Giu 10 2012

terremotato con pretese 10 06 2012

Published by at 8:16 am under costume

TERREMOTATO CON PRETESE

Adesso ho capito perché Pirondini ha mandato una lettera sul terremoto a www.cremonaoggi.it: confessa d’avere una casa a Gonzaga, ritoccata, lui da buon italiano scrive: distrutta, e pretende che lo Stato gliela rifaccia in un mese. Coi nostri soldi.
Vediamo la faccenda nella sua complessità. Anzitutto la casa, non ci parli di genitori, eredità etc, è sua per gentile concessione dello Stato, e la prova è il continuo aumento, vertiginoso potrei dire, dell’Imu, della Tarsu, dell’Irpef, delle bollette etc, lì a dimostrare quanto il suo titolo di proprietario sia provvisorio. Comunque, per sua spontanea ammissione, lo Stato non si è dimenticato di lui, gli ha già richiesto l’anticipo dell’Imu. Ed è disposto a concedergli, senza aggravio di spese per adesso, un pompiere intero per una mezz’oretta, dovesse controllare cosa non va in casa. Il sindaco poi, che ha la responsabilità del territorio tanto da potersi definire il dirimpettaio dei cittadini, gli ha fatto capire che nel suo interesse, e anche quello pubblico, per rimettere in piedi la casa, al più presto, non deve rivolgersi a faccendieri alla buona solo perché costano di meno, ma a tecnici laureati e ben visti dai partiti. Più di così. Lo dice anche il proverbio: ognuno per sé, lo Stato per tutti.
Dunque perché questi continui lamenti: Pirondini crede d’essere ancora alla Provincia, di proprietà della Sec, di proprietà della Libera, abituata a farsi servire in tutto, se non dallo Stato, dal sindaco?

Cremona 10 06 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.