Mag 23 2012

grazie luciano 23 05 2012

Published by at 8:32 am under cronaca cremonese,Politica cremonese

GRAZIE LUCIANO

Grazie, compagno onorevole, letta la sua intervista Tamoil sulla Provincia dell’Immenso amicone, ho tirato un sospiro di sollievo: adesso Oreste Perri, consigliato in Piva, può dire sull’argomento tutto ciò che gli suggeriscono, più danni di lei non riuscirebbe. Bisogna anche ammirare la sua determinazione, compagno onorevole, per Oreste è facile, col grande passato che l’ha fatto conoscere in tutto il mondo, sparare delle (censura) e trovare chi le ascolta e le riporta, per lei la vita non è stata altrettanto generosa: pervenuto da Ca’ d’Andrea, altro che il mondo, appena raggiunto il diploma di perito meccanico per emergere ha dovuto gettarsi nella politica, sgomitare a più non posso per togliersi di fianco i concorrenti, c’è riuscito, ma proprio quando pensava d’essere “arrivato”, a Roma grazie al porcellum, come tutti i suoi colleghi, per carità, a Cremona a braccetto coi potenti, ha scoperto che la lotta non ha mai fine, e che per la conferma dell’anno prossimo dovrà passare per quella specie di letto di Procuste che sono le primarie, dove oggi come oggi potrebbe accomodarsi a un dignitoso 5/6° posto, insufficiente però per tornare a Roma.
Di qui il suo agitarsi continuo, prima dell’uso.
E allora sia più cauto, compagno Pizzetti, specie quando pensa di poter parlare disteso, perché in casa dei suoi compari; che sono discreti, Staboli non parte lancia in resta, ma educatamente le sussurra: il Pd cremonese forse non sarebbe d’accordo con Perri; in Consiglio comunale chiede cosa intenda fare e perché. Lei non può, compagno onorevole, ripetere Zanolli “il Comune ha preso la decisione giusta”, che , come ben sa, non ha ancora preso, ma soprattutto eviti di far incazzare i quattro del suo partito, segretario cittadino compreso, lasciando capire che parlano a ruota libera; il partito intero, disponendo, lei, a nome di esso, e, incidente finale, che la segreteria provinciale avendo partecipato all’accordo sui posti di lavoro e la bonifica, implicitamente sarebbe appiattita su qualsiasi suono lei emetta!
E’ già poco simpatico di suo, compagno onorevole, se poi si mette a sculacciare pubblicamente via Ippocastani, è facile prevedere cosa succederà alle primarie 2013…
Ma continuo lo stesso nel tentativo di aiutarla, compagno onorevole, perché io pratico la gratitudine, e ne ho molta verso di lei che ieri ha quasi salvato quello che, tutto sommato, è il mio sindaco. La smetta di ringraziare la carità pelosa di Tamoil, che, ah ah, pur “non essendo tenuta” “pur affermando di non potersi ritenere responsabile per chi c’era prima”, regala dieci milioni alla Bissolati, che altrimenti dove li troverebbe, che ricorda tanto Alfredo che getta i soldi ai piedi di Violetta, atto 2°, scena 14ma: qui testimon vi chiamo, qui testimon vi chiamo, che qui pagata il l’ho!
La smetta di dare lezioni di diritto, quando su “deve/non deve il Comune costituirsi parte civile contro Tamoil” si son già dichiarati i giudici, avvocati di vaglia come Antonino Rizzo e adesso anche Lapo Pasquetti, pur nella veste di segretario del Sel! è brutto far del razzismo anche nei titoli di studio e nella cultura in genere, ma se insiste a parlar di diritto si ricordi sempre d’essere un perito meccanico.
E tornando ai soldi, dove lei può parlare più a ragion veduta, non tenti di spacciare i 10 milioni Tamoil come la manna dal cielo: con quelli al massimo provvede alla tosatura del prato, si ricordi che l’anno scorso si parlava di più credibili 800 milioni, per una bonifica seria, che, accordi di sua creazione o meno, Tamoil tirerà fuori solo con la forza di sentenze di ferro! a questo proposito, per provocare un sorriso, le ricordo la battuta fulminante del Vascello di Antonio Leoni: tracce di petrolio nel Po, possibili ricche estrazioni!
Non insisto sulle sue previsioni del ritiro dagli accordi di Tamoil, in tema di diritto le ha già dato la risposta che merita Lapo Pasquetti, ed è comunque evidente che se per qualsiasi motivo Tamoil volesse in futuro ritirarsi, saremmo obbligati all’azione civile: ma la smetta, dalla prossima intervista, di farci fare, nel caso saremmo noi a decidere, non lei, la figura dei pitocchi che stanno ad aspettare l’elemosina dell’inquinatore.
Noi cremonesi vantiamo diritti, non la mancia!!
E alla fine dell’intemerata, le ultime parole son spesso quelle che contano, grazie ancora onorevole compagno, per la rilucidatura all’immagine del nostro sindaco: ne aveva davvero tanto bisogno.

