Ago 06 2012

modestino mario 06 08 2012

Published by at 9:45 am under barzellette

MODESTINO MARIO
Senza mezzi termini il Professore a der Spiegel: resto fino al 2013 per salvare l’Italia. Dio mio. E’ che poi non si accontentano mai, dice l’esperienza. Londra, visto l’insuccesso nel nuoto, dopo molti anni zero medaglie, proviamo a buttarlo in acqua, magari fa il miracolo anche lì…..

Cremona 06 08 2012 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

One Response to “modestino mario 06 08 2012”

  1. danielaon 06 Ago 2012 at 2:06 pm

    Lui pensi a salvare l’Italia e non faccia la predica ai capi di governo “invitando” la Merkel a essere più flessibile perché, a suo dire, “in Italia sta crescendo un sentimento anti-tedesco”(ndr: sentimento dal quale è esclusa la sottoscritta)…se io fossi la Merkel risponderei a Monti che non mi importa un fico se alcuni Italiani stanno diventando anti-tedeschi, anche perché i tedeschi in generale hanno mostrato di sostenere il loro capo di governo anche per le misure che ha preso contro la crisi (inoltre, nonostante il rigore adottato, si vede che in Germania la crescita c’è stata lo stesso perché lì il tasso di disoccupazione è il più basso rispetto agli altri paesi).
    Perché la Merkel dovrebbe preoccuparsi dell’ipotetico sentimento anti-tedesco di alcuni italiani? Per me, giustamente, se ne fa un baffo.
    A proposito di misure contro la crisi: la Giunta Regionale delibera l’aumento del costo del biglietto, ma pare sia un aumento graduale; dice il rappresentante del comitato dei pendolari “siamo sempre alle solite, perché l’unica cosa che cambia è l’aumento delle tariffe senza dare riscontro alle promesse fatte nelle riunioni”…questo tizio si rende conto che l’alternativa avrebbe potuto essere il taglio delle corse?
    Vista la situazione ma tanta manna che c’è stato solo l’aumento del costo del biglietto e non anche i tagli dei treni (almeno per ora)!
    Tornando ai “sentimenti anti-qualcuno”, riporto un passaggio di una dichiarazione recente di Umberto Bossi: “siccome per fare una nazione serviva una lingua, il Re trovò un grande traditore, una canaglia, cioè Alessandro Manzoni”. Da simpatizzante leghista (anche se non voto Lega) mi dissocio da ‘sta roba che ha detto l’EX capo della Lega.
    Ha ribadito “non ci frega niente dell’Italia” e ha annunciato la pubblicazione di un dizionario della lingua padana…
    “Dizionario della lingua padana” e poi su certe loro magliette c’è una frase in inglese?? Perché invece di far stampare “Padania is not Italy” non aveva fatto stampare la frase con parole del suo presunto dizionario padano? Perché a questo dizionario non ci aveva pensato allora? Perché invece di far stampare la frase in inglese non l’aveva fatta stampare nei vari dialetti locali del nord Italia?

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.