Ago 06 2012

inciampo continuo 06 08 2012

Published by at 10:02 am under Striscia La Provincia

INCIAMPO CONTINUO
Non ho mai creduto che Zanolli Vittoriano, direttore della Provincia, quotidiano unico di Cremona per adesso al servizio dei lettori e se avanza qualcosa dell’Immenso e degli amici, fosse uomo senza idee: le ha, eccome se le ha. Il problema è che le realizza male.
Ricorderete la sua cima Coppi, la recensione del ristorante dove il pesce ve lo servono in tavola vivo, e a temperatura ambiente. E’ chiaro che dopo la mia critica, che ha regolarmente depositato in Tribunale a riprova della mia volontà diffamatoria, s’è accorto dell’errore: lui voleva semplicemente scrivere che il ristorante ha in bella vista una grande vasca col pesce che guizza, e il cliente indica quello che vuole sia ucciso e servito freschissimo, magari crudo, nel suo piatto. Purtroppo la realizzazione gli è venuta male.
L’inciampo m’è venuto alla mente leggendo il Punto di ieri, dove approfitta della morte di Renato Nicolini, grandissimo assessore al divertimento di Roma trent’anni fa, per dare la solita bastonata urbi et orbi.
Citiamolo.
“Il dissacratore Nicolini contribuì a liberare energia e creatività in tutto il Paese. Anche la bella addormentata Cremona si destò e concepì Recitarcantando….Si creò l’illusione che la proposta culturale di Cremona potesse reggere il confronto eccetera…..Sembrava che Cremona con la musica, Monteverdi, i violini, l’agroalimentare (meno male, s’è ricordato dell’editore, n.d.r.) e l’ottima qualità della vita riuscisse a imporre la propria immagine eccetera…..Di quegli anni ruggenti, finiti troppo presto, non restano che un pallido ricordo…..Nemmeno Renato Nicolini sarebbe riuscito nell’impresa titanica di svegliare Cremona, scuotendola dal suo storico torpore eccetera”
E per oltre metà della verifica scritta, giù botte da orbi sull’attuale amministrazione di Cremona, incapace di tutto in materia di spettacolo, turismo, cultura.
Accidenti. Qui siamo di nuovo al pesce vivo servito eccetera. Ma come diavolo fa, l’incerto Zanolli, a criticare il responsabile di etc, che altro non è che il sindaco Pivetti, che pur incontrerà spesso nei saloni del Quarto Lato di Piazza Duomo, a ricevere istruzioni assieme a lui! Ma s’è già dimenticato, lo Zanolli, che Pivetti ha appena affidato spettacoli turismo e cultura di tutta Cremona, con una dote aggiuntiva di 100mila euro, a PubliAEventi, società dell’arcipelago dell’Immenso, lasciando solo il cerimoniale a consiglieri assessori dirigenti e impiegati, quest’ultimi definiti a ripetizione buoni a quasi nulla?
Mi viene un dubbio: ma cos’è quest’ultimo Punto, la solita scarsa realizzazione dell’Idea o un inizio di insubordinazione?

