Archive for the 'pubblica amministrazione' Category

mar 25 2011

la contemporanea 25 03 2011

DA AMMINISTRAZIONE@LACONTEMPORANEA.IT
La recente conversione di Tremonti (veni, vidi, capii) è un atto di propaganda più che un vero atto politico. Copre infatti con il ricorso alle accise sulla benzina e con la bella cifra di 239 milioni di euro una frattura che poteva risultare insanabile tra questa compagine di governo e tutto il mondo dello spettacolo, che si stava pericolosamente allineando alle analoghe proteste della scuola, della ricerca, dei beni culturali, sia pure con la lentezza e la timidezza che gli è consueta. Non copre in nessun modo la necessità di chiarire quale è il progetto di questo governo nei confronti di un settore che esprime, attraverso la sua organizzazione aziendale e il suo respiro economico diffusi in tutto il paese, una capacità di rappresentanza sociale e culturale non secondarie neanche a livello europeo.
Il risultato della improvvisa conversione è quindi quello di evitare il fallimento di molte delle aziende dello spettacolo che ricevono dal Fus una parte dei loro introiti; non è, e non poteva essere, quello di mettere mano a una sistemazione un po’ meno provvisoria del nostro problema.
Che prospettiva diamo al settore? Che riforme intendiamo sostenere? Quali sprechi sociali intendiamo correggere, visto che dello spreco si è fatta una parola d’ordine con cui si è martellata l’opinione pubblica? Alla luce di questa considerazione le reazioni a cui stiamo assistendo in queste ore mi sembrano anch’esse di sapore propagandistico. La prima e più mistificatoria proviene dalla stessa area politica del governo che ha emanato il provvedimento: “Grazie a Moretti e C. aumenta la benzina”. Lo stesso Letta ha detto un po’ ambiguamente, in sede di presentazione del decreto, che “tutti gli italiani saranno ben lieti di fare questo minimo sacrificio, vista l\’importanza della sua destinazione”. Gli italiani sarebbero stati altrettanto e forse più contenti se per aiutare il teatro si fossero utilizzati i soldi che saranno spesi per il referendum differito, o meg lio ancora quelli che il decreto mille proroghe ha fatto risparmiare a tutti i partiti politici cancellando le multe sulle affissioni abusive.
In realtà la benzina non è aumentata allo scopo di finanziare il Fus, la benzina è aumentata per finanziare la spedizione in Libia, l’assistenza agli emigranti, ecc. e anche naturalmente il Fus. Lo testimoniano le mille motivazioni con cui nel tempo sono state costruite le accise sulla benzina. Ma la prontezza con cui si è fatto quel titolo di giornale e con cui si è sintetizzato il fatto prova che rimane tra certe zone della politica e il mondo dello spettacolo un’acrimonia che non si ha il coraggio e la voglia di risolvere o di sanare.
Le scontentezze che provengono dal nostro mondo hanno invece un segno diverso: risentono di un clima di incomprensione tra rappresentanti e rappresentati, di gara a chi ha contato di più nell’ottenere il risultato ( gli artisti? Le associazioni? Il sindacato?), di competizione tra sigle che forse dovrebbero imparare a lavorare insieme anziché farsi la guerra. Tutto questo non cambia però i fatti: da ieri una situazione pesantemente debitoria è stata in parte risanata, da domani tocca a chi ha idee, responsabilità, autorità e peso organizzativo costringere il nostro riluttante interlocutore a mettersi attorno a un tavolo a ragionare con noi.
  Fioravante Cozzaglio
24.3.2011

No responses yet

dic 05 2010

indicazione geografica tipica 05 12 2010

INDICAZIONE GEOGRAFICA TIPICA

E’ la IGT , uno dei tanti sistemi di riconoscimento con cui si vuole difendere la tipicità di prodotti agricoli legati a una zona . C’è anche la DOP , nei vini la più prestigiosa la DOCG . Come noi abbiamo cercato di difendere il salame cremonese , il torrone etc , così altre città .
“Cremona ha una consolidata tradizione produttiva di qualità dei vini a marchio IGT Emilia che Regione Lombardia ha il dovere di difendere e riaffermare con forza .” Commenta così Giulio De Capitani , assessore all’Agricoltura della Regione Lombardia , la proposta di modifica del disciplinare di produzione dell’IGT Emilia , che esclude la provincia di Cremona dalla zona di elaborazione dei vini frizzanti .
“Ho già scritto al mio collega Rabboni , assessore all’Agricoltura dell’Emilia Romagna , chiedendogli di riconsiderare la proposta di modifica del disciplinare , consentendo la possibilità di effettuare l’elaborazione e la presa di spuma dei vini IGT Emilia , tipologia frizzante , anche negli stabilimenti della provincia di Cremona .”
De Capitani , purtroppo , è dei nostri e , parola “stabilimenti” a parte riferita alle cantine , che lo farebbe diventare lo zimbello di qualsiasi ambiente di agricoltura colta , ma forse è astemio , dice una robaccia spaventosa , che adesso traduco per chi non fosse esperto . Gli emiliani non sostengono : i cremonesi non devono comprare il nostro vino , lavorarlo e venderlo . Lo facciano pure , ma col nome Cremona , non Emilia . Se è buono , va pure col nome di battesimo .
Ma una soluzione , politica , c’è : i cremonesi concedano agli emiliani di poter battezzare il loro salame e torrone con la Igp Cremona . E via di questo passo , dopo aver cominciato negli anni sessanta a difendere l’agricoltura di qualità con le denominazioni d’origine , negli anni duemila facciamo il cammino inverso .

