Mag 14 2012

ilde la rossa 14 05 2012

Published by at 8:41 am under cronaca cremonese

ILDE LA ROSSA

Fossimo in un Paese serio, già il titolo di “presidenta del comitato per la difesa e lo sviluppo della democrazia” direbbe tutto. Ma sentite il suo contributo personale su Più, il settimanale della Provincia:
“il senso della vita non era rispettato da parte del nazismo e del fascismo. Donne, anziani, bambini, preti: tutti uccisi. La vita perde significato. Il male totale si esprime in tutta la sua dimensione.”
La prossima puntata, a nome dei 100 (cento) milioni di torturati e assassinati, la presidenta Bottoli Ilde ci spiegherà il senso della vita dei comunisti di tutti i Paesi, di tutte le epoche, anche l’attuale.

Cremona 14 05 2012 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

One Response to “ilde la rossa 14 05 2012”

  1. danielaon 14 Mag 2012 at 2:41 pm

    Il senso della vita non è stato rispettato nemmeno da certi partigiani comunisti italiani che facevano fuori chiunque non fosse d’accordo con il loro modo di agire (hanno ammazzato anche altri partigiani), non hanno ammazzato solo gerarchi fascisti, ma anche chi, pur simpatizzante fascista, non aveva mai fatto del male a nessuno, a volte hanno ammazzato anche i figli (di fascisti, ndr) perché erano usciti a cercare il genitore “svanito nel nulla”, i preti sono stati ammazzati anche dai partigiani comunisti.
    A mandare le persone nei campi di concentramento non è stato solo Hitler ma anche Stalin.

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.