Archive for the 'Striscia La Provincia' Category

Mar 24 2019

qui cremona-duecentotrentuno 24 03 2019

QUI CREMONA – duecentotrentuno

Il Bencivenga non solo non corregge nell’edizione on line della Provincia il Punto che questa mattina ho stroncato, a proposito dei rischi che corrono i nostri figli, e che qui ripeto per chi non l’avesse letto:

–Ora i rischi sono ben altri: il bullismo diretto o via social, la pedofilia che dilaga e si insinua attraverso internet, l’offerta continua e a basso costo di droghe devastanti, il consumo di alcol fin dall’età scolare, la convivenza forzata con coetanei nati altrove, con altre regole, altri valori, altri principi e stili di vita…–

Punto che, con un editore che non fosse la Libera, gli farebbe passare i guai, per il serio rischio di consacrare la Provincia per il giornale più razzista d’Italia, ma ha pure la faccia di sostenere d’aver ragione, il Bencivenga, e che forse io non son capace di leggere! Ecco la risposta che appare sul mio blog:

–Prima di commentare, bisognerebbe capire. Evidentemente lei ha completamente frainteso il senso del mio commento. O non sono stato abbastanza chiaro (possibile) o il suo è solo uno strumentale e gratuito pregiudizio (molto probabile). Mi spiace che chi ha creato un blog per suscitare dibattito in una provincia importante è illuminata come Cremona possa cadere così in basso, con polemiche evidentemente faziose e senza costrutto. Libero di rimpiangere il collega Zanolli, naturalmente, non di insultarmi–

Più chiaro di quel che ha battuto, se le parole son sempre quelle scritte in nero: i rischi dei nostri figli sono bullismo pedofilia droga alcol la convivenza forzata con eccetera; e se il Bencivenga trova un’altra interpretazione me la passi, la pubblico volentieri.

Candidato sindaco del centrodestra, silenzio di www.cremonaoggi.it che cerca altro se sull’argomento ha nulla da scrivere; invece consueta mezza pagina di pettegolezzi con foto della Provincia, che evidentemente non ha notizie sulle elezioni Libera, sulla Fiera; sui Coldiretti è pacifico: non esistono!

Sul voto Libera una nota la scrivo io: Baldrighi con l’aiuto degli agricoltori veri dovrebbe vincere sui tre commissari Crotti Filippini Biloni; dopo, grane a non finire col giornale, che Baldrighi non può certo lasciare in queste condizioni.

Cremona 24 03 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Mar 24 2019

ma dove sono andati a prenderlo? 24 03 2019

Published by under Striscia La Provincia

MA DOVE SONO ANDATI A PRENDERLO?

Fino a ieri s’accontentava della sua specialità, l’esser banale, col Punto di oggi ha deciso l’affondo, descrivendo la vita dei nostri figlioletti:

—Ora i rischi sono ben altri: il bullismo diretto o via social, la pedofilia che dilaga e si insinua attraverso internet, l’offerta continua e a basso costo di droghe devastanti, il consumo di alcol fin dall’età scolare, la convivenza forzata con coetanei nati altrove, con altre regole, altri valori, altri principi e stili di vita…—

Neanche il Borghezio dei tempi d’oro si sarebbe azzardato a scrivere che bullismo pedofilia droga alcol, per i nostri ragazzi, sono rischi simili alle classi miste con ragazzi di altri Paesi: o il Bencivenga Marco, neo direttore della Provincia, non ha molta pratica con l’italiano o il termine “razzista” per lui è insufficiente.

Naturalmente il Bencivenga può scrivere e dirigere un giornale solo a Cremona, città di morti che vivono, perché nessuno riprenderà le mie parole; Arvedi ordinerà il silenzio ai suoi media perché non bisogna turbare gli equilibri con la Libera, editore di tanto giornale; il Vescovo è Vescovo di tutti, dunque anche del Bencivenga; il Partito democratico a due mesi dal voto non deve inimicarsi la Provincia; Gianluca Galimberti piuttosto di protestare sceglie di saltare la Messa tre domeniche, in segno di penitenza; forse solo i centri sociali, avessero una voce credibile.

