Archive for the 'Pubblica Amm.ne' Category

Mag 22 2020

quando si dice la sfortuna 22 05 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

QUANDO SI DICE LA SFORTUNA

di pubblicizzare da anni un’acqua minerale con spiccate doti diuretiche, e improvviso un ricovero in ospedale per dolorosi calcoli renali, com’è appena successo ad Alessandro Del Piero…..

Francoforte 22 05 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Mag 22 2020

salvini e i processi 22 05 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

SALVINI E I PROCESSI

Dopo che la Verità ha pubblicato le ultime intercettazioni di Palamara, in sintesi: ha ragione, ma bisogna processarlo lo stesso! Salvini non ha solo il diritto a un processo giusto, più semplicemente ha il diritto di non esser processato. A meno di accettare il dogma Davigo: non esistono innocenti, ma colpevoli non ancora scoperti.

Francoforte 22 05 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Mag 22 2020

speciale biodiversità 22 05 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

Notizie da Campagna Amica

Speciale biodiversità, un tesoro da custodire e salvaguardare

Si stima che oltre 700 varietà vegetali definite minori – tra frutta, verdura, legumi, erbe selvatiche e prodotti ottenuti da almeno 90 diverse razze di bovini, maiali, pecore e capre allevati su scala ridotta – trovino sbocco nella nostra rete di mercati e fattorie

Possiamo constatare come in questi 19 anni – da quando cioè è in vigore il decreto Legislativo n.228/2001, ossia la normativa di orientamento e modernizzazione del settore agricolo che disciplina l’esercizio della vendita diretta da parte degli imprenditori agricoli sul territorio nazionale – sia avvenuta una profonda e radicale trasformazione del sistema agricolo italiano. In poco più di 15 anni la vendita diretta al consumatore ha subito un forte incremento diventando un fenomeno molto importante per la nostra agricoltura: il Censimento del 2010 riporta che sono oltre 270.000 le aziende che utilizzano normalmente questo canale commerciale (26% delle imprese agricole che immettono il proprio prodotto sul mercato). Oggi sono oltre 30 milioni gli italiani che acquistano direttamente dagli agricoltori nelle fattorie e nei farmer’s market di Campagna Amica, che in pochi anni è diventata la più vasta rete organizzata controllata dagli agricoltori con oltre diecimila punti di vendita.

Per i consumatori la filiera corta non costituisce solo il modo più diretto per acquistare prodotti genuini e di qualità, che hanno un diretto legame con il territorio di produzione, ma è anche uno strumento (forse il principale) per acquistare prodotti che possiedono intrinsecamente una serie di valori etico-ambientali: è più facile trovare nei farmer’s markets prodotti senza packaging, prodotti che mantengono e incrementano la biodiversità locale, prodotti derivanti da specie, razze e varietà ormai in via d’estinzione. Un aspetto, quello della sostenibilità ambientale e della tutela della biodiversità, che è sempre più richiesto dai consumatori e nello specifico da quei cittadini residenti nei centri urbani medio-grandi che sono alla ricerca di un contatto diretto con le campagne, che sono insoddisfatti del cibo prodotto in modo industriale e che rappresentano la principale clientela dei mercati di vendita diretta.

Si stima che oltre 700 varietà vegetali definite minori, tra frutta, verdura, legumi, erbe selvatiche e prodotti ottenuti da almeno 90 diverse razze di bovini, maiali, pecore e capre allevati su scala ridotta trovino sbocco nell’attuale rete di mercati e delle fattorie degli agricoltori di Campagna Amica che possono contare su circa diecimila punti vendita. Questo è evidentemente il risultato del lavoro di intere generazioni di agricoltori impegnati a difendere nel tempo la biodiversità sul territorio e le tradizioni alimentari, che negli ultimi anni è riuscito a trovare una maggiore valorizzazione commerciale anche grazie alla legge di orientamento. Dal punto di vista delle imprese agricole, investire sulla biodiversità è diventata una condizione necessaria per distinguersi in termini di qualità delle produzioni ed affrontare così il mercato globalizzato salvaguardando, difendendo e creando sistemi economici locali attorno al valore del cibo. Del resto l’agroalimentare italiano da sempre si fonda sui saperi delle nostre comunità e si sviluppa grazie alla ricerca che offre strumenti sempre nuovi di conoscenza della biodiversità. La vendita diretta, in particolare nei mercati contadini, rappresenta l’espressione più completa di un rapporto diretto fra produttori e consumatori e risponde alla crescente domanda di consumo di prodotti di qualità, salubri, sostenibili e con forti legami con il territorio di origine.

