Nov 06 2011

sturm und drang 06 11 2011

Published by at 7:54 am under barzellette

STURM UND DRANG

Buona partecipazione da Cremona e buona manifestazione, dice Mauro Funerale Fanti, è stata un’iniziativa tranquilla, gioiosa pur nella consapevolezza dei problemi del Paese. Ottimo l’intervento di Bersani, incentrato sui problemi dell’Italia e su come affrontarli. Direi che è un buon viatico per il Pd.
Sono le prime impressioni del nostro concittadino sulla grande manifestazione democratica svoltasi a Roma sotto la pioggia e le parole di Bersani. Che, lugubri come son state sull’oggi e il prossimo futuro, se non si caccia l’odiato B, non potevano che accendere le fantasie più nere del nostro. Una ripetizione, par di capire, della “gioiosa macchina da guerra” di occhettiana memoria, che, sembra rammaricarsi Mauro Funerale, con un po’ di preveggenza sarebbe stato meglio organizzare a Genova, palcoscenico ben più rappresentativo delle inefficienze berlusconiane.
Mauro Funerale Fanti, l’uomo che non deve ridere, mai, e, quando capita, siate certi, o è sbaglio o obbligo di militanza e comunque lascia capire la sofferenza, impersona tutto l’impegno, serio, costruttivo, costante, del funzionario tipo da nomenclatura neodemocratica. Non rifiuta il sorriso per incapacità genetica, anzi, il lutto espresso giorno e notte non è di quelli irrinunciabili pure all’avviso di una buona novella, che purtroppo per gli uomini veramente impegnati non giunge mai, un Leopardi in diciottesimo, insomma, è solo un vestito d’obbligo da indossare, anche in pigiama, per essere pronti a ogni evenienza, da un’indagine sulla Coop al terremoto di Roma.
Se pensiamo che riesce a star serio anche ascoltando gli interventi culturali del compagno professor Bonali Daniele….

Cremona 06 11 2011 www.flaminiocozzaglio.info

2 responses so far

2 Responses to “sturm und drang 06 11 2011”

  1. danielaon 06 Nov 2011 at 1:44 pm

    Cosa vuol dire “non voglio morire berlusconiano”?
    Immagino che i sinistri volessero dire che non vogliono vedere Berlusconi al governo fino a che campano, ma forse è la frase che è sbagliata: i “berlusconiani” non sono quelli che sostengono Berlusconi sempre e comunque?
    Dal giornale leggo che ci sono stati momenti di tensione con chi ha portato in piazza bandiere gialle con la scritta “moderati per il centro-sinistra”: ma qual’è il problema? C’erano 4 tipi di bandiere, cosa fa se qualcuno ha portato questa bandiera in più? Era la scritta sulla bandiera che non andava bene? In questo caso, perché? Era offensiva per qualcuno?
    Uno dei cremonesi presenti a Roma ha dichiarato: “mio padre diceva che non voleva morire democristiano. Io non voglio morire berlusconiano”…e qui suppongo che a dirlo sia stato un ex Ds ex comunista.

  2. danielaon 06 Nov 2011 at 2:37 pm

    Non capisco il fare dell’ironia su un politico, se questo sorride o no.

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.