Set 15 2012

il talentuoso pivetti 15 09 2012

Published by at 7:27 am under cronaca cremonese

IL TALENTUOSO PIVETTI
A www.cremonaoggi.it sono prevenuti, se non in malafede: il sindaco di quasi tutti i cittadini rende famosa Cremona nel mondo dell’arte, e senza impegnarsi troppo, con un semplice: NO, paragonabile come effetti, speciali, a un: fiat lux, e loro ci scrivono sopra il solito servizio di critica……..
E poi, detto in soldoni, finanzia l’Arte, dai soldi al Torchio, e che ti capita: ti affibbiano un Apic che non te lo togli più fin che campi.

Cremona 15 09 2012 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

One Response to “il talentuoso pivetti 15 09 2012”

  1. danielaon 15 Set 2012 at 2:51 pm

    E pazienza per la mostra che è saltata!
    C’è il Comune che deve tagliare sulle divise dei Vigili e sui funerali ai poveri e ci sono quelli che si preoccupano per una mostra occasionale.
    Se proprio si vuole investire sulla cultura nonostante la crisi, si investano questi soldi nelle realtà locali, che ci sono sempre: teatri, cinema in città (NON la multisala all’ipercoop), ecc.; sembra sia salva la convenzione con la Società Filodrammatica: mi fa piacere.
    Certo, magari non era proprio il momento di rifare le pavimentazioni del centro: un conto è sistemare i sottoservizi, ma non si poteva aspettare per mettere la nuova pavimentazione? Tanto i sottoservizi ogni tanto vanno sistemati, si potevano mettere le pietre nuove la volta successiva.
    Se proprio si volevano usare quei soldi per qualche progetto, non potevano essere usati per sistemare via Dante? (qui sì, che c’era già il progetto pronto!).
    Altri settori, come il sito istituzionale o le politiche giovanili, direi che possono tranquillamente aspettare:
    – il sito del Comune in fondo mi sembra che vada bene;
    – i giovani possono trovare da soli i modi per trovarsi, senza concerti della Malika Ayane o altro: mi dispiacerebbe molto vedere che si taglia su disabili e anziani, che non hanno alternative e se hanno bisogno di assistenza non dovrebbero aspettare, ma non sui giovani che, ripeto, possono trovarsi da soli i motivi di svago…non sono bambini dell’asilo, non li si deve far giocare e divertire, ci possono pensare da soli e se hanno il cervello riescono a farlo senza fare danni agli altri.
    Altri settori che non dovrebbero venire dopo quello delle politiche giovanili (o della cultura), ma molto prima, sono quelli (per me) della sicurezza e dell’ambiente.

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.