No responses yet

Mag 22 2020

le barbarie degli altri 22 05 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

LE BARBARIE DEGLI ALTRI Un estratto dall’intervista di Carlo Nordio, sul Giornale; e quando sono le sentenze a basarsi su intercettazioni mal interpretate?

-Torniamo alle intercettazioni.

-E mi faccia ripetere per l’ennesima volta che è una barbarie vedere sui giornali testi che dovrebbero rimanere segreti. –Ma così non si nasconde all’opinione pubblica quel che accade dietro le quinte? –Eh no, così si ferma l’inciviltà. Questi brani sono selezionati senza alcun contraddittorio fra le parti, non ne conosciamo il contesto e non sappiamo nemmeno con che tono sono state pronunciate quelle parole. Si tratta di materiale carico di suggestioni, appetibile ma scivolosissimo. Quante volte abbiamo letto pagine che sembravano sentenze di condanna e invece erano il frutto di fraintendimenti, equivoci, errori grossolani.

Francoforte 22 05 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Mag 22 2020

da oggi su YouTube 22 05 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

DA OGGI SU YOUTUBE! Ammetto d’essere un po’ in ritardo, ma Sussurrandom è sempre Sussurrandom, e il Maestro Jader Bignamini anche! —Giovedì e venerdì sera alle 21.15 per la prima volta in Italia su Rai 5 è stata trasmessa la Traviata che ho diretto al Teatro dell’opera di Roma nel 2016 con la regia di Sofia Coppola e i costumi di Valentino. Protagonisti: Francesca Dotto, Antonio Poli, Anna Malavasi, Roberto Frontali… non perdetela! Da domani (22 maggio) anche sul canale YouTube del Teatro … Colgo l’occasione per ringraziare anche le mitiche Marina Bianchi e Leila Fteita per l’assistenza alla regia e alle scene, che esperienza indimenticabile! Jader Bignamini

Francoforte 22 05 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Mag 22 2020

i procuratori 22 05 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

I PROCURATORI O è un caso di omonimia o Giuseppe Pignatone, già Procuratore capo di Roma, sostituisce a Repubblica Armando Spataro, già Procuratore capo di Torino. —Commentocoronavirus La mafia non vince sempre Come combattere corruzione e usura: il rischio è che la criminalità organizzata approfitti della crisi da pandemia per espandersi anche nell’economia legale. Ma Stato e società civile hanno strumenti preziosi per impedire ai clan di trarre profitto dalle “nuove opportunità” emerse con il Covid di GIUSEPPE PIGNATONE In queste settimane molti osservatori hanno segnalato il rischio che le mafie approfittino della crisi determinata dalla pandemia per espandere non solo le attività criminali, ma anche la presenza nell’economia legale, al fine di riciclare denaro e di sviluppare le loro “relazioni esterne”, ovvero quella rete di rapporti con imprenditori, politici, amministratori, funzionari e altre categorie che definiamo di solito “area grigia”.

