Lug 06 2012

finalmente la giustizia trionfa 06 07 2012

Published by at 6:25 am under cronaca nazionale,Giudici

FINALMENTE LA GIUSTIZIA TRIONFA

E’ giusto che chiunque commetta un reato abbia ciò che la legge prevede, ma l’esultanza degli intellettuali di sinistra alla condanna definitiva dei poliziotti per i fatti del G8 del 2001 a Genova, mi fa ribrezzo. Non fraintendetemi, per favore: la condanna, dopo tre processi, è esatta. Ma i criminali veri non sono tra la forza pubblica, come, ripeto, l’esultanza degli intellettuali di sinistra lascia intendere.
Basta pensare alla santificazione di Giuliani, con tanto di dedica di un’aula del Parlamento, che se non fosse morto nel tentativo, avrebbe subito una condanna per tentato omicidio del carabiniere.
Ecco i titoli del Corriere on line, il giornale un tempo della borghesia illuminata di Milano:
DIAZ, CONDANNATI I VERTICI DELLA POLIZIA
UNA SENTENZA TERREMOTO
“Interdizione dai pubblici uffici, Polizia decapitata. Prescritti i reati di lesioni per gli agenti, confermate le condanne per falso nei confronti dei vertici della Polizia coinvolti nel pestaggio e negli arresti illegali dei no global alla scuola Diaz. Cosa fanno i 25 poliziotti condannati: alcuni di loro hanno fatto carriera e sono stati promossi.”
All’interno degli articoli la descrizione, millimetrica, dei “delinquenti”: non poteva mancare la condanna di Amnesty. Naturalmente non perdete tempo a cercare due righe sul perché i poliziotti, esagerando, sbagliando, infrangendo la legge, come si preferisce, picchiarono senza motivo alcuni pacifisti.

Cremona 06 07 2012 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

One Response to “finalmente la giustizia trionfa 06 07 2012”

  1. danielaon 06 Lug 2012 at 11:22 am

    Gli “intellettuali” di sinistra magari avrebbero esultato se, in caso di morte del Carabiniere, Giuliani fosse stato condannato a una pena lieve o se fosse riuscito a fuggire all’estero o a non farsi beccare.
    Piena solidarietà ai Poliziotti della Diaz: per me buona parte dei manifestanti se l’erano cercata.

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.