Set 07 2009

multa Fidenza 13 05 2006

Published by at 4:19 pm under Pubblica Amm.ne

 

 

Spett. Polizia municipale di Fidenza

 

Sig. Sindaco di Zibello

 

Ogg. : violazione 447A/2006/V Pr. 3857/2006 del 13 05 2006

 

 

Mi permetto , dato che la Costituzione concede ancora il diritto di parola ai cittadini verso le autorità , le consuete osservazioni che tanti fanno e di cui le autorità non tengono alcun conto . Il 26 07 ho comunque pagato i 160 euro richiesti .

Il codice della strada prevede l’obbligo di contestare immediatamente l’infrazione , per una elementare questione di diritto alla difesa , essendo evidente che anche l’incaricato dei controlli , per quante prerogative o comunque le si voglia chiamare abbia , a volte sbaglia . E difatti sul verbale deve essere indicato il motivo concreto , sia del tempo che del luogo e degli uomini , che ha impedito la contestazione immediata . Non una formula standard come quella apposta sul verbale a mio carico : per l’assenza di spazi idonei , quando la strada su cui sarebbe avvenuta l’infrazione è larga da ospitare quattro camion affiancati . E , come risulta dal verbale , alla presenza di due accertatori . Eccesso di velocità che sarebbe avvenuto alle 16 13 di un sabato , luogo e tempo di traffico tali da rappresentare pericoli all’incolumità dei tre passanti all’ora , come qualsiasi persona di buona volontà potrebbe confermare .

Anni fa il sindaco di Piadena , grosso paese in provincia di Cremona , alle proteste dei suoi concittadini che lo avevano eletto per le cure del bene comune , intervistato dal giornale ebbe l’ingenuità o la sfrontatezza di proclamare con parole semplici e non equivocabili : scelgano , o lascio l’autovelox o aumento l’Ici .

Per quanto riguarda la richiesta che mi fate , legittima per carità , di indicare chi guidava , invece di aspettare due mesi mi spedivate subito la contestazione e sarei stato in grado di aiutarvi . Nessuna legge , codificata o morale che sia , può pretendere che io ricordi a distanza di due mesi se guidavo su una strada per me quasi sconosciuta o se fosse un’altra persona , dato che della mia auto non sono geloso e la presto . La consueta risposta dei solerti accertatori che la legge concede 150 giorni per la contestazione , non deve essere intesa che la si possa mandare anche allo scadere dei 150 giorni , ma nel più breve tempo possibile , proprio per un elementare principio di diritto alla difesa .

Per cui le ulteriori sanzioni di perdita punti o tutto quel che vi diverte fare applicatele a me quale proprietario dell’auto , senza che ciò comporti che io abbia ammesso di essere stato il conducente , per i motivi che ho esposto sopra con chiarezza .

 

Flaminio Cozzaglio , 26100 Cremona , via Fontana 16

 

Cremona , 02 08 2006

 

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.