Lug 22 2012

ahimè 22 07 2012

Published by at 7:21 am under cronaca cremonese

AHIME’

Brutte nuove sul fronte dei pendolari del Cremona-Milano, se ho imparato a leggere le dichiarazioni dei politici. L’assessore regionale alla mobilità Raffaele Cattaneo vuole portare il 10% della popolazione lombarda, così scrive il Vascello di Antonio Leoni, nel giro di tre/cinque anni, a usare la bicicletta come principale mezzo di trasporto, a fronte della percentuale odierna del 3,5%.
Al suo fianco, di nuovo ahimè, un indizio fa mezza prova, la responsabile della Federazione italiana amici della bici (Fiab) Lombardia, Giulietta Pagliaccio…………

Cremona 22 07 2012 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

One Response to “ahimè 22 07 2012”

  1. danielaon 22 Lug 2012 at 2:03 pm

    A proposito di trasporti, sembra che potrebbe saltare l’autostrada Cremona-Mantova perché il traffico presente non è tale da giustificarla; letta così, per me c’è da essere contenti (eppure il Pdl non lo è): non viene costruita un’autostrada che avrebbe potuto incentivare i pendolari che usano quella linea ferroviaria a non andare più in treno e a prendere su l’auto…con le conseguenze che si potevano immaginare: traffico (anche con l’autostrada), Pm10 che non scendono, treni sempre meno usati e, di conseguenza, a rischio tagli (alla faccia di quelli che continuano a usare il treno), eccetera
    Perché con i soldi previsti per l’autostrada non si sono invece comprati treni per quella linea ferroviaria, come chiesto tempo fa da Legambiente?
    A proposito di treni, sembra che non sempre ci sia l’aria condizionata nelle carrozze: ma se vedono che non funziona, perché i pendolari non tirano giù il finestrino? Quando il treno è fermo in qualche stazione chiaramente fa caldo, ma quando è in movimento, data la velocità a cui viaggia, l’aria si sente eccome (anche se fuori fa caldo).

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.