Feb 07 2012

violenza di gruppo 07 02 2012

Published by at 9:10 am under costume

VIOLENZA DI GRUPPO

La Cassazione ha ripreso, e non poteva decidere diversamente, una sentenza della Corte Costituzionale: per il reato di violenza carnale di gruppo, il cosiddetto “branco”, se non ci sono le altre condizioni previste dalla legge, non deve essere applicata “obbligatoriamente”, non che in particolari casi non debba, non deve essere automatica, la carcerazione preventiva.
Che c’è di strano? è una regola comune a tutti i reati, in attesa della sentenza vige, a volte stona dover ammettere: trionfa, la presunzione di non colpevolezza, anche per reati, ce ne sono, molto più gravi. A Crema è in carcere un uomo accusato d’aver ucciso amante e figlia, le prove sono esclusivamente indiziarie, gli avvocati chiedono la scarcerazione e, per ciò che risulta dai giornali, sembra abbiano ragione. Tra l’altro il principio: potrebbe essere innocente, vale sempre!
Mi rendo conto dell’odiosità della violenza etc, però non dimentichiamo che tutti i reati colpiscono una persona in quel momento più debole. Non vorrei che il motivo vero della ribellione, comprensibilissima, non fraintendetemi, femministe/i in primis, fosse vedere circolare i ceffi, magari a fianco della vittima, per tempi lunghissimi: ma una colpa evidente della lentezza della giurisdizione non deve causare, sia permesso scriverlo, una colpa ancora più grave.

Cremona 07 02 2012 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

One Response to “violenza di gruppo 07 02 2012”

  1. danielaon 07 Feb 2012 at 3:31 pm

    Trovo incredibile che il Capitano Schettino rischi di finire in carcere (preventivo) perché qualche giudice pensa che potrebbe ripetere il “reato” e che degli stupratori potrebbero avere misure alternative al carcere in attesa del processo: uno stupratore (partendo dal presupposto che non sia solo presunto, ma che abbia davvero stuprato), se lasciato libero, non potrebbe ripetere il reato, soprattutto se si tratta di violenza di gruppo?
    A commettere la violenza di gruppo in genere o sono ragazzi minorenni o comunque giovani intorno ai 20/25 anni, per cui le pene alternative al carcere per loro sono già previste…quindi cosa cambia rispetto a prima?
    Figuriamoci…danno le pene alternative (e non come misura cautelare) anche in caso di omicidi!

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.