Apr 19 2012

era una notte 19 04 2012

Published by at 7:41 am under Politica cremonese

ERA UNA NOTTE BUIA E TEMPESTOSA

Al medagliere di Perri mancava solo questa, farsi inquisire per aver messo in ruolo 37 precari infilati in Comune dalla sinistra!
E naturalmente, dalle prime notizie apparse su www.cremonaoggi.it, né Corte dei Conti, né Procura della Repubblica perderanno tempo a indagare con quale procedura i 37 fossero diventati precari!
A meno che, leggendo le determine delle collaborazioni esterne indispensabili perché nessuno dei 700 (settecento) dipendenti è capace, e lo conferma il silenzio del capo della Rsu, Giorgio Salami, venga loro l’idea di controllare se almeno qualcuno dei 37 sia in grado di far altro che spostare una cartella o dare una timbrata….
Ho dato una scorsa all’albo pretorio on line e vengono i brividi. Prendo una determina a caso, ma son tutte eguali:
“il Comune di Cremona intende procedere con l’affidamento di incarico professionale per il coordinamento tecnico-operativo ai progetti ed iniziative di promozione turistica della città….risulta necessario, per la loro natura e complessità, e per l’alta specializzazione che richiedono (dio mio, n.d.r.), il supporto di un esperto esterno etc…..competenze specialistiche non disponibili all’interno degli uffici etc etc”
Non faccio commenti, o gli impiegati sono davvero mediocri, o l’esperto esterno ha una grandezza da abbagliarli, anche se il compito affidato non sembra di quelli proibitivi…
Ma c’è qualcosa di strano. L’esperto di sopra è un illustre sconosciuto, eppure viene pagato molto di più del maestro Andrea Mosconi, studioso di livello internazionale, per un altro incarico professionale, di eguale durata!
Credo sia un terreno minato, per chi voglia avventurarsi, ricorderete quel che ho scritto, e portato in Procura, sui 626,81 euro pagati a Zanolli per una chiacchierata al Salone Bontà.
L’ultima? Il decreto di nomina al CremonaFiere di Pietro Mondini, 90 (novanta) anni portati bene, scelto fra tanti papabili cremonesi non perché amico dell’immenso Piva Antonio, presidente di quasi tutto, ma perché, a differenza degli altri papabili, possiede “qualificata esperienza e competenza desumibili, in particolare, dagli studi compiuti, dall’attività imprenditoriale svolta, dagli incarichi ricoperti, dai riconoscimenti conseguiti e dalla precedente specifica esperienza maturata”.
A Palazzo gira la voce che Oreste starebbe per chiedere un’aspettativa in vista delle Olimpiadi di Londra, considerate la sua esperienza e competenza, e del resto la canoista Josefa Idem ha pochi anni meno di lui.
Presa a caso dal recente passato, determina 1156 del 22 06 2011, contributo a fondo perduto di 30mila euro a Publia srl, per la rassegna Le Corde dell’Anima. Publia, è noto, fa parte del gruppo della Libera. A quanti altri organizzatori di cultura vengono regalati 30mila euro?
Non ho un animo da contabile così forte da spulciare completamente l’albo pretorio, ma su troppe decisioni, amici della destra, è chiaro che si vola per prendere accordi diretti, saltando la politica: a questo punto ha senso andare a votare? Perdonatemi la battuta, sapete come la penso perché lo scrivo, se voto Perri per far prendere le decisioni a Piva, la prossima volta voto Torchio o Pizzetti, che almeno trattano anche coi colleghi di partito! Non sono la mia parte ma fanno politica….
Andando avanti così nei due anni che mancano al voto, prenderemo una legnata spaventosa. Vale la pena continuare, e mi rivolgo specialmente ai nove consiglieri che l’ultima estate hanno posto a Oreste un durissimo aut aut?

Cremona 19 04 2012 www.flaminiocozzaglio.info

2 responses so far

2 Responses to “era una notte 19 04 2012”

  1. danielaon 19 Apr 2012 at 2:49 pm

    La Corte dei Conti ha anche stabilito che i compensi per la Giunta comunale dovranno tornare a essere quelli del 2006 ed è stato cancellato l’aumento deciso nel 2007 (dalla giunta Corada, ndr).
    30.000 € sono un sacco di soldi, soprattutto se il Comune poi non può fare ciò che ha in mente (ampliare raccolta differenziata, sistemare il verde pubblico, sistemare via Dante, ecc.) per le scarse risorse di denaro.
    Non so a quanti altri organizzatori di cultura vengono regalati 30.000 €, con una determina sono stati dati contributi ad alcune associazioni sportive con importi che erano sì molto più bassi, ma erano comunque soldi a disposizione del Comune.
    Non per tornare sempre sullo stesso punto, ma non è stato concesso un finanziamento di circa 6.000 € ai ragazzi del Forum Giovani Ambiente che (per quanto di sinistra possano essere) non mi pare sognino rivoluzioni violente ma vogliono sensibilizzare i cittadini riguardo a un tema importante come l’ambiente e poi sono saltati fuori 30.000 € da dare a Publia per una rassegna (non ho nulla contro “Le corde dell’anima”)?

  2. danielaon 21 Apr 2012 at 3:30 pm

    Su Cremonaoggi c’è un articolo riguardo a un documento della Rsu del Comune sulla gestione del personale: il titolo è “Dipendenti comunali sul piede di guerra “Perri fa squadra solo con soggetti esterni”. I servizi ai privati: con quali costi e quali controlli?”…
    2 miei commenti:
    1) direi che il capo delle Rsu è uscito dal suo silenzio;
    2) in questo caso a quel comunista i controlli andrebbero bene…a differenza di quando si parla di controllare i dipendenti comunali!

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.