Mar 15 2012

tirare un filo e solo quello 15 03 2012

Published by at 6:24 am under Giudici

TIRARE UN FILO E SOLO QUELLO

Adesso arriva anche la Panzer Division del Consiglio superiore della magistratura: la nuova legge sulla responsabilità civile dei giudici ne mette a rischio l’indipendenza. Sono d’accordo, ma perché viene dalla politica anziché dalla magistratura che, non raccontino balle cui nessuno ormai crede, giudica con occhi ben diversi se il fatto lo commette il cittadino o il Di Pietro di turno. Le cui imprese sono state ben accertate dal Tribunale di Brescia, prestiti a sé e agli amici, auto in regalo, lavori per la moglie avvocato etc, il tutto mentre faceva il sostituto procuratore, ma non erano reati, al più addebiti disciplinari se fosse rimasto in servizio.
Alla decisione della politica si è arrivati non tanto per Berlusconi, ma per raccoglier voti tra i moltissimi cittadini: ARCISTUFI.
E già che son riuniti, i signori del CSM, diano un parere sui commenti passati ai giornali dai Caselli, dagli Ingroia etc, sulla Cassazione che, in definitiva, si è limitata a un giudizio diverso dai Palazzi della Giustizia di Palermo sui processi Dell’Utri!

Cremona 15 03 2012 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

One Response to “tirare un filo e solo quello 15 03 2012”

  1. danielaon 15 Mar 2012 at 4:37 pm

    A proposito di giudici: auspico che il magistrato che dovrà giudicare il marocchino, arrestato perché sospettato di voler far saltare per aria la Sinagoga di Milano (non basta più a loro immigrati, si vede, progettare di far saltare in aria le cattedrali…), decida per la sua espulsione.
    La cosa preoccupante è che questo non è che fosse appena arrivato in Italia…ha 20 anni ed è in Italia da quando ne aveva 6…sembrava “integrato”: andiamoci piano col voler dare la cittadinanza agli immigrati solo perché è già da un po’ che stanno qui! Questo qui, se avesse già ottenuto la cittadinanza italiana, come avremmo fatto a buttarlo fuori (sempre che chi lo può fare lo faccia: ora il Ministro dell’Interno non è più Maroni…)?
    E se questo “presunto” terrorista avesse ottenuto una cittadinanza “onoraria” quando ancora frequentava le scuole elementari? Si sarebbe potuto sbattere fuori dall’Italia?
    Che idea patetica: dare la cittadinanza a dei bambini solo perché si dà per scontato che, frequentando le nostre scuole e i coetanei italiani, poi si integrino automaticamente!
    Anche gli attentatori di Londra erano immigrati (pare) ormai considerati cittadini britannici…

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.