Archive for the 'Striscia La Provincia' Category

Apr 09 2019

qui cremona-duecentoquarantasette 09 04 2019

QUI CREMONA – duecentoquarantasette

Libera, tra due giorni si vota, in forte recupero nel casalasco gli agricoltori veri di Baldrighi; i Crotti boys contano invece molto sui funzionari di zona; l’ultima indiscrezione, divertente quindi pubblico: Filippini Pierluigi, grande sponsor di Crotti, non scende in lizza però in cambio, senza passare dal vaglio dei colleghi, chiede la presidenza del giornale, che vuole anche Piva, l’altro grande sponsor! Insomma, a voler semplificare, il manager Baldrighi contro i poltronisti del veterinario Crotti!

Candidati sindaco di Cremona, Galimberti coglie l’occasione e si fa un selfie con Matteo Salvini a Milano, Salone del mobile, poi, siccome non resiste mai alla tentazione di parlare, rivela che i violini di Cremona lì esposti son costruiti col legno degli alberi crollati in novembre 2018 in Val di Fiemme; peccato che Stradivari, noto per usare legno giovane, lo facesse stagionare 4/5 anni; insomma, la sparata del Cilecca è simile al “spegnerò l’inceneritore in tre anni”.

Dalla Provincia:

—L’appuntamento è fissato per mercoledì alle 12.30: presso la sala riunioni de La Provincia per i protagonisti, in diretta attraverso i social ed il nostro sito www.laprovinciacr.it per tutti coloro che vorranno seguirlo ‘in tempo reale’; mentre le pagine del giornale in edicola giovedì ne ospiteranno la cronaca in differita.
Conto alla rovescia per il primissimo confronto pre-elettorale fra i tre principali candidati alla carica di sindaco di Cremona: Gianluca Galimberti (in campo per il centrosinistra), Carlo Malvezzi (centrodestra) e Luca Nolli (Movimento 5 Stelle)— Gli altri due candidati sindaco, Francesca Berardi e Ferruccio Giovetti, oggi per la Provincia contano nulla; Luca Nolli, terzo a vita, sì, in qualità di dipendente Libera.

Oggi riposo dei CittadiniXpassione, niente strappi d’erba attorno al Duomo; strappone invece di Federico Fasani su www.cremonaoggi.it: chiudete la ciclabile Trento Trieste inaugurata sabato, è pericolosa! Peggio ancora Nolli, il candidato 5 Stelle: Galimberti la smetta di vantarsi del risanamento Aem, è stata una svendita. Sembra anche a me, in due anni azzerare un debito da cento milioni è opera da mago, non da sindaco.

Nessuna malignità oggi di Cabrini Mauro su Carlo Malvezzi, niente sorpassi in curva, niente corna ai leghisti eccetera: si saran convinti, alla Provincia, che Malvezzi è un uomo equilibrato e di buone maniere?

Cremona 09 04 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Apr 07 2019

qui cremona-duecentoquarantacinque 07 04 2019

QUI CREMONA – duecentoquarantacinque

Elezioni Libera di giovedì 11, intervista sulla Provincia ai due candidati presidenti Baldrighi e Crotti, ma subito una premessa a completare quel che scrive il nuovo direttore Bencivenga nel Punto di oggi:

—Perché La Provincia si confermi sempre più il giornale di tutti e di ognuno. Libero. Trasparente. Democratico. Ogni giorno con i propri servizi, le notizie e gli ‘spazi aperti’ a disposizione di chiunque voglia mandare un proprio contributo—

Se questa è la Provincia direzione Bencivenga perché non scrivere che Crotti Riccardo è in Libera da pochi anni dopo una vita passata in Coldiretti? Perché non scrivere che solo in questi giorni Crotti Riccardo ha svelato di mirare alla presidenza, fino alla settimana scorsa mandava avanti Biloni Filippini Piva, Crotti Riccardo che si permette di dichiarare oggi, quasi fosse una macchia per Baldrighi:

—Il mio nome circolava da tre mesi, poi tre settimane fa è sceso in campo anche Baldrighi…..—

Baldrighi non ha fatto altro che raccogliere l’invito degli agricoltori veri, che di Crotti Riccardo per tanti conosciuti motivi non ne vogliono sapere.