Cremona 23 05 2012 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

One Response to “grazie luciano 23 05 2012”

  1. danielaon 23 Mag 2012 at 1:48 pm

    Leggo dal giornale che potrebbe esserci una “cordata” per la Vanoli e che potrebbe intervenire anche il Comune: dopo aver letto tutto l’articolo, non mi è chiara una cosa: il Comune interverrebbe con aiuti economici?
    Personalmente spero di no per almeno 2 motivi:
    1) non si può dire, in generale, “il tal progetto deve aspettare perché mancano i soldi” e poi aiutare economicamente una squadra sportiva, importante per la città finché si vuole, ma resta pur sempre solo una squadra sportiva;
    2) si rischierebbe di creare un precedente: se stavolta il Comune aiuta la Vanoli, un domani altre squadre potrebbero chiedere la stessa cosa; ipotizzo: se in futuro la Cremonese dovesse andare meglio di come va ora e ritrovarsi in serie A (al momento questa mi pare un’ipotesi da fantascienza), si sentirebbe in diritto di chiedere aiuto al Comune e, in caso di risposta negativa, rinfacciare l’aiuto dato alla Vanoli…e il Comune cosa farebbe? Aiuterebbe le squadre sportive con i soldi dei cremonesi?
    Mi sta benissimo pagare per avere in cambio la raccolta differenziata, la manutenzione delle strade, del verde pubblico, ecc. e mi sta benissimo che i miei soldi vengano usati anche per lo stipendio di Sindaco e Assessori dato che (per me) certi assessori lavorano molto bene (mi sta un po’ meno bene se viene usato per lo stipendio dei parlamentari: è un’impressione mia, ma certi assessori comunali lavorano più di tanti parlamentari messi assieme), …non mi va bene per niente se vengono usati i soldi dei cittadini (quindi anche i miei) per aiutare una squadra sportiva (calcio, basket, …): se la squadra riesce nell’intento senza i soldi dei cittadini meglio, in caso contrario pazienza, vuol dire che ne farà a meno…i drammi della vita non sono questi: se lo fossero, ci metterei la firma.
    Se Arvedi è stanco e non vuole più interessarsi della Cremonese, qualunque sia il motivo, sarà libero di abbandonarla a se stessa! I soldi che ci mette dentro non sono i suoi? Avrà il diritto di decidere di non volerli più impiegare così! Se poi la Cremonese fallisce pazienza, la squadra locale potrà sempre rinascere sotto altro nome o può anche non rinascere.
    La cosa più importante per una città non credo sia la squadra sportiva, in serie A o meno…non credo che sia questa a dare “lustro” alla città.
    Preciso che la mia è solo un’opinione personale, da cittadina che non segue lo sport, men che meno il calcio.

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.