Archive for the 'Striscia Repubblica' Category

mag 09 2018

copiare bene 09 05 2018

Published by under Striscia Repubblica

COPIARE BENE Ecco Repubblica; spero che Paolo Guzzanti, decidesse di continuare la difficile via dell’esagerazione, capisca può essere un metodo, ma da usare con molta “dolcezza”….
—Le bottiglie di Barolo? Rischierebbero di diventare una rarità. Le mele del Trentino ce le potremmo dimenticare e anche le pesche Igp di Verona, il mais mantovano per la polenta e il latte per il Parmigiano. Se dalle campagne italiane sparissero i lavoratori stranieri, il made in Italy agricolo subirebbe un colpo mortale. E il Nord, in particolare, si paralizzerebbe. Un dettagliato studio condotto dalla Uila, l’Unione italiana dei lavoratori agroalimentari, documenta in modo puntuale l’incidenza della manodopera immigrata nelle colture e allevamenti del Paese. Una mappa che ha un confine demarcato in modo netto lungo la Penisola, quasi quanto quello emerso dai risultati delle recenti elezioni. E che, però, si legge in modo politicamente inverso. Se a portare avanti le aziende agricole fossero solo gli italiani, infatti, le produzioni si bloccherebbero proprio nelle aree a forte trazione leghista, laddove cioè si registrano maggiori proclami ostili rispetto alla presunta “invasione straniera”.

No responses yet

mag 09 2018

al sorpasso di repubblica 09 05 2018

AL SORPASSO DI REPUBBLICA Paolo Guzzanti, del Giornale, ci prova; ma se la partenza è questa, dopo non bastano nemmeno le bombe atomiche…….
—Moro fu assassinato per impedire che il Partito comunista si sganciasse dall’Unione Sovietica, come tutto l’Occidente sperava. Per impedire questo risultato avevano già tentato di far fuori il segretario comunista Enrico Berlinguer in Bulgaria investendolo con un camion che uccise il suo autista. Moro fu catturato, spremuto e liquidato secondo un copione che poi tutti si sono dati da fare per insabbiare per far credere che un gruppo di sconsiderati boyscout comunisti le sedicenti Brigate rosse lo avesse catturato per fargli un processo del popolo. Una contraffazione ridicola, ma buona da dare a bere alle folle, allora come oggi. La storia di quel delitto è la storia di mille insabbiamenti. Francesco Cossiga che era stato il braccio destro di Aldo Moro e poi uno dei fautori del sacrificio umano sotto l’etichetta del «partito della fermezza» – a cose fatte andò a visitare tutti i brigatisti in galera con cui strinse un accordo: sarebbero stati rimessi tutti in libertà, purché tenessero la bocca chiusa.

No responses yet

apr 19 2018

lieve imprudenza 19 04 2018

LIEVE IMPRUDENZA
O grave impudenza; titolo di Repubblica, il giornale degli italiani colti e intelligenti, fondato e ancor diretto da Scalfari Eugenio Magno, sotto mentiti nomi:
-Fine di un’epoca, inizia il dopo Castro: Diaz-Canel eletto nuovo presidente-
La fine dell’epoca è descritta appena sotto: candidato unico, eletto da 603 deputati su 604.
p.s. facile immaginare dove alberghi adesso il 604mo…….

Cremona 19 04 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

apr 16 2018

rep 16 04 2018

Published by under Striscia Repubblica

REP
I più vecchi di noi pensano subito al fortissimo calciatore dell’Ajax e dell’Olanda “totale”, si tratta invece della nuova sezione a pagamento di Repubblica on line, che i nipotini di Scalfari Eugenio Magno ci propongono per diventare, pagando! ogni giorno più colti e intelligenti.
—Rep:
Prenditi il tuo tempo per capire quello che accade e perché.
L’approfondimento quotidiano è su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
Per capire ogni giorno di più.

Cremona 16 04 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

apr 02 2018

indicazione di voto 02 04 2018

Published by under Striscia Repubblica

INDICAZIONE DI VOTO
Scalfari Eugenio Magno, dall’Editoriale di Repubblica, fa partire l’ordine un po’ arzigogolato: italiani, votate i 5 Stelle! —Dopo il voto del 4 marzo, la vera realtà storica e politica italiana è che lo schema tripolare è finito, ci sono ormai una destra e una sinistra. La destra si compone con Salvini, Meloni e Berlusconi, la sinistra è rappresentata solo dai Cinque Stelle. La destra arriva al 37%, la sinistra da sola al 32.

