Ago 15 2012

pertinate continue 15 08 2012

Published by at 2:59 pm under cronaca nazionale

PERTINATE CONTINUE
Aveva dato il là Pertini. Dopo trent’anni passati comodamente alla Camera, quando sugli ottanta gli si offrì l’occasione di farsi eleggere dai mille colleghi presidente di tutti gli italiani, non se la fece sfuggire. Saldo sulla poltrona, cominciò a bacchettarli, sempre in nome e dalla parte del popolo. Una delle sceneggiate più famose fu quella del terremoto dell’Irpinia: perché sto Parlamento non si spiccia a mandare immediatamente i soccorsi?
L’unico Parlamento che diede in pochi mesi le case ai terremotati, d’Abruzzo, fu quello di Berlusconi, ma non si deve dire. Oppure che non è stato capace di ricostruire subito il centro dell’Aquila com’era prima. Anche se oggi non si parla più dell’uno come dell’altro……
E così il presidente di tutti gli italiani d’oggi, Napolitano Giorgio, cui preferisco di gran lunga il nostro Antonio Piva che, pur se a volte un po’ goffamente, fa solo ciò che i colleghi agricoltori gli hanno chiesto: rappresentare la categoria.
L’ultima del presidente di tutti eccetera, che deve distinguersi dal “boia” Monti, si raccomanda, e lo fa sapere al mondo, al Governo:
“che, pur dovendo tenere sotto controllo la spesa pubblica, si effettuino scelte equilibrate e socialmente sostenibili.”
Ora, il presidente di tutti eccetera, sa perfettamente che i soldi sono una cosa, la società e i bilanci un’altra. Anche se Monti depredasse ogni ricco non risolverebbe il problema, perché son troppo pochi, e l’unica possibilità pratica è togliere qualche migliaio di euro a tutte le famiglie. Anche prendesse il 50% a chi guadagna 200mila euro, passata la comprensibile rabbia, non sarebbe mai grave come togliere 2mila euro a chi ne guadagna trenta.
Quando si rivolge a noi in momenti tanto duri, il presidente di tutti eccetera, faccia come raccomanda lo stile inglese, parli del tempo.

Cremona 15 08 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.