Mar 03 2012

sulla via di damasco 03 03 2012

Published by at 9:22 am under costume,cronaca nazionale,religioni

SULLA VIA DI DAMASCO

I vescovi, finalmente, approvano la cremazione, purché le ceneri non siano disperse. Con preghiere particolari per quel tipo di fine. Tra due/trecento anni magari, ma solo in casi di estrema necessità, coglieremo segni di tolleranza anche per il preservativo…

Cremona 03 03 2012 ww.flaminiocozzaglio.info

2 responses so far

2 Responses to “sulla via di damasco 03 03 2012”

  1. danielaon 03 Mar 2012 at 4:37 pm

    Io non lo so, ma magari alcuni cattolici sceglievano di farsi cremare anche prima che arrivasse l’approvazione del Vaticano…
    I Vescovi, oltre a non volere la dispersione delle ceneri, non vorrebbero nemmeno che queste si tenessero in un luogo diverso dal cimitero: se disperdere le ceneri nell’aria non va magari tanto bene per l’inquinamento, perché uno non può tenersele dove vuole? Ci mettono becco anche in questo solo per esprimere un parere o perché davvero pensano che i cattolici seguano le indicazioni della Chiesa anche in caso di scelte così personali?
    A me personalmente non va l’idea di farmi cremare, ma la mia scelta non c’entra assolutamente con il volere del Vaticano e chi invece fa una scelta opposta alla mia potrebbe avere dei buoni motivi per voler ricorrere alla cremazione.
    I Vescovi sperano che domani, durante il funerale di Lucio Dalla (mi dispiace molto per la sua morte, ndr), per evitare di trasformare la morte in spettacolo, non venga messo su un disco con le sue canzoni, aggiungendo “ma se sarà così non abbiamo i Carabinieri per andare a impedirlo”…ma ci mancherebbe!!
    E’ vero che la morte non è spettacolo, ma trattandosi di un cantante, non vedo cosa ci sia di male se al posto dei canti liturgici tradizionali, al funerale vengono cantate le sue canzoni o se, appunto, prima e/o dopo il funerale, si sentiranno le canzoni di Dalla proprio dalla sua voce attraverso un disco.
    Domani sarà lutto cittadino e in questo caso sono d’accordo (tra l’altro domani Dalla avrebbe compiuto 69 anni: era nato il giorno prima rispetto a un altro bravo cantante, Lucio Battisti, nato il 5/3/1943); non sono invece d’accordo quando si decide il lutto cittadino per la morte di comunissimi cittadini…tutto il rispetto per i defunti per carità, ma il lutto cittadino non si dovrebbe proclamare solo in casi particolari, tra cui appunto la morte di qualche personaggio famoso (cantanti, attori, ecc.)? Tempo fa era stato proclamato (in Toscana) per la morte di 2 persone morte annegate in macchina a causa delle forti piogge…dispiace, però sembra che il lutto cittadino per chiunque sia diventata quasi una moda.
    Non seguivo Dalla come cantante, anche se conosco e apprezzo alcune sue canzoni, tra cui “Caruso”, “L’anno che verrà”, ma una delle prime canzoni che mi vengono in mente riguardo a lui è “Attenti al lupo”, forse perché è proprio con questa canzone che l’ho “scoperto”.
    Mi ha fatto piacere sentire di sottofondo le sue canzoni al supermercato, oggi: mi pare un bel modo di ricordarlo.

  2. danielaon 04 Mar 2012 at 9:12 pm

    E’ stato “bello” (si fa per dire dato che si tratta pur sempre di un funerale) che il suo Padre confessore abbia concluso l’omelia dicendo “Buon compleanno Lucio”, dato che oggi Dalla avrebbe compiuto gli anni.
    Esattamente 69 anni fa lui nasceva e proprio oggi lo hanno “salutato”…

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.