Intervista che appare oggi nella solita trionfale giornata di Campagna Amica in piazza Stradivari, di cui nemmeno il nuovo corso Bencivenga scrive, per motivi di ordine superiore; di buono c’è che finalmente la Libera smette l’abito del siamo tutti amici dopo anni di lotte al coltello, e ammette l’esistenza di due gruppi con idee diametralmente opposte; titolo per Crotti: “Per la svolta”, comico perché la sua lista, lui in testa, è zeppa di signori che di svoltare non han proprio idea; concreto invece Baldrighi: “Più unità”, per il rilancio del gruppo, e non è un caso che in lista abbia solo agricoltori veri, che si ingegnano a pensare come sia possibile il rilancio, non alle poltrone con indennità, come Filippini che in caso di vittoria esige la presidenza del giornale.

Candidato sindaco del centrodestra, Cabrini Mauro s’è preso un giorno di sosta, subito occupato dal Bencivenga, che nel suo Punto gongola del successo:

—L’invito è arrivato a destinazione. E la risposta è stata immediata: sì. Un «sì» convinto, cortese e condiviso. Così, come proposto e promesso, mercoledì La Provincia sarà il ‘campo neutro’ del primissimo confronto pre-elettorale fra i tre principali candidati alla carica di sindaco di Cremona: Gianluca Galimberti, primo cittadino uscente e uomo-copertina del centrosinistra; Carlo Malvezzi, candidato ufficiale del centrodestra in tutte le sue componenti; Luca Nolli, frontman (un tempo si sarebbe definito ‘portavoce’) del Movimento 5 stelle. Più che un faccia a faccia, sarà un ‘3 contro 3’: da una parte del tavolo tre giornalisti a porre domande, dall’altra i tre candidati a dare risposte—

Il Bencivenga è il giornalista che ho ripetutamente sottolineato, per cui non mi stupisco che, sentiti i candidati, dia su noi elettori il seguente giudizio:

—Perché il 26 maggio il voto di ogni elettore sia consapevole. Motivato. Ragionato. Possibilmente di testa, e non di pancia, come sempre più frequentemente accade nel segreto dell’urna—

Dall’alto della sua classe giornalistica, il Bencivenga scrive che noi elettori votiamo frequentemente con la pancia, non col culo; io devo essere uno dei pochi sfuggiti al Bencivenga, uso la testa: senza esitare, Carlo Malvezzi.

Cremona 07 04 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Apr 05 2019

qui cremona-duecentoquarantatre 05 04 2019

QUI CREMONA – duecentoquarantatre

Voto Libera, siamo agli sgoccioli, il sito ha fatto il massimo possibile spostando più in alto l’avviso che è per giovedì 11 aprile, dalle 08 30 alle 19, nelle sedi di Cremona Crema Casalmaggiore Soresina; a mucchio i candidati, senza distinzione tra gli agricoltori veri con Baldrighi e i commissariati di Crotti, agricoltore con orto e vitello o capretta al pascolo, spinti da Biloni Filippini e Piva; in premio a Filippini la presidenza del giornale, agli altri due non si sa; naturalmente, se vincono i commissariati; i funzionari di Crema e Casalmaggiore han giurato che si asterranno, come in passato, dal fornire consigli.

Mercoledì 10 aprile, ore 17, nel salone dei Quadri di Palazzo Comunale, il sindaco Gianluca Galimberti premia Gino Ruggeri, il cittadino che si costituì parte civile nel processo Tamoil permettendo al Comune di incassare un milione di euro, per adesso, in conto risarcimento.

Sindaco di centrodestra, il continuo alternarsi delle posizioni produce anche effetti comici: sia i Fratelli d’Italia che gli scissionisti Bertusi&Jotta dichiarano basta ai metodi della vecchia politica, aiutati dalla solita ospitalità della Provincia, unico media in città a far cronaca spulciando facebook, siti, interviste degli altri eccetera; e spulcia anche i panini: tonno e uova per Malvezzi, gamberetti e asparagi per Zagni, oltre alla stretta di mano, unisce la maionese.

