Mar 01 2012

dalla montagna 01 03 2012

Published by at 9:49 am under Politica cremonese

DALLA MONTAGNA

Appena sceso dalla montagna, dove ha discusso a lungo con Mosè, e pare sia riuscito a sottrargli un pezzo di tavole, l’onorevole Torchio Giuseppe, di Spineda, s’è concesso al Piccolo per spiegare l’estremo tentativo di tornare nella stanza dei bottoni, da cui l’hanno cacciato da tempo gli elettori:
“Sul territorio domina l’assenza di progettualità, che dovrebbe suggerire una grande alleanza a livello locale: me, in veste di primo suggeritore.”
Ci ha messo una pagina intera, per spiegarsi, proprio come in Consiglio provinciale, dove agli interventi di rito dedica dei quarti d’ora. Colleghi, giornalisti, pubblico, commossi, ringraziano sempre per il sonnifero naturale, senza prodotti di sintesi.

Cremona 01 03 2012 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

One Response to “dalla montagna 01 03 2012”

  1. danielaon 01 Mar 2012 at 3:26 pm

    Non mi pare che manchino i progetti: il raddoppio della Paullese come lo chiama? E l’autostrada Cremona-Mantova? E il 3° ponte sul Po? Non sono progetti, questi? Per me, purtroppo, sì.
    L’assessore regionale ai trasporti Cattaneo magari per i treni fa quello che può, ma perché quando si parla delle ferrovie in Regione allargano la braccia alludendo ai tagli (che ci sono, è vero), ma quando qui hanno chiesto il finanziamento per la Paullese in Regione le braccia non le hanno allargate, ma allungate…per dare i soldi (e non hanno invocato i tagli)?

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.