Gen 14 2012

agenzie di rating 14 01 2012

Published by at 8:31 am under politica internazionale,Politica nazionale

AGENZIE DI RATING

Prendo una delle tante voci da google: Parmalat, Standard&Poor’s valutò male il rating, adesso è costretta a risarcire 784mila euro. Il Tribunale di Milano ha condannato l’agenzia di rating a restituire la parcella da 784mila euro versata a suo tempo da Parmalat. L’agenzia aveva attribuito un rating “investment grade” dal novembre 2000 fino a poco prima del dissesto nel 2003.
Standard&Poor’s: è l’azienda che ci ha fornito informazioni false.
Per farla breve, l’azienda che vuole la certificazione, paga e consegna i documenti che crede: l’agenzia non ha dubbi e rilascia la pagella, ottima, ovviamente. La struttura è questa. E passi, nessun sistema libero ostacola il suicidio.
L’incredibile, perché la struttura è nota anche a chi legge solo le pagine finanziarie di un quotidiano qualsiasi, è che le pagelle di simili, a dir poco, superficialotti, fanno testo e spesso determinano sconquassi finanziari. Specie quando le assegnano agli Stati, come questa sera è successo alla Francia.
Uno dei tanti aspetti della comunicazione moderna, è troppa, e a volte costruisce cattedrali sul nulla!

Cremona 14 01 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.