Qualche leghista non s’è ancora deciso a deporre le armi contro Malvezzi, insuperabili comunque i sinistruti (sinistri+trinariciuti) riportati dalla Provincia, uno su tutti: “un tramezzino tagliato a metà e una eventuale torta da spartire in undici o dodici, ha affondato il colpo pensando alla composizione di una eventuale giunta di centrodestra, ecco l’armata Brancaleone”

Giudizio di Carlo Malvezzi: “Fanno sorridere le reazioni scomposte degli esponenti della sinistra cremonese, per altro incoerenti e contrastanti tra loro. Stanno a indicare chiaramente quanto alla sinistra faccia paura un centrodestra con proposte forti, con idee concrete e con la voglia di ridare un volto nuovo e forte a Cremona dopo i cinque anni di grigiore in perfetto stile Pd”

Il punto 9 del programma di Galimberti: “più bambini, famiglie e comunità”

Cremona 05 04 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Apr 04 2019

qui cremona-duecentoquarantadue 04 04 2019

QUI CREMONA – duecentoquarantadue

Finalmente, a sette giorni dal voto, sito Libera e Provincia decidono di pubblicare l’elenco dei candidati; segno evidente di quel che pensano della volontà dei soci, ai piani alti del Quarto Lato di Piazza Duomo: i soci scarabocchino la scheda, magari ben consigliati, poi decidiamo noi. Un altro segno è l’assenza dall’elenco di Filippini Pierluigi che evidentemente, in cambio del sostegno alla campagna elettorale di Crotti, pretende la presidenza del giornale senza passare dall’esame del voto. Crotti Riccardo appare sia nei proprietari conduttori di Crema sia nella categoria economica della zootecnia: si vede che nel suo orto ben curato di 2500mq pascolerà un vitello. Mancano invece Bettoni e i Picasso, dati per certi a sostegno di Crotti e questo, a mio parere, gli fa onore. E manca soprattutto la divisione formale dei candidati in due liste, come è nella realtà: Crotti e i commissariati contro gli agricoltori veri di Cesare Baldrighi.

Respiriamo alto: sabato sei aprile, ore 17 15, al Filo, L’Isola dei Monasteri, con Maria Luisa Betri e Beatrice Del Bo dell’Università di Milano, e Don Andrea Foglia della Società storica cremonese, a presentare il progetto.

A mezz’altezza; centrodestra che pian piano si placa coi partiti che pongono a Carlo Malvezzi le condizioni atte a convincere i propri elettori; e la Provincia che tanto per cambiare le indurisce:

–L’aut aut della Lega Zagni: noi con Malvezzi solo se firma il contratto Priorità non negoziabili–

Tra le priorità che gli artigiani del violino si trasferiscano in Corso Garibaldi; e fa eco Fratelli d’Italia con le sue condizioni, forte del 5% alle politiche del 2018; insomma, a non stare attenti a quel che si dice e purtroppo si scrive, il rischio è far dimenticare agli elettori il sito di Galimberti coi suoi 12 punti per lo sviluppo di Cremona nel 2019/2024.

Spietato Walter Montini nella confessione a Gilberto Bazoli: voterebbe Galimberti per le infrastrutture coi soldi di Arvedi e per l’attenzione al sociale, ma, per come sono andate le cose, lui, al posto di Malvezzi e Zagni, avrebbe rinunciato: vediamo, noi del centrodestra, di non continuare a comportarci come avesse ragione…..

Cremona 04 04 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Apr 04 2019

insegnare l’odio 04 04 2019

INSEGNARE L’ODIO

Quando contesto la finalità dei Viaggi della Memoria ricordando i comunisti che han fatto molto peggio, in tutto il mondo, qualche superficiale di sinistra mi interrompe subito: ecco, vuoi giustificare i nazisti eccetera, senza lasciarmi il tempo di continuare che il male non è dei nazisti e dei comunisti, ma della comune razza umana; se ho il dubbio che il superficiale sia meno di sinistra di quel che sembri, lo invito a leggere Plutarco, ma se fa il tifo anche per i guerrieri di 2mila anni fa, è irrecuperabile. Qui un articolo della Provincia on line che, in zona foibe dove furono massacrati migliaia di italiani dai comunisti titini, scopre che gli italiani (fascisti) facevano rappresaglie come i tedeschi, dal che si capisce inutile Plutarco, anche impararlo a memoria, per certa gente…….