Infine una richiesta all’editore: ci ridia Zanolli!

Cremona 24 03 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

2 responses so far

Mar 23 2019

qui cremona-duecentotrenta 23 03 2019

QUI CREMONA – duecentotrenta

Il Filodrammatici del presidente Giorgio Mantovani in moto perpetuo: lunedì 25 marzo alle 21 il Gruppo teatrale Primadonne presenta un testo di Dacia Maraini, “Due donne di provincia”; continua la recita della Commedia di Alberto Baldrighi, martedì 26 marzo alle 21 il XXIV dell’Inferno.

Altre recite in Libera, che si concluderanno col voto dell’11 aprile, a schieramenti decisi: il partito dei tre commissari Crotti Biloni Filippini forte del successo dei suoi big che, tutti e tre! han portato al commissariamento le rispettive associazioni, cui si è unito Bettoni e la coppia Wanda Nara&Icardi; il partito degli agricoltori veri condotto da Cesare Baldrighi che, avendo l’azienda sul cremasco, scompagina i fedeli dell’orto di Crotti; chiunque vinca, ma i tre commissari non riescono a nascondere la preoccupazione di perdere, risolva in fretta la grana del giornale!

Che continua a cavalcare alla Bencivenga, esecutore il Cabrini, il toto sindaco del centrodestra: e quando Lega e Forza Italia finiscono di dare spettacolo? Prima del 26 aprile un candidato dovranno pur sceglierlo……

Il Piccolo e www.cremonaoggi.it si limitano a dar notizie che somiglino alle notizie, non è un impegno tanto arduo!

Cremona 23 03 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Mar 22 2019

qui cremona-duecentoventinove 22 03 2019

QUI CREMONA – duecentoventinove

Per fortuna in campagna elettorale non siamo solo noi di centrodestra a far ridere:

—Sabato 23 marzo alle 15.30 presso la Sala Zanoni in via del Vecchio Passeggio 1, il Partito di Alternativa Comunista presenta i suoi candidati in vista delle prossime elezioni comunali. “Centro destra, centro sinistra e ora Movimento 5 stelle – spiegano dal partito – non rappresentano nessuna vera alternativa che possa soddisfare le richieste delle classi popolari. Ovunque questi schieramenti hanno governato, hanno seguito le stesse ricette fatte di precarietà nel lavoro, privatizzazione nei servizi pubblici e devastazione ambientale”—

E’ www.cremonaoggi.it a ospitarli; noi del centrodestra siamo invece ospitati da Gilberto Bazoli, addetto stampa di Galimberti, che usa la grazia di chi è capace di trasformare il pettegolezzo in commedia:

—Dunque, lunedì 18 marzo, tarda serata: “Adoro Salvini ma Malvezzi (Forza Italia, ndr) non è e non sarà mai il mio sindaco – scrive nella chat un dirigente leghista -. A Cremona le decisioni altrui le subiamo noi. Proviamo a farci ascoltare, per favore”. Un compagno di partito rilancia: “Condivido, perché dobbiamo sempre subire le decisioni prese da altri? A cosa serve fare politica sul territorio se le decisioni sono delegate a chi in quel territorio non ci vive?”. Quasi tutti fanno quadrato intorno ad Alessandro Zagni, ma spunta una voce fuori dal coro: “Peccato che questa persona che non vive sul territorio si chiami Matteo Salvini. Se ha deciso per Bergamo e Pavia (gli altri due capoluoghi lombardi al voto) avrà i suoi buoni motivi. No?”—

Nel pettegolezzo naviga invece con l’autorevolezza che gli viene dalla lunga esperienza Cabrini Mauro, quello che brinda ma non beve mai! che chiude la pagina della Provincia col titolo: “Scontro al curaro tra Carletti e Giovetti”, dove ricama per filo e per segno le parole che si scambiano. Anche basse.

Comitato ieri in Libera: cambiare il regolamento elettorale per adeguarlo allo Statuto? Non fia giammai, e se un socio ricorre al Tar e vince, noi saremo i primi martiri del Quarto Lato di Piazza Duomo!