Cremona 06 08 2012 www.flaminiocozzaglio.info

2 responses so far

2 Responses to “inciampo continuo 06 08 2012”

  1. danielaon 06 Ago 2012 at 3:43 pm

    Dall’editoriale di ieri: “Nicolini si sarebbe arreso alla condizione letargica voluta da quella parte di città che oggi insorge contro l’animazione serale del centro storico e minaccia azioni legali per disturbo della quiete pubblica”.
    E ancora: “…da noi si tratta solo di animare la breve estate cremonese con qualche serata musicale e iniziative estemporanee”; tenere la musica ad alto volume (anche se non è tardi) per me non è “animare la breve estate cremonese”…è disturbare.
    Non mi pare che per tutte le iniziative i residenti si lamentino: per “Le corde dell’anima” o “Bel canto sotto le stelle” non mi sembra di aver visto lettere di protesta.
    Dall’editoriale: “tutte le misure adottate si sono rivelate insufficienti agli occhi di chi vorrebbe un immenso dormitorio al posto di una città accogliente. I comitati dovrebbero dire se vogliono una città viva, che attira visitatori e turisti e invoglia i residenti a uscire perché è più piacevole una passeggiata in centro che all’outlet o al supermercato. O se preferiscono che a Cremona scatti il coprifuoco all’imbrunire”; per come la vedo io, è più accogliente una città dove non si tiene la musica “a palla” in occasione di qualche evento, non solo qui, anche nelle località balneari.
    Ma i visitatori e i turisti vengono a Cremona per i monumenti, chiese e musei o solo per gli eventi dov’è c’è della musica ad alto volume?
    Se uno deve passeggiare in centro tenendosi le mani sulle orecchie a causa del volume troppo alto non so quanto possa essere invogliato a uscire.
    Visto che non siamo in periodo di guerra o negli anni di piombo, non vedo perché debba esserci il coprifuoco all’imbrunire: si può passeggiare per il centro fino a tardi anche senza eventi particolari e soprattutto senza la musica ad alto volume.
    Ripeto: per le Corde dell’anima, per il Belcanto sotto le stelle (anche quando era a Palazzo Trecchi), per il concerto serale del 2 giugno non mi pare di aver letto di lamentele da parte dei residenti; quando a teatro c’è qualche spettacolo, le persone prima delle 22.30 in genere non escono…non ho mai letto da nessuna parte lamentele da parte dei residenti nei confronti di chi esce dal Ponchielli. E gli spettacoli a teatro non fanno parte anche loro delle iniziative in una città?
    Conclusione dell’editoriale: “ne riparleremo quando Bruce Springsteen e Paul McCartney terranno a Cremona il concerto che gli organizzatori hanno negato loro il 14 luglio, staccando i microfoni alle 23, mezz’ora dopo l’orario di chiusura concordato con le autorità londinesi”; intanto staccare i microfoni verso la fine del concerto perché avevano sforato l’orario per me non significa affatto “negare il concerto”, se l’orario di chiusura era quello le autorità londinesi hanno dimostrato che per loro le regole valgono per tutti, anche per i personaggi famosi.
    In Italia sarebbe accaduto questo? O, perché famosi, le regole per loro sarebbero state carta straccia?
    Ricordo 2 esempi che non c’entrano nulla con quanto scritto finora:
    1) a una coppia di genitori non famosi i giudici avevano imposto di cambiare il nome (Venerdì) al bambino perché ritenuto ridicolo, a John Elkann e alla moglie non avevano imposto nulla: “Venerdì” sarà anche un nome ridicolo, ma “Oceano” e “Vita”? La coppia Elkann ha anche un altro figlio: Leone;
    2) a una coppia di genitori non famosi un po’ in là con l’età i giudici avevano tolto la figlia di 16 mesi (fregandosene altamente dei sentimenti sia dei genitori che della bambina), alla cantante Gianna Nannini no, nonostante questa abbia quasi la stessa età della madre non famosa e nonostante la cresca (pare) da sola.
    “La legge è uguale per tutti”…col cavolo!
    Tornando a Cremona: da Cremonaoggi leggo che dopo che ragazzi e famiglie si sono coricati nel prato ai giardini pubblici poi in terra spuntano dei rifiuti: questi non sono certo i cani a lasciarli…
    Ancora da Cremonaoggi: riguardo alla chiusura dei negozi in centro, salata su il commissario leghista Borghesi in difesa dei commercianti dicendo “E’ inaccettabile constatare che un ricorso esasperato alle ZTL combinato con l’apertura di diversi cantieri sta producendo in questo momento forti penalizzazioni al commercio del centro storico. Pensiamo ad indennizzi per i commercianti penalizzati dalla presenza di cantieri”; i cantieri si aprono anche per sistemare i sottoservizi e per fare manutenzione alle strade.
    Borghesi: “In molti comuni inoltre i parcheggi a pagamento nei pressi del centro sono gratuiti per la prima mezzora, crediamo che questa misura possa essere applicata anche a Cremona, e che tale agevolazione possa essere estesa per tutto il sabato pomeriggio”; mettere i parcheggi gratuiti, secondo Borghesi, è un modo per incentivare i cittadini a non prendere su l’auto e usare i mezzi pubblici?

  2. danielaon 06 Ago 2012 at 3:59 pm

    Errata corrige: “salta su”, non “salata su”.
    Comincio a rimpiangere i tempi in cui si scriveva a mano e non con la tastiera…

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.