Cremona 02 04 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

mar 30 2018

repubblica insegna anche qui! 30 03 2018

Published by under golosità,Striscia Repubblica

REPUBBLICA INSEGNA ANCHE QUI!
Ha appena aperto la sua nuova pasticceria nel centro di Milano, all’interno di un’innovativa filiale Intesa San Paolo, è un personaggio mediatico e forse in pasticceria non passa più la maggior parte delle sue giornate, ma certo la colomba di Iginio Massari rimane tra le migliori d’Italia: la lunga lievitazione, la glassa compatta e tenace all’amaretto, i generosi canditi ne giustificano il prezzo di 40 euro al chilo (20 euro per 500g)——–
Iginio Massari che deve giustificarsi……..
Repubblica presenta le venti “colombe d’autore”, una supera i 40 euro, la maggior parte è fra i 35 e i 39; Iginio Massari è anche un personaggio mediatico, grazie all’esito, ancor oggi, di ore e ore trascorse nel suo laboratorio di Brescia, dove ancor oggi, passati i 70, continua a fare ricerca; capisco il malanimo e l’invidia verso un nuovo giornale che vendesse più copie, ma voler, sempre! fare i primi della classe in ogni ramo del lavoro umano……..

Cremona 30 03 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

feb 25 2018

bisogna proprio rileggerla male! 25 02 2018

Published by under Striscia Repubblica

BISOGNA PROPRIO RILEGGERLA MALE!
Scalfari Eugenio Magno è meglio del cerchio di Giotto, spesso il titolo del suo Editoriale consente il risparmio dell’intera lenzuolata matrimoniale su Repubblica:
–Rileggere la storia per battere i populismi–

Cremona 25 02 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

feb 18 2018

estratto 17 02 2018

Published by under Striscia Repubblica

ESTRATTO
Le balle le scrivono solo gli altri; a Repubblica, ma quando va proprio malissimo, indifendibili, sbagliano, come umano è. Il pezzo su Scajola è molto più lungo, ma non un commento sulla Procura che prima chiede e ottiene il rinvio a giudizio, poi l’assoluzione; come agli inizi della carriera, arrestato e assolto nonostante una serie di fatti mai chiariti: e perché non li chiariscono loro, che sanno tutto, in nome degli italiani colti e intelligenti?
—Claudio Scajola colleziona l’ennesima assoluzione – la dodicesima – nell’ennesimo processo in cui la Procura aveva chiesto che andasse prosciolto. E’ il miglior modo per prepararsi all’annuncio che terrà domani pomeriggio e che sembra ormai il segreto di Pulcinella: “u ministru”, come qui lo chiamano tutti, si candiderà per le comunali di Imperia di primavera. Proverà a fare di nuovo il sindaco di Imperia, ovvero occupare la poltrona che negli anni ’80 fu il suo debutto sulla scena politica. Debutto travagliato visto che venne arrestato e- naturalmente – assolto nonostante una serie di fatti a contorno mai chiariti del tutto.