—Sono pochi gli italiani che conoscono il nome e la storia di Podhum, una cittadina oggi croata non lontana dal confine italiano. Qui nel luglio del 1942 gli italiani uccisero almeno 95 ragazzi e uomini dai 16 ai 64 anni, deportando il resto della popolazione in campi di concentramento sparsi un po’ in tutta Italia. Era una rappresaglia dai contorni non del tutto chiariti contro civili che comunque non c’entravano nulla: nella zona erano stati uccisi quattro maestri che imponevano l’italianizzazione forzata e poi c’erano continui atti di guerriglia partigiana. Insomma, era una rappresaglia contro gente comune, una di quelle rappresaglie che pensiamo abbiano fatto solo i tedeschi. Invece no, anche gli italiani sono stati capaci di azioni feroci, soprattutto in queste zone di confine che dalla fine della grande guerra ad anni recenti faticano ad assaporare la pace. Ed è proprio da Podhum che mercoledì 3 aprile è cominciato il viaggio della memoria. Vi partecipano oltre trecentocinquanta persone tra studenti, insegnanti, rappresentanti delle istituzioni e accompagnatori che dopo la tappa di ieri in Croazia visiteranno anche Trieste, Basovizza e Padriciano, tre luoghi che hanno visto gli orrori del Novecento.

Cremona 04 04 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Apr 03 2019

qui cremona-duecentoquarantuno 03 04 2019

QUI CREMONA – duecentoquarantuno

Scaduto da due giorni il termine per presentare i candidati, in Libera stanno ancora procedendo al controllo, manco i nomi fossero migliaia, prima di pubblicare le due liste. Il controllo davvero indispensabile, se cioè i funzionari dipendenti si permettessero consigli ai soci su chi votare, non s’è mai fatto, per l’ovvia doverosa conseguenza: il funzionario se lo permettesse, va a cercar lavoro da un’altra parte. Subito, appena colto sul fatto.

Comunque si vota l’11 aprile e ancora non si sa, ufficialmente, chi si presenta, e i soci non han nemmeno il tempo minimo per consultarsi, per decidere se gli agricoltori veri con Baldrighi, o gli ex Coldiretti pluricommissariati garantiti Piva con Crotti, il pensionato dal bell’orto……

Candidato sindaco del centrodestra: per fortuna, se diversi di noi aiutano Galimberti vedendo nemici invece che alleati, in cambio il www.gianlucagalimberti.it ci dà una bella mano; quando non bastano il violino “Bracco” o il via le barriere architettoniche dal centro città, dove la Manfredini sbagliata strappa le erbacce, ci si rifugia nei 12 punti del programma 2019/2024, uno più fantasioso dell’altro; che so, il 3: “più giovani”; i vecchietti come me ai margini?

Programma della Lega, ecco i titoli di presentazione:

La Provincia: “Lega con Malvezzi se sottoscrive il Contratto per Cremona”

www.cremonaoggi.it: “La Lega propone a FI un contratto di governo per sigillare l’alleanza alle comunali”

Lega e FI decidano in fretta con chi è meglio parlare…..

Il Contratto; peggio dei 12 punti di Galimberti è umanamente impossibile, ma qualche critica, tutto sommato lieve, la si può leggere sul facebook di Alessandro Carpani, mente agile.

Infine, tutto sommato con ritardo e fatica, l’alleanza per vincere con Carlo Malvezzi si sta completando.

Cremona 03 04 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Apr 02 2019

qui cremona-duecentoquaranta 02 04 2019

QUI CREMONA – duecentoquaranta

Chiuse ieri le liste Libera con poche sorprese, si vota l’11 per tentar di raddrizzare la baracca con Baldrighi alla testa degli agricoltori veri; o per accelerare gli sforzi titanici (da Titanic) per l’affondo, scegliendo la lista Crotti, pensionato con orto. Lista Crotti con significativa presenza di autorità al commissariamento, a partire dallo stesso Crotti; con significativa presenza di ex Coldiretti, perché Anga prima e Confagricoltura dopo insegnano pochino…….

Sindaco di Cremona; casino completo a destra, l’un contro l’altro armato al nobile fine di assicurare la conferma di Galimberti, il sindaco dall’impudenza più completa:

–Iniziati i lavori nei quartieri, in sinergia con la Fondazione Arvedi Buschini. Prima tappa il Cascinetto!–

La sinergia è che Arvedi sgancia milioni, indica come e dove spenderli, e Galimberti li usa come spot elettorale sul sito e facebook; il principale sponsor, il Pd, vede Galimberti col fumo negli occhi ma tace, noi di destra non facciamo che parlar male di Carlo Malvezzi, il candidato migliore che potessimo trovare; per adesso, abbiamo solo evitato di scriver parolacce sui muri del Duomo.