Della Fiera nessuno parla, dio sa perché.

Cremona 22 03 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@mail.com

No responses yet

Mar 21 2019

qui cremona-duecentoventotto 21 03 2019

QUI CREMONA – duecentoventotto

Formazioni quasi definitive per la sfida in Libera: Crotti e il suo orto vs Baldrighi con gli agricoltori veri, i Bettoni boys divisi nei due gruppi per garantirsi comunque un seggiolino, ignoro se l’abbia fatto anche la premiata coppia Wanda Nara&Icardi; ma chiunque vinca, spero abbia presenti gli enormi problemi che deve risolvere, cominciando dal giornale. Che oggi pomeriggio nell’edizione on line pubblica il video del bambino del pullman, a volto scoperto: l’autista dovrebbe essere un pazzo isolato, ma avesse dei complici il bambino corre seri rischi; Zanolli non era così superficiale. Pagina 16 dell’edizione in carta, Bencivenga al Lions a spiegare il giornalismo tra etica e fake news:

—Autorevolezza e competenza si conquistano con il lavoro giornaliero: alla base di tutto ci deve essere la scelta di compiere la professione seguendo precisi codici di comportamento e deontologici. Un sistema di regole in contrapposizione al Far West di Internet—

Il Far West di Internet quando lo usano gli altri; le pagine 8 e 9 della Provincia in carta di oggi quasi dedicate alle pagine facebook di Alessandro Zagni e a tanti pettegolezzi simili alle fake. Nella foga di scrivere il Cabrini Mauro non rilegge Paolo Carletti che va in gol, ma nella sua porta:

—E badate: francamente ci spiace perché avere una buona opposizione è la ricetta migliore per ben governare e questa giunta di centrosinistra una buona opposizione non l’ha mai avuta—

Quindi anche per Paolo Carletti la Giunta Cilecca ha governato mediocremente. Un consiglio da amico a Alessandro Zagni, che nonostante le evidenze contrarie spera sempre diventare il candidato sindaco del centrodestra: specie per le “traduzioni” che ne fa la Provincia, meno parole al vento, scritte e parlate, prenda esempio da Carlo Malvezzi!

Cremona 21 03 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Mar 19 2019

il nuovo corso 19 03 2019

Published by under Striscia La Provincia

IL NUOVO CORSO

Locandina della Provincia a Casalmaggiore, la prima notizia!

Manca il cestino

cumuli

di mozziconi

davanti al nido

Cremona 19 03 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Mar 18 2019

qui cremona-duecentoventicinque 18 03 2019

QUI CREMONA – duecentoventicinque Mi spiace che Matteo Salvini abbia inculcato il razzismo anche a sinistra, ma non mi permetto di dubitare delle parole attribuite a Rosita Viola da www.cremonaoggi.it:

—Nella Settimana d’Azione contro il razzismo è bene ricordare che il razzismo non è un’opinione ma un reato. E’ necessario intensificare gli sforzi ad ogni livello – afferma l’Assessore alla Trasparenza e Vivibilità sociale Rosita Viola – poiché anche nel nostro Paese il razzismo è diventato la normalità nella realtà quotidiana, diffusa, determinata da una pericolosa deriva culturale antistorica—

Normalità della vita quotidiana, diffusa: pazienza, noi italiani siam fatti male. Ma non tutti, in Libera sanno ancora ridere, mi dicono correr voce i coniugi Picasso sian diventati WandaNara&Icardi, che Baldrighi Cesare corre ma non sa per cosa e potrebbe trovarsi presidente senza un programma, senza addirittura saperlo, forse contro la sua stessa volontà; che il Crotti invece, ex coldiretto in coppia con l’altro ex Biloni il programma ce l’abbia, ma senza le spiegazioni di Piva non sia in grado di capirlo perché lui ha sempre fatto il veterinario Asl, mai l’agricoltore, al contrario dell’altro sponsor Filippini, che si sente già il culetto sulla presidenza del giornale.

Sindaco del centrodestra, tranne il sondaggio lanciato dalla Provincia on line, null’altro di certo; le voci dan sempre Malvezzi in pole con Zagni vice, ma stavolta manca l’expertise di Massimiliano Salini; certo solo il finale, se il 26 maggio si perde: Matteo Salvini in persona farà una grossa expertise ai suoi, ma di quelle che non si dimenticano per anni!

Cremona 18 03 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Mar 17 2019

allineati e coperti 17 03 2019

Published by under Striscia La Provincia

ALLINEATI E COPERTI

Ripetuto in carta il rimprovero ai burloni: non si falsa il sondaggio del candidato sindaco di centrodestra! Messo on line il Punto di Bencivenga che svela uno dei misteri di Fatima: la destra cremonese rischia la sconfitta, se non decide in fretta chi candidare!

La Provincia fin che c’è, anche col nuovo direttore!

Cremona 17 03 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Mar 16 2019

nudi alla meta! 16 03 2019

Published by under Striscia La Provincia

NUDI ALLA META!

Quando un amico mi avverte non riesco a crederci; apro la Provincia on line e devo leggere tre volte per convincermi d’aver ben letto: Bencivenga Marco, il nuovo direttore, firma il pezzo da brividi che riporto sotto; da brividi perché, se lo scrive, evidentemente, non si rende conto di cosa scrive. Nel tentativo di riguadagnare le copie perse, il Bencivenga lancia tra i lettori il sondaggio on line: quale sindaco di centrodestra preferite? E gongola di quel che reputa un successo quando le risposte arrivano a migliaia; il sospetto gli viene dopo, verifica e scopre che qualche burlone ha votato a raffica, superando i controlli che immagino quanto sicuri, e conclude:

—Ma una soddisfazione ci resta: se nelle ore frenetiche che stanno portando alla scelta del futuro candidato sindaco del Centrodestra c’è chi spende il proprio tempo per provare ad alterare il sondaggio, significa implicitamente che il nostro sito e La Provincia nel suo complesso sono considerati soggetti importanti e autorevoli sulla scena della città. Ed è per noi un motivo di grande orgoglio. Grazie a tutti, quindi. Hacker e smanettoni compresi—

Da restare sgomenti; prima di tutto se il Bencivenga lancia un sondaggio si rivolga a uno che lo sappia fare con sicurezza, hacker o non; poi il Bencivenga scambia per motivo di orgoglio una burla evidente, altro che “soggetti importanti e autorevoli sulla scena della città”; e la prova del nove che il Bencivenga non ha capito è che lo racconta lui stesso: fosse stato zitto chi se ne sarebbe accorto?

Cremona 16 03 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

—La sondaggistica è una scienza esatta, che prevede campioni mirati, modelli matematici ed elaborazioni complesse. Altra cosa sono i sondaggi istantanei proposti da giornali, siti o tv. In questo caso, la parola è la stessa – sondaggio – ma la funzione cambia: non si parla più di uno studio scientifico, ma soltanto di un termometro, di un sensore, di uno strumento chiamato a misurare empiricamente una tendenza. E questo era il senso del sondaggio lanciato ieri sul nostro sito – www.laprovinciacr.it – in piena bagarre politica nel Centrodestra per la scelta del candidato sindaco da opporre al primo cittadino uscente Gianluca Galimberti, frontman della coalizione di centrosinistra, e a tutti gli altri aspiranti alla fascia tricolore. “Chi vorresti?” era la domanda rivolta ai nostri lettori online. E subito sono iniziate ad arrivare le risposte: prima a decine, poi a centinaia, a un certo punto a migliaia. Un vero successo! Una risposta talmente forte da indurci a effettuare alcune verifiche, dalle quali è emersa la presenza di voti multipli “sospetti”. In via ordinaria il sistema impedisce allo stesso utente di votare più volte, quindi di alterare l’esito della consultazione: “Gentile utente, hai già votato per questo sondaggio”, informa la schermata che, di fatto, blocca la possibilità di replicare il proprio voto. I navigatori più esperti, però, hanno trovato il modo per eludere questo filtro: l’analisi dei flussi di voto rivela che qualche “smanettone”, se non proprio un hacker, ha superato le barriere tecnologiche (e della correttezza) per spingere in alto le quotazioni di questo o quel candidato. Naturalmente, la furbata non è sfuggita ai nostri sistemi di controllo. Morale: con l’imbroglio si va poco lontano. Ma una soddisfazione ci resta: se nelle ore frenetiche che stanno portando alla scelta del futuro candidato sindaco del Centrodestra c’è chi spende il proprio tempo per provare ad alterare il sondaggio, significa implicitamente che il nostro sito e La Provincia nel suo complesso sono considerati soggetti importanti e autorevoli sulla scena della città. Ed è per noi un motivo di grande orgoglio. Grazie a tutti, quindi. Hacker e smanettoni compresi.

Marco Bencivenga
Direttore responsabile
La Provincia di Cremona

16 Marzo 2019

No responses yet

Mar 13 2019

qui cremona-duecentoventi 13 03 2019

QUI CREMONA – duecentoventi Mi ricordano che Antonio Piva candidato sindaco del centrodestra cremonese avrebbe l’appoggio integrale della Provincia: basta come grande elettore? Ma il casino tra noi è tale che tutto, purché possibile, diventi probabile. Mentre le liste civiche in appoggio a Galimberti nascono come funghi dopo la pioggia, la destra cremonese deve ancora decidere il proprio Galimberti; Piva è una delle tantissime voci.

Molto più divertente il casino sul voto Libera; dopo settimane di silenzio stasera appaiono due newsletter, 9 e 10 del 1 e 8 marzo; credevo avessero capito di piantarla col Muro del Pianto Apa, e invece ecco da leggere:

—COLDIRETTI, DUE PESI E DUE MISURE SU CISSVA E APA CREMONA
Non sappiamo bene di cosa si occupi a Brescia la cooperativa CISSVA ma in relazione alla notizia riportata da Agrapres sulla presa di posizione del presidente Coldiretti provinciale, regionale e nazionale, Ettore Prandini, si dovrebbe trattare di allevamento. Dice Prandini, e in linea di principio non si può che essere d’accordo con lui, “La cooperativa Cissva deve rimanere nelle mani degli allevatori del territorio… le difficoltà contingenti sono innegabili, Coldiretti non risparmierà energie
per far sì che la cooperativa rimanga in mano agli allevatori e che con un piano di rilancio possa garantire un reddito soddisfacente alle aziende”. Vista questa bella presa di posizione sarebbe stato bello che Coldiretti, con Prandini e Voltini in testa, avesse avuto lo stesso spirito anche per lasciare l’Apa di Cremona agli allevatori cremonesi. Sarebbe stato più bello e anche più facile perché l’Apa di Cremona non versava in alcuna grave difficoltà. Anzi disponeva di cospicue risorse che sono finite
nel calderone generale—

Capisco, Apa Cremona fosse rimasta a presidenza Crotti Riccardo, malmessa fin che si vuole, ma qualche voto per la presidenza Libera gliel’avrebbe portato, all’ex Coldiretto, che ora invece deve contare solo su Biloni, altro ex Coldiretto, Piva e Filippini; nuovo consiglio il 22 marzo, dopo quello di lunedì su cui continuano ad arrivarmi gustosi dettagli; l’attuale maggioranza non ne vuol sapere di adeguare il regolamento elettorale allo statuto, si vota l’11 aprile, prima non è possibile, perché nessuno dei soci fa ricorso, perché tutti imparentati coi conigli, la versione della maggioranza, soprattutto i coniugi Picasso e Bettoni con bava alla bocca; al direttore Zoni che osserva se ci son regole, a evitare guai, è meglio rispettarle, salta in testa Bettoni: tu devi obbedire a noi e basta! Insomma, nessuno degli agricoltori veri presenterà ricorso al Tar, nemmeno quelli che son già passati dall’avvocato dandogli l’incarico; dopo, con calma, ci si rivolgerà al responsabile dei danni, visto anche il parere di Roma, concorde agli agricoltori veri. Questa è la Libera di oggi!

Cremona 13 03 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com


No responses yet

Next »