Ago 21 2012

spacciatori di veleni 21 08 2012

Published by at 2:40 pm under costume,cronaca nazionale

SPACCIATORI DI VELENI
I benpensanti, specie quando si ritrovano nelle cene benefiche, una al trimestre per raccogliere cento euro a testa e donarli in eccetera, ma facendolo sapere ai giornali, il resto del trimestre lo passano a inculare il prossimo per qualcosa più di cento euro, non hanno dubbi: gli spacciatori di droga sono diavoli della morte, e una volta scoperti, non meritano pietà.
Lo spacciatore si difende: la do solo a chi la chiede, anche a certi benpensanti che amano più la coca della moglie, purché sia di qualità; poi, dai poeti maledetti a Goering a tanti artisti d’oggi, se non esageri…..
Maurizio Carbone, il nuovo segretario dell’Associazione nazionale magistrati, riprendo l’intervista alla Stampa del 13 agosto sul fattaccio Ilva Taranto: “è difficile negare che in questi anni le numerose indagini sono sfociate in complessi procedimenti definiti con sentenze di condanna. La situazione era nota ma a quanto pare non ci si è mossi abbastanza in fretta per rimediare.”
C’è tutto. Non si tratta di coca o ero che il cittadino sceglie o non: i veleni dell’inquinamento industriale ce li ingoiamo tutti, piaccia o meno. E il caso Ilva finisce in spettacolo perché grosso, ma quanti sindacucci del cazzo di paesini sperduti permettono al boss di zona, sotto gli occhi dei cittadini, di devastare il territorio comune?
Anche i grandi commentatori cadono, sarò buono, nell’equivoco: “la scelta purtroppo è tra occupazione e salute, è indispensabile trovare un punto d’incontro.”
No signori grandi commentatori, la scelta non è mai tra occupazione e salute: i sistemi di prevenzione ci sono, ma costano, e l’imprenditore delle cene benefiche, tra guadagnare di più o di meno, delle conseguenze se ne infischia. Con il tacito assenso delle eccellenze benefiche d’ogni luogo.

Cremona 21 08 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.