Archive for the 'religioni' Category

giu 15 2018

non si può avere tutto 15 06 2018

NON SI PUO’ AVERE TUTTO E ANCHE IL CONTRARIO E’ Papa Francesco sull’Avvenire, il giornale dei Vescovi italiani; un giorno, sempre sull’Avvenire, ricorda che le donne non possono farsi prete perché l’ha deciso Gesù, che oggi le mette allo stesso livello dell’uomo……. —E la dottrina di Gesù sulla donna cambia la storia. E una cosa è la donna prima di Gesù, un’altra cosa è la donna dopo Gesù. Gesù dignifica la donna e la mette allo stesso livello dell’uomo perché prende quella prima parola del Creatore, tutti e due sono “immagine e somiglianza di Dio”, tutti e due; non prima l’uomo e poi un pochino più in basso la donna, no, tutti e due. E l’uomo senza la donna accanto – sia come mamma, come sorella, come sposa, come compagna di lavoro, come amica – quell’uomo solo non è immagine di Dio.
Cremona 15 06 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

giu 14 2018

tra il dire e il fare 14 06 2018

TRA IL DIRE E IL FARE
Dall’Avvenire, il giornale dei Vescovi italiani: —Così il Papa nel Messaggio per la seconda Giornata mondiale dei poveri, che quest’anno ricorre il 18 novembre, sul tema: “Questo povero grida e il Signore lo ascolta”—
Il parroco che ha appena unito in matrimonio la figlia del riccone:
“faccia qualcosa per i poveri!”
il riccone:
“hip hip, hurrah!”

Cremona 14 06 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

giu 10 2018

francesco, vero papa rivoluzionario 10 06 2018

FRANCESCO, VERO PAPA RIVOLUZIONARIO
Dopo essersi speso tanto per i migranti, ha ordinato di canonizzare Giordano Bruno martire………

Rivolta 10 06 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

mag 31 2018

perché anche gli imam cattolici 31 05 2018

PERCHE’ ANCHE GLI IMAM CATTOLICI devono essere tutti maschi? La colpa è di Gesù, l’ha ricordato ieri l’Avvenire, il giornale dei Vescovi italiani, anche se a me, scorrendo i Vangeli, non era sembrato che Gesù fosse tanto formalista…….. —La Santa Sede ribadisce in modo netto e chiaro che la dottrina sul sacerdozio riservato agli uomini è definitiva e quindi irriformabile. Lo fa con un lungo articolo sull’Osservatore Romano dell’arcivescovo Luis Francisco Ladaria Ferrer, prefetto della Congregazione per la dottrina della fede (Cdf) che verrà creato cardinale il pomeriggio del prossimo 28 giugno, il quale ribadisce con vigore quanto a sua volta ribadito con fermezza da san Giovanni Paolo II nella Lettera apostolica Ordinatio sacerdotalis del 1994, dopo che la Comunione anglicana aveva permesso l’ordinazione delle donne. Un intervento particolarmente autorevole, firmato da un ecclesiastico nominato da papa Francesco alla guida dell’ex sant’Uffizio, che dovrebbe stroncare ogni illazione su una possibile apertura all’ordinazione delle donne. Gesù Cristo – ricorda Ladaria – «ha voluto conferire» il sacramento dell’ordine «ai dodici apostoli, tutti uomini, che, a loro volta, lo hanno comunicato ad altri uomini». Così la Chiesa «si è riconosciuta sempre vincolata a questa decisione del Signore, la quale esclude che il sacerdozio ministeriale possa essere validamente conferito alle donne».
Rivolta 31 05 2018 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

mag 16 2018

se è un diritto 16 05 2018

SE E’ UN DIRITTO, allora è possibile non esercitarlo; anche per interposto genitore. —Dall’Avvenire, il Papa: l’educazione cristiana è un diritto dei bambini. Ad affermarlo, ripetendolo due volte, è stato il Papa, che nell’udienza ha concluso il ciclo di catechesi sul battesimo, primo passo dell’iniziazione cristiana. “Se si tratta di bambini, è compito dei genitori, insieme a padrini e madrine, aver cura di alimentare la fiamma della grazia battesimale nei loro piccoli, aiutandoli a perseverare nella fede”, ha spiegato il Papa, ricordando che l’educazione cristiana “tende a guidarli gradualmente a conoscere il disegno di Dio in Cristo: così potranno ratificare personalmente la fede nella quale sono stati battezzati”

No responses yet

apr 06 2018

anch’io interpreto 06 04 2018

Published by under cronaca nazionale,religioni

ANCH’IO INTERPRETO
Dall’Avvenire, il giornale dei Vescovi italiani. Se Dio è in concorrenza col diavolo, vuol dire che appartengono allo stesso genere……
—Gentile direttore, un diacono (“Avvenire” dell’8 marzo 2018) torna, come altri lettori, a chiedere di correggere il «non ci indurre in tentazione» nel Padre Nostro. Per me sarebbe un cambiamento inutile. Già i fedeli interpretano la frase come «evitaci le tentazioni». Sottigliezze che non servono rispetto a una lunga tradizione. Molto meglio porre in risalto gli (attuali) dettami dei Comandamenti. Eccetera.