Cremona 05 12 2010 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

ago 27 2010

se esco , fatemi strada 27 08 2010

SE ESCO , FATEMI STRADA

Alle 17 e 35 di oggi sono in corso Vittorio Emanuele e vedo un poliziotto in divisa , una giovane donna con occhiali e paletta , precipitarsi in mezzo alla strada proprio davanti alla Prefettura e nella foga perdere la paletta : al momento non capisco cosa succeda , dopo dieci secondi sì . E’ per fare strada , bloccando il traffico , a Sua Eccellenza Quattro Cognomi , Tancredi Bruno di Clarafond , Prefetto di Cremona . Deposte le luminose cravatte che lo rendono unico in tutta la Valpadana sta uscendo in spider (spero sua , non pubblica) indossando , ahimè , una polo come tanti . Finito il lavoro , per andare alla Baldesio o dove diavolo vuole , non ha importanza . Non ha poliziotti o guardie del corpo al seguito . Addirittura guida da solo ! Uno di noi , rispettando le regole del codice della strada , quando esce dal garage guarda cauto a destra e sinistra , se non passa nessuno parte . Sua Eccellenza non è uno di noi . Sua Eccellenza , residuo storico dell’epoca convulsa della nascita delle democrazie nel 19° secolo , è parecchio più di noi . Noi , intesi complessivamente come società , abbiamo l’obbligo di pagare , col nostro lavoro , quel parecchio più .

Cremona 27 08 2010 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

lug 07 2010

lo scorno di tancredi quattrocognomi 07 07 2010

 

LO SCORNO DI TANCREDI QUATTROCOGNOMI

Su internet c’è quasi tutto . Lo studio Cataldi , www.studiocataldi.it , mi aggiorna , gratis , sulle sentenze singolari , specie di Cassazione . Oggi mi arriva la novità , tra automobilisti ci può stare , non è reato , il vaffa…e mi sovviene che Cronaca il 24 aprile pubblicò , dio sa da chi informata , che Sua Eccellenza Tancredi Quattrocognomi , in moto , fu ingiuriato da un automobilastro che evidentemente non sapeva chi era lui (lei non sa chi sono io) . Quattrocognomi fece intervenire la Stradale che identificò il reo . E se anche il reo consulta www.studiocataldi.it e ripete il vaffa….?

Cremona 07 07 2010 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

mar 11 2010

sua eccellenza quattro cognomi 11 03 2010

 

 

SUA ECCELLENZA QUATTRO COGNOMI

 

Nessuno pretende che con quattro cognomi si ragioni come gli altri per cui è naturale chiudere le scuole due giorni causa una nevicatina di marzo . Poi ci siamo distinti : unici in tutta la Lombardia . Sembra addirittura , ma è necessaria la conferma , che Sua Eccellenza abbia ordinato di riportare la neve spalata da Oreste : come si permette , lui è solo un sindaco , fare qualcosa che possa mettere in ridicolo il rappresentante del governo ? Che , stufo di presiedere comitati superflui e farsi fotografare con la stessa faccia , vuole uscire dall’ordinario . Al prossimo acquazzone , mezza mattina a casa . Ma che nessuno lo riferisca a Berlusconi , con la mania del fare che lo divora è capace di mangiarlo vivo . Cosa vuol dire la sorte . Pensiamo a ruoli scambiati , Max Salini pieno di energia e inventiva non potrebbe far nulla , Sua Eccellenza al posto di Max sarebbe capace di proporre la deviazione del Po .

Finite le battute , facili su uno che vuole insegnare l’araldica , l’ha combinata grossa , sicuramente senza accorgersene . La nostra società ha molte malattie causate dalla ricchezza , la più dannosa che sia giusto avere tutto e facile . Chiudere le scuole due giorni come se un po’ di neve fosse una calamità eccezionale rafforza l’idea .

 

Cremona 11 03 2010 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

feb 14 2010

eventi non coordinati 14 02 2010

 

 

EVENTI NON COORDINATI

 

Egregio direttore , faccio riferimento alla lettera pubblicata in data 6 febbraio 2010 con la quale la S.V. auspica maggiore coordinamento nell’organizzazione di eventi e manifestazioni che si svolgono su tutto il territorio provinciale al fine di evitare sovrapposizioni e concomitanze . A tal proposito faccio presente che , avendo constatato personalmente – sin dai primi giorni del mio arrivo a Cremona – che con sempre maggiore frequenza la programmazione delle accennate iniziative non risultava opportunamente integrata e coordinata , con la conseguenza che numerose manifestazioni e cerimonie , alcune delle quali di prioritario rilievo , si svolgevano nello stesso giorno o , addirittura , si soprapponevano l’una all’altra , in data 1° dicembre 2008 , ho provveduto ad emanare una apposita circolare al riguardo . Etc etc

Firmato : Tancredi Bruno di Clarafond , Prefetto di Cremona .