Fazioni della destra aiutate dalla Provincia con le sue migliori penne, che continuano a ricopiarsi con Malvezzi che brucia Zagni all’ultima curva; con gli ex Forza Italia che intendono presentare una propria lista, se riescono a trovare le firme di sostegno; con i tre big locali di Fratelli d’Italia che contestano tutto e tutti, dal metodo a Malvezzi alla Meloni. Immagino che la pazienza di Salvini e Grimoldi sia al limite, la Lega vince anche al Sud e si suicida a Cremona. Domani è annunciata la conferenza stampa di Zagni e Burgazzi, dio sa che diranno, se l’accordo è trovarsi giovedì con gli altri per definire i dettagli. La tela di Penelope rivisitata……

Cremona 02 04 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Apr 02 2019

i bendicenti in carta 02 04 2019

I BENDICENTI IN CARTA

Cabrini Mauro, il giornalista che brinda ma non beve quando i colleghi di Cronaca perdono il lavoro, lancia sulla Provincia un poderoso spot elettorale a favore di Galimberti, saltando in sella a Alessia Manfredini; magari senza accorgersene, ma anche fosse è un diritto del giornale. Quel che invece è comico, visto il pulpito, è il titolo che Cabrini assegna allo spot: “Gli odiatori in servizio permanente”, che saremmo noi dei social, mentre per esempio la Provincia non ha mai scritto 130 centotrenta pezzi contro il galantuomo Umberto Lonardi, colpevole di aver strappato il Fodri al signor padrone; invece, a dimostrazione che loro non denigrano, mai!silenzio sull’esistenza dei nemici, i Coldiretti in primis, Campagna Amica dove si affollano i cremonesi, capitan Voltini a cui il Sistema tira continuamente la giacca perché salvi la Fiera eccetera eccetera.

Compito lungo lo spot, per le modeste forze del Cabrini Mauro, il giornalista che brinda ma non beve quando i colleghi di Cronaca perdono il lavoro; a volte si è perso; io, per esempio, avrei evitato “chi conosce Alessia Manfredini sa che l’erba l’ha sempre strappata. Così come ha sempre raccolto rifiuti, ridipinto panchine, accumulato mozziconi e sistemato aiuole”.

Non spiego perché, magari il Cabrini Mauro, il giornalista che eccetera, è capace di offendersi……

Cremona 02 04 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Apr 01 2019

qui cremona-duecentotrentanove 01 04 2019

QUI CREMONA – duecentotrentanove

Tanto per spiegare come son raffazzonati i Crotti boys, mica l’ho inventato io il soprannome Wanda Nara&Icardi, è uscito spontaneamente da loro. E ripetuto, alle spalle, perché fa parte del primo interesse che dimostrano verso la Libera, la caccia alla poltrona, e ogni arma per eliminare il concorrente va bene. S’è mai visto un Filippini che promette l’appoggio a Crotti purché gli ceda la presidenza del giornale?

E un’altra coppia, i grandi vecchi Lanzoni&Valcarenghi, considerati portatori di voti che useranno gli altri? Quanto dura un gruppo se condotto solo con la mira dell’interesse personale? Gli agricoltori veri con Cesare Baldrighi presidente hanno progetti che non toccano l’interesse personale, la carica ben retribuita, le foto sulla Provincia eccetera che poi, se ne ricordino gli eventuali elettori di Crotti, riguardano a far tanto dieci soci, non chi li vota. Capitan Voltini, uno che i progetti li immagina e realizza, a proposito della crisi del Pecorino Sardo&Romano:

—Voglio prendere ad esempio questa vicenda perché è emblematica dei rischi che corre l’agroalimentare italiano laddove mancano trasparenza e rispetto delle regole; quando ciascun soggetto della filiera (produttore, trasformatore, grossista, gtande distribuzione, esportatore) si comporta da speculatore pensando solo al proprio esclusivo tornaconto, senza quella visione più lungimirante che dovrebbe caratterizzare il vero imprenditore—

Da Il Coltivatore Cremonese; capitan Voltini ricorda che anche il produttore ha le proprie responsabilità, come, lo ricopio io, il socio Libera che scelga la poltrona. Per gli altri, ma anche fosse per sé cambia poco.

Sindaco centrodestra, troppo bello immaginare la quiete dopo l’accordo nazionale raggiunto tra i big; basta una scorsa veloce facebook per leggere quanti leghisti preferiscono tagliare i coglioni a Salvini pur di far dispetto a Malvezzi; Salvini che, a misfatto raggiunto, si complimenterà con i vari Bossi, Grassani, Burgazzi e via dicendo, per non parlare di Alessandro Zagni, che oggi si inventa un pesce d’aprile tutto suo; e per completare, un Marcello Ventura che contesta da pari a pari Giorgia Meloni: ti sei permessa di non consultarci su Cremona!