Cremona 06 04 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

feb 06 2018

falso come un prete 06 02 2018

FALSO COME UN PRETE
Capisco gli obblighi dell’Europa che riceve un Erdogan portatore di grandi interessi commerciali e militari, ma ser Francesco Papa, tutti i giorni a sgridarci per ogni migrante che scivola in acqua e annega, non prova disagio davanti al suo Dio quando stringe la mano a un assassino che appena torna in Turchia continua la sua missione?

Cremona 06 02 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

gen 08 2018

vicini a dio 08 01 2018

Published by under barzellette,religioni

VICINI A DIO
Uno spirito liberissimo, Mauro Anetrini, sulla sua bacheca facebook:
–Indipendentemente dalle idee politiche e dal credo religioso, proviamo a chiederci perché dopo 2000 anni la Chiesa Cattolica è così solida. Una delle ragioni sta nella rigorosa applicazione (fatte salve alcune eccezioni, ovviamente) di questa regola: la classe dirigente è selezionata tra i migliori, non tra gli amici degli amici–
Mia madre, cattolicissima, ne aveva “scoperta” un’altra: Dio esiste davvero!

Cremona 08 02 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

dic 27 2017

era ora 27 12 2017

ERA ORA che il Papa facesse il Papa, difendesse non solo la sua religione, ma anche la nostra cultura e la nostra vita, impregnate di essa; dall’Avvenire, il giornale dei Vescovi: —Il vero significato del Natale è stato al centro, questa mattina, dell’udienza generale del mercoledì in aula Nervi, l’ultima dell’anno. “Ai nostri tempi – ha esordito papa Francesco, specialmente in Europa, assistiamo a una specie di snaturamento del Natale: in nome di un falso rispetto di chi non è cristiano, che spesso nasconde la volontà di emarginare la fede, si elimina dalla festa ogni riferimento alla nascita di Gesù. Ma in realtà questo avvenimento è l’unico vero Natale!”. “E se al centro c’è Lui, allora – ha proseguito il Papa – anche tutto il contorno, cioè le luci, i suoni, le varie tradizioni locali, compresi i cibi caratteristici, tutto concorre a creare l’atmosfera della festa. Ma se togliamo Lui, la luce si spegne e tutto diventa finto, apparente”.
Cremona 27 12 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

dic 22 2017

alla fine l’han trovato 22 12 2017

ALLA FINE L’HAN TROVATO Avvenire, il giornale dei Vescovi italiani; un santo, per esser tale, deve aver compiuto almeno un miracolo; gli incaricati della ricerca, poveretti, per trovarne uno a merito di Paolo VI, han dovuto penare fino a 39 trentanove anni dopo la morte; salvo altri rimasti sconosciuti…… —Il beato Paolo VI fa un altro passo verso la canonizzazione. Sarà probabilmente proclamato santo il prossimo anno. A fine novembre è stato esaminato il miracolo per “intercessione” del Papa originario di Concesio, (beatificato il 19 ottobre di due anni fa proprio da papa Bergoglio) da parte della Congregazione delle Cause dei Santi. Sono stati infatti accolti i requisiti di validità per il fine della canonizzazione del Pontefice bresciano da parte delle consulte medica e teologica della Congregazione vaticana.
Ad anticipare questa possibilità è stato proprio il settimanale della diocesi di Brescia “La Voce del Popolo”. «Il miracolo attribuito all’intercessione di Giovanni Battista Montini – scrive il settimanale – circa la guarigione di un feto, al quinto mese della gravidanza, nel 2014 è stato approvato. La mamma in attesa, della provincia di Verona, era a rischio di aborto per una patologia che avrebbe potuto compromettere la vita del piccino e della madre, e venne a pochi giorni dalla beatificazione di Montini a Brescia, al Santuario delle Grazie, per pregare il Papa. Nascerà successivamente una bambina a tutt’oggi in buona salute».
Cremona 22 12 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Next »