Ricordate ? Il signore che sessant’anni dopo l’abolizione dei titoli nobiliari , coi soldi pubblici , organizzò un corso in cui era spiegata anche l’importanza dell’araldica .

Perché sul blog questa lettera apparsa col dovuto risalto sulla Provincia del 14 02 ?

Mi sono fatto un esame di coscienza : critico troppo , ex boy scout devo fare la buona azione . Ai ragazzi che prendono brutti voti in italiano , non arrampicatevi sugli specchi . Procuratevene una copia , sbattetela sul muso al professore : se lui è diventato prefetto io posso scrivere come voglio .

 

Cremona 14 02 2010 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

gen 20 2010

galateo e ricorrenze 20 01 2010

 

 

GALATEO E RICORRENZE

 

Un anno fa sua eccellenza il prefetto , piccato d’essere stato messo in seconda fila dietro un colonnello in uno di quei mille incontri/conferenza che lasciano il segno , organizzò un seminario d’un paio di giorni per insegnarci i primi rudimenti del “Galateo Istituzionale” , tra l’altro la conoscenza dell’araldica , in oblio dopo 60 anni di Repubblica . Stavolta è finito , senza colpa , nel solco delle iniziative intraprese in seno al comitato interministeriale per le celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia , istituito presso la presidenza del Consiglio dei Ministri , che ha rappresentato un significativo momento di confronto ed analisi delle diverse iniziative e dei progetti da intraprendere in occasione dell’anniversario sul territorio della provincia . Se fossimo sempre liberi di parlare come sentiamo sbotteremmo in un : ma parla come magni , gli è che non sono parole sue , ha ripetuto la cartella di qualche direttore generale di ministero . E l’ha ripetuta al sindaco del capoluogo , noi diremmo più semplicemente Oreste , agli assessori De Bona e Schiavi , a un sacco di sindaci del cremonese , a esponenti di scuole , Camera di commercio , banche , archivi , musei , Dante Alighieri , l’unico che pur giocava in casa , il giovane Salini , no , aveva da fare . O è più svelto degli altri , come gli (mi) auguro . Oggetto : preparare per il 2011 eventi , mostre , conferenze , seminari , etc , a piacere ma senza sovrapporsi , per celebrare appunto il 150° dell’unità d’Italia . Capisco bene che uno con quattro cognomi , come sua eccellenza , viva prevalentemente nel passato , noi del popolo ci siamo accorti che il tema d’oggi è l’unità d’Europa , che i nostri padri iniziarono nel 1950 . Anche perché questa unità d’Italia è stata sì politica e geografica , ma tutt’altro che ben fatta . Anche se non si deve dire . Le risorse in una metà , nell’altra il diritto all’espatrio se volevano mangiare , con tutte le inevitabili e naturali conseguenze che hanno spaccato in due il Paese fino ai nostri giorni . Per tornare a bomba , se le cose si devono fare , anche quelle che non andrebbero fatte , facciamole in modo indolore , senza scontentare nessuno , a partire da sua eccellenza , cui sarebbe gentile rivolgersi con un affettuoso “sì caro , certo caro , hai ragione caro” . Ma senza distrarre in momenti durissimi come gli attuali più risorse del dovuto . Pensare , al momento di investire in bandiere , festoni o compensi al parolaio di turno , che non vivono solo gli eccellenti : cosa direbbe il cittadino in cerca di un lavoro che oggi non c’è ?

A volte nessuno riesce a sfuggire alle cerimonie , posso immaginare lo sconforto di gente concreta come B o Maroni a Roma , Oreste , De Bona e Schiavi a Cremona , che iniziano la giornata col : cosa devo fare il meglio possibile con minor spesa , a dover impegnarsi per fare qualcosa che troverebbe più adatta collocazione in un minifestival onnicomprensivo che nell’amministrazione d’una città .

L’invito : siano più “minimalisti” che possono !!

 

Cremona 20 01 2010 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

gen 05 2010

nuzzo ex sindaco 05 12 2010

 

 

NUZZO EX SINDACO

 

Il sottosegretario Bertolaso ha indagato , il ministro Maroni ha deciso , il presidente Napolitano avrebbe firmato : Nuzzo va rimosso da sindaco di Castelvolturno perché incapace di fare il compito della spazzatura .

Con l’abituale generosità Zanolli Vittoriano offre all’ormai ex sindaco mezza pagina della sua Provincia , con foto , per mettere le cose a posto .

A chi credere ? A Bertolaso , Maroni , Napolitano da una parte , o al ben da noi conosciuto Nuzzo dall’altra ?

 

Cremona 05 01 2010 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet