Archive for the 'religioni' Category

apr 06 2018

anch’io interpreto 06 04 2018

Published by under cronaca nazionale,religioni

ANCH’IO INTERPRETO
Dall’Avvenire, il giornale dei Vescovi italiani. Se Dio è in concorrenza col diavolo, vuol dire che appartengono allo stesso genere……
—Gentile direttore, un diacono (“Avvenire” dell’8 marzo 2018) torna, come altri lettori, a chiedere di correggere il «non ci indurre in tentazione» nel Padre Nostro. Per me sarebbe un cambiamento inutile. Già i fedeli interpretano la frase come «evitaci le tentazioni». Sottigliezze che non servono rispetto a una lunga tradizione. Molto meglio porre in risalto gli (attuali) dettami dei Comandamenti. Eccetera.

Cremona 06 04 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

feb 06 2018

falso come un prete 06 02 2018

FALSO COME UN PRETE
Capisco gli obblighi dell’Europa che riceve un Erdogan portatore di grandi interessi commerciali e militari, ma ser Francesco Papa, tutti i giorni a sgridarci per ogni migrante che scivola in acqua e annega, non prova disagio davanti al suo Dio quando stringe la mano a un assassino che appena torna in Turchia continua la sua missione?

Cremona 06 02 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

gen 08 2018

vicini a dio 08 01 2018

Published by under barzellette,religioni

VICINI A DIO
Uno spirito liberissimo, Mauro Anetrini, sulla sua bacheca facebook:
–Indipendentemente dalle idee politiche e dal credo religioso, proviamo a chiederci perché dopo 2000 anni la Chiesa Cattolica è così solida. Una delle ragioni sta nella rigorosa applicazione (fatte salve alcune eccezioni, ovviamente) di questa regola: la classe dirigente è selezionata tra i migliori, non tra gli amici degli amici–
Mia madre, cattolicissima, ne aveva “scoperta” un’altra: Dio esiste davvero!

Cremona 08 02 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

dic 27 2017

era ora 27 12 2017

ERA ORA che il Papa facesse il Papa, difendesse non solo la sua religione, ma anche la nostra cultura e la nostra vita, impregnate di essa; dall’Avvenire, il giornale dei Vescovi: —Il vero significato del Natale è stato al centro, questa mattina, dell’udienza generale del mercoledì in aula Nervi, l’ultima dell’anno. “Ai nostri tempi – ha esordito papa Francesco, specialmente in Europa, assistiamo a una specie di snaturamento del Natale: in nome di un falso rispetto di chi non è cristiano, che spesso nasconde la volontà di emarginare la fede, si elimina dalla festa ogni riferimento alla nascita di Gesù. Ma in realtà questo avvenimento è l’unico vero Natale!”. “E se al centro c’è Lui, allora – ha proseguito il Papa – anche tutto il contorno, cioè le luci, i suoni, le varie tradizioni locali, compresi i cibi caratteristici, tutto concorre a creare l’atmosfera della festa. Ma se togliamo Lui, la luce si spegne e tutto diventa finto, apparente”.
Cremona 27 12 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

dic 22 2017

alla fine l’han trovato 22 12 2017

ALLA FINE L’HAN TROVATO Avvenire, il giornale dei Vescovi italiani; un santo, per esser tale, deve aver compiuto almeno un miracolo; gli incaricati della ricerca, poveretti, per trovarne uno a merito di Paolo VI, han dovuto penare fino a 39 trentanove anni dopo la morte; salvo altri rimasti sconosciuti…… —Il beato Paolo VI fa un altro passo verso la canonizzazione. Sarà probabilmente proclamato santo il prossimo anno. A fine novembre è stato esaminato il miracolo per “intercessione” del Papa originario di Concesio, (beatificato il 19 ottobre di due anni fa proprio da papa Bergoglio) da parte della Congregazione delle Cause dei Santi. Sono stati infatti accolti i requisiti di validità per il fine della canonizzazione del Pontefice bresciano da parte delle consulte medica e teologica della Congregazione vaticana.
Ad anticipare questa possibilità è stato proprio il settimanale della diocesi di Brescia “La Voce del Popolo”. «Il miracolo attribuito all’intercessione di Giovanni Battista Montini – scrive il settimanale – circa la guarigione di un feto, al quinto mese della gravidanza, nel 2014 è stato approvato. La mamma in attesa, della provincia di Verona, era a rischio di aborto per una patologia che avrebbe potuto compromettere la vita del piccino e della madre, e venne a pochi giorni dalla beatificazione di Montini a Brescia, al Santuario delle Grazie, per pregare il Papa. Nascerà successivamente una bambina a tutt’oggi in buona salute».
Cremona 22 12 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

dic 20 2017

non credente 20 12 2017

Non credente, rispetto tutte le religioni, anche l’islamica, e allora ospito molto volentieri l’amico Carlo!

Il Natale è Qualcuno che arriva, è Dio che si fa carne perché da solo l’uomo non si salva.

Anche la politica ha bisogno di questo sguardo. Di occhi che si accorgano di una grandezza che li sovrasta e li abbraccia, che è più di ogni calcolo fatto anche a fin di bene. Quando l’uomo se ne rende conto, ha voglia di restituire ciò che riceve e di farlo gratuitamente. Auguro a me stesso e a tutti voi di mantenere desta questa coscienza.
Carlo Malvezzi

No responses yet

dic 13 2017

basta riconoscerlo 13 12 2017

BASTA RICONOSCERLO Con l’aiuto di Dio; è Papa Francesco dalla Stampa: —Attenti a Satana: «È il male, non è la nebbia di Milano. Non è una cosa diffusa, è una persona. Con Satana non si può dialogare, se tu incominci a dialogare con Satana sei perduto, è più intelligente di noi, e ti rovescia, ti fa girare la testa e sei perduto». Lo afferma Papa Francesco, nell’ottava puntata del programma “Padre Nostro”, condotto dal cappellano del carcere di Padova, don Marco Pozza, in onda su Tv2000 domani mercoledì 13 dicembre, alle 21.05. Per Francesco, il diavolo ha nome e cognome ed entra anche in casa nostra: «Fa sempre finta di essere educato con noi. Con noi sacerdoti, con noi vescovi, è educato, entra e poi finisce male se non te ne accorgi in tempo»
Cremona 13 12 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

dic 12 2017

colonizzazione ideologica 12 12 2017

Published by under cronaca nazionale,religioni

COLONIZZAZIONE IDEOLOGICA E’ ser Francesco Papa all’Avvenire, il giornale dei Vescovi; ricordasse ch’è il primo condottiero d’una religione che per 1100 anni, come il califfato dell’Isis, ebbe un regno, con regole non proprio liberali, anche fermandoci al solo ’800…… –”Cari fratelli, in mezzo a questa dialettica fertilità-sterilità guardiamo alla ricchezza e alla diversità culturale dei nostri popoli dell’America Latina e dei Caraibi, è un segno di grande ricchezza che siamo invitati non solo a coltivare, ma soprattutto nel nostro tempo, difendere coraggiosamente da tutti i tentativi omologanti che finiscono per imporre – sotto slogan attraenti – un modo unico di pensare, di essere, di sentire, di vivere, che finisce per rendere nulla o sterile ogni cosa ereditata dai nostri anziani”. Sono le parole, in spagnolo, pronunciate da papa Francesco nella Messa per l’America Latina, celebrata nella basilica di San Pietro in occasione della solennità della Beata Vergine Maria di Guadalupe. “Questo – ha aggiunto – finisce per far sentire, soprattutto i nostri giovani, poca cosa per appartenere a questa o quella cultura”. Insomma, ha concluso, “la nostra fertilità ci impone di difendere i nostri popoli da una colonizzazione ideologica che annulla i più ricchi di loro, siano essi indigeni, afroamericani, meticci, contadini o suburbani”.
Cremona 12 12 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

dic 11 2017

il trasformismo 11 12 2017

IL TRASFORMISMO Non è un caso l’invenzione venga attribuita a uno che si chiamava Depretis: dai preti della Chiesa Cattolica c’è da imparare tutto, anche la correzione di Gesù, ignoro il colore della matita. Credo però Gesù avesse ragione; suo padre Dio per tutto l’Antico Testamento ha spinto il popolo eletto verso la tentazione; siamo arrivati noi cristiani completi dalla nascita di peccato originale; crescendo, dobbiamo confessare i nostri peccati perché costruiti in modo, noi, da non poter evitarli (per fortuna, n.d.r.); e alla fine, anche se il Cattolicesimo moderno ammorbidisce tutto, quello ancora di 50 anni fa spediva una bella fetta di cattolici all’Inferno, figuriamoci i credenti di altre religioni; dall’Avvenire, il giornale dei vescovi italiani: —La traduzione italiana del Padre Nostro potrebbe cambiare presto. E proprio nel senso auspicato di recente da papa Francesco. Esiste infatti già una proposta della Cei – da «non indurci in tentazione» a «non abbandonarci alla tentazione» – recepita nella nuova traduzione della Bibbia Cei e nel Lezionario, ma ancora in attesa del via libera della Santa Sede per quanto riguarda l’uso liturgico nel Messale. Quando quel via libera arriverà, la preghiera insegnata da Gesù si potrà recitare con le parole «non abbandonarci alla tentazione» in tutte le occasioni.
Cremona 11 12 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

dic 06 2017

di traduzione in traduzione….. 06 12 2017

Published by under barzellette,costume,religioni

DI TRADUZIONE IN TRADUZIONE……… Dall’Avvenire, il giornale dei Vescovi italiani; il Limbo non era una verità di fede dogmatica, ma un’ipotesi teologica plausibile; Matteo, 6, 9 – 13, e Luca, 11, 2 – 4, per duemila anni furono maltradotti; alla prossima puntata, gli ebrei del tempo chiesero fosse crocefisso Barabba, non Gesù………………. —Nella preghiera del Padre nostro Dio che ci induce in tentazione “non è una buona traduzione. Anche i francesi hanno cambiato il testo con una traduzione che dice ‘non mi lasci cadere nella tentazione’ sono io a cadere, non è lui che mi butta nella tentazione per poi vedere come sono caduto, un padre non fa questo, un padre aiuta ad alzarsi subito”. Lo afferma Papa Francesco, nella settima puntata del programma ‘Padre nostro’, condotto da don Marco Pozza, in onda su Tv2000 domani 6 dicembre alle ore 21.05.
Cremona 06 12 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Next »