Cremona 17 02 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

gen 24 2018

fake news 24 01 2018

Published by under costume,Striscia Repubblica

FAKE NEWS
Rossano Salini si diverte a sbertucciare i due sull’Inviato Quotidiano, e conclude con l’evidente verità: era chiaro da sempre che gli agit prop del gruppo nulla avevano di diverso dagli altri gruppi di potere, ideologie sbandierate a parte. Io non mi accontento, a volte sono curioso, e mi piacerebbe sapere che è successo davvero tra i due, dopo quarant’anni di lotta armata contro Berlusconi. Che poi tutti gli altri che contano qualcosa, media, politici, imprenditori, tacciano, non mi sorprende: è pericoloso prender le parti, tra due contendenti del genere, quando non è ancora certo il vincitore; e poi le fake news nascono anche aiutate dal silenzio!
—Fa un po’ impressione la veemenza con cui Carlo De Benedetti ed Eugenio Scalfari da alcuni giorni se le stanno, metaforicamente, dando di santa ragione per via mediatica. Le parole dell’ex proprietario di Repubblica, rilasciate durante un’intervista a Lilli Gruber su La7, sono da rissa vera e propria: «Non voglio più commentare un signore molto anziano che non è più in grado di sostenere domande e risposte. Ho dato un pacco di miliardi pazzesco a Eugenio quando ha voluto essere liquidato dalla sua partecipazione. Quindi deve solo stare zitto tutta la vita, con me»……………
Il giornale della sinistra radical-chic italiana è ora il teatro di uno scontro da trivio. Scalfari, sia pur con maggiore eleganza verbale, risponde però a tono quanto ad argomenti. Altro che miliardi e miliardi: «Ha contribuito con cinquanta milioni ad un capitale di 5 miliardi». E altre amenità dello stesso tenore, sui patrimoni da Re Mida dell’«ingegnere», tra ville sfarzose in Andalusia e grandi yacht per far crociere in giro per il mondo…………. Cosa dobbiamo concludere: che quel mondo, quel giornale, anzi, quei giornali, cioè Repubblica ed Espresso, quei seletti pulpiti da cui predicavano i grandi sacerdoti della cultura “alta” del nostro paese, è ora tutto un universo caduto in disgrazia, degenerato, un presente avvilente da paragonare a un passato glorioso? Nient’affatto: la rissa tra le due anime del gruppo Repubblica-Espresso non fa altro che mettere in luce quel che prima stava sotto la cenere, e che in pochi del mondo culturale italiano avevano capito da tempo, se non da subito. E cioè che non v’era nulla di alto, di nobile, di superiore in quel giornalismo militante ed ideologico, in quel moralismo giustizialista, in quello snobismo ingiustificato, in quella vera e propria egemonia se non dittatura culturale che è stata imposta al nostro paese per tanto, troppo tempo. Non c’è alcuna degenerazione: c’è il disvelarsi del reale valore di quell’ambiente, che si credeva e si crede superiore, e invece vive degli stessi difetti, delle stesse bassezze di cui tutti i mortali si macchiano, compresi i puri, dotti e onestissimi del mondo Repubblica-Espresso.
Cremona 24 01 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

gen 22 2018

un re lear in diciottesimo? 22 01 2018

Published by under Striscia Repubblica

UN RE LEAR IN DICIOTTESIMO? Da Repubblica, la guerra civile continua; non è chiaro chi pratichi la Resistenza…… –Dottor Marco De Benedetti, liberiamo subito il tavolo dagli imbarazzi e andiamo dritti al punto della questione. Il momento è eccezionale. Volano fendenti di spada sulle nostre teste. Suo padre, dalla cattedra di presidente onorario, attacca pubblicamente Scalfari ed Eugenio risponde senza cattiveria, ma anche senza fargli sconti. Non solo. Carlo De Benedetti attacca Repubblica, giornale che ha dichiarato di avere nel cuore da quasi quarant’anni; il direttore Mario Calabresi replica con durezza e ugualmente fa l’assemblea dei giornalisti. Non era mai accaduto nella storia di questo giornale. I lettori sono sconcertati. I giornalisti di Repubblica pretendono giustamente chiarezza. Lei è presidente del gruppo: la sua voce, la voce dell’editore, può permettersi di essere assente?
–”No, in questo momento non può. C’è un vuoto da riempire con responsabilità e le dico subito che parlo a nome di un vertice che pensa al futuro, che è impegnato in un progetto ambizioso”. –Veniamo alla ragione principale per cui siamo qui. Ha capito che cosa è scattato nella mente dell’Ingegnere, è riuscito a darsi una spiegazione sulle sue parole?
–”Le confesso che mi sono interrogato a lungo ed è il motivo per il quale ho atteso prima di intervenire. La verità è che le polemiche di questi giorni mi risultano tuttora incomprensibili”. –Ancora una domanda. Chiederà all’Ingegnere di fare un passo indietro, di lasciare anche la carica di presidente onorario della società?
–”Noi vogliamo il bene del giornale e dei suoi lettori che sono i nostri veri azionisti, i soli che possono condizionare le nostre scelte. Voglio essere molto chiaro: non accetto e non accetterò nulla che possa danneggiare Repubblica. E i comportamenti di chi dice di amarla ancora, spero saranno in futuro indirizzati solo al bene del giornale”.
Cremona 22 01 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Next »