanno criticato la vecchia Europa. Invece di bloccare subito le prepotenze di Hitler, ha sempre ceduto, e si è ribellata solo quando Hitler ha avuto il modo di crearsi una forza militare tremenda.
Il buon vecchio, caro Reagan, nonostante Scalfari e i suoi soldatini lo effigiassero sempre da cowboy con gli speroni, aveva capito e applicato subito la lezione esatta col terrorista Gheddafi: una nutrita scarica di bombe, senza nemmeno sporcarsi, giù dall’aereo, e per trent’anni il già terrorista divenne il “nostro agente” a Tripoli.
I successori di Reagan, molto più intelligenti, hanno provveduto a farlo eliminare: le regole della convivenza esatta sono ben altre!

Cremona 20 09 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.