Carlo Malvezzi è politico di smisurata pazienza e ottime maniere, ma se gli alleati preferiscono Galimberti e la sinistra c’è poco da fare; almeno avessero la chiarezza dei Crotti boys: poltrone, poltrone e ancora poltrone!

Per chiudere, quattro risate con la Provincia; dal Punto di ieri:

—La sfida è aperta e La Provincia si offre come campo neutro per discuterne da qui alle elezioni, per ospitare i punti di vista di tutti e per mettere a confronto i candidati ‘faccia a faccia’, sulla proposta complessiva e su ogni singolo tema che riguardi il futuro della città: le scelte urbanistiche, la qualità dei servizi, la mission del Comune, le politiche sociali, la tutela dell’ambiente, la mobilità, i piani per lo sport e la cultura. L’invito è lanciato. Rsvp. Répondez s’il vous plaît…— Campo neutro che ieri pubblica foto e commento su Malvezzi che fa le corna ai leghisti; capisco la necessità, la Provincia è l’unico quotidiano in carta di Cremona, ma io al posto del centrodestra passerei il Rubicone, c’è il gruppo ben più fornito di lettori di Arvedi&Silla, Tv e Cremonaoggi.

Cremona 01 04 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Mar 31 2019

qui cremona-duecentotrentotto 31 03 2019

QUI CREMONA – duecentotrentotto

In Libera nessuno mi legge, però non faccio in tempo a scrivere che tra i Crotti boys son apparsi gli over 80 Valcarenghi&Lanzoni a contrastare i “nemici” di “Per Baldrighi presidente”, lista zeppa di quarantenni, che subito si scatenano le pressioni per convincere i due a ritirarsi! Crotti boys già alquanto appesantiti dalla nomea di far commissariare dove dirigono, Crotti l’Apa, Filippini la Libera stessa, d’aver imparato quel poco che sanno di buona dirigenza dai Coldiretti, vedi Biloni, d’esser spinti alla luce del sole ma di nascosto da Piva, e fra le truppe cammellate Bettoni e la premiata Wanda Nara&Icardi, insomma, facile capire per chi faccia il tifo capitan Voltini: i Crotti boys danno migliori garanzie di Baldrighi. Di condurre in fretta la Libera al disastro! E mi ripeto, chi vinca dei due sistemi il giornale, in fretta, prima che col nuovo direttore il gruppo si faccia nemici pesanti; Punto al solito caotico banale squilibrato zeppo di consigli che nessuno chiede; una delle tante gemme:

—I più maligni, ma anche i più vicini alla pancia del Carroccio, ipotizzano una possibile resistenza passiva: non una vera fronda, tantomeno un’opposizione dichiarata al candidato forzista imposto dagli accordi regional-nazionali, ma neppure un appoggio incondizionato e convinto, quello che serve per vincere le elezioni, banchetto per banchetto, comizio per comizio, casa per casa—

I leghisti di Cremona ragionano con la pancia!

E la mania cabrinesca di pescare da facebook le malignità più insane, come la Provincia non avesse autonomia&fantasia per trovare da sola le notizie che contano!

Copiati di sana pianta foto e testo del Sorpasso con Malvezzi che fa le corna:

—«Dopo aver narcotizzato il suo futuro vicesindaco, legatolo con lo scotch al sedile del passeggero, il Malvezzone Nazionale è stato visto sfrecciare con la sua spider e fare gestacci di fronte alle abitazioni dei più famosi esponenti della Lega cremonese» il commento. La commedia indelebile di Dino Risi in salsa cremonese. Con tanto di corna—

Sono amico da anni, e posso assicurare che anche a tu per tu il massimo che possa uscire dalla bocca di Carlo Malvezzi, ma bisogna, a suo giudizio, avergliene fatte troppe, è un banale: quello è uno stronzo! E le buone maniere, la cortesia, sono tratti noti anche agli sconosciuti che lo fermano per strada; altro che il giro con corna e gestacci di fronte alle abitazioni degli alleati della Lega.

Un Bencivenga senza freni inibitori; oggi contro Malvezzi e la Lega, e quando avvenisse, che so, verso Arvedi, il Vescovo, come nel Punto scorso verso i ragazzini nati altrove, ci avete pensato, presidenti della Libera?

Cremona 31 03 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

« Prev - Next »