Francoforte 22 05 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Mag 22 2020

capitan voltini si difende 22 05 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

CAPITAN VOLTINI SI DIFENDE

coi fatti; dalla Provincia fin che c’è:

—Nell’ambito dell’indagine, tuttora in corso, nei confronti di Voltini e di Tullo Soregaroli, responsabile del personale, la Procura ipotizza il reato di estorsione aggravata ai danni di Ersilio Colombo e Paolo Ferari, l’uno addetto alla vendita delle macchine agricole, l’altro il suo diretto superiore, entrambi improvvisamente licenziati, Ferrari il 17 giugno del 2015, Colombo l’1 luglio successivo. Entrambi costretti a firmare la lettera di dimissioni, paventando un procedimento disciplinare con le prove contenute in una cartelletta azzurra. E sotto il ricatto di trascinarli in Tribunale per un ipotetico ‘buco’ di 800 mila euro causato al Consorzio.

Francoforte 22 05 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Mag 22 2020

pizzetti c’è 22 05 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

PIZZETTI C’E’ Titolo e pezzo di www.cremonaoggi.it, che spiega cosa poteva succedere.

—Ignota manina ha rischiato di far calare i fondi Covid a Cremona, la reazione di Pizzetti e la rettifica di Conte

Francoforte 22 05 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Mag 21 2020

la legge del più forte-milleseicentodue 21 05 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

LA LEGGE DEL PIU’ FORTE – milleseicentodue

Dal sito dell’Associazione nazionale magistrati; se la politica non interviene, e in fretta, tra un po’ per scrivere su argomenti che possano riguardare i giudici, bisognerà passare sotto le forche caudine di Catone il Censore.

—“Siamo purtroppo abituati ad imbatterci in articoli tendenziosi e parziali che distorcono i fatti e diffondono convinzioni infondate spesso al solo fine di screditare la Magistratura. Abbiamo sempre evitato di rispondere agli attacchi che provengono da certa stampa, per non alimentare sterili polemiche. Abbiamo però deciso di rispondere all’articolo odierno de IL DUBBIO dal titolo ‘L’Anm plaude alla proroga dell’età pensionabile e dice sì alle elezioni virtuali’ perché riporta una notizia, quella che tutte le correnti dell’Anm sarebbero favorevoli all’innalzamento dell’età pensionabile a 72 anni a seguito dell’emergenza Codiv, falsa.
Il Comitato Direttivo Centrale dell’Anm del 9 maggio 2020, dopo aver stabilito la modalità telematica per le prossime elezioni, infatti, ha approvato all’unanimità un comunicato di segno radicalmente opposto nel quale è stato, ancora una volta, ribadito che la magistratura italiana è nettamente contraria ‘ad interventi di modifica della disciplina dell’età pensionabile dei magistrati operate in assenza di alcuna programmazione e della previsione del differimento degli effetti per un congruo periodo di tempo’. Nello stesso comunicato si è anche chiarito come l’attuale situazione di emergenza sanitaria non giustifichi simili interventi e come ciò interferisca con la gestione degli uffici giudiziari e determini effetti sull’indipendenza della magistratura, alimentando il sospetto che l’intervento normativo sia diretto a favorire o a sfavorire, volta a volta, singoli magistrati. A fronte di un ‘espressa e univoca presa di posizione in questi termini, chi ha scritto quel titolo e quell’articolo, escludendo che non sia in grado di rinvenire un documento pubblico dell’Associazione Nazionale Magistrati o di leggerlo comprendendone il chiaro significato, non può che avere intenzionalmente travisato i fatti”.

È quanto afferma la Giunta Esecutiva Centrale dell’Associazione Nazionale Magistrati.

Francoforte 21 05 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Mag 21 2020

qui cremona-seicentotrentanove 21 05 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

QUI CREMONA – seicentotrentanove

Accordo trovato su circa un migliaio di clienti, scrive www.cremonaoggi.it:

—Ok al mercato nella sua sede storica. Per le tre edizioni (due sabati e un mercoledì) dal 23 al 30 maggio, i 156 banchi saranno collocati nella loro sede naturale, quindi in piazza Stradivari e vie limitrofe. La notizia che gli ambulanti attendevano con ansia è arrivata oggi nel corso dell’incontro con l’assessore Barbara Manfredini che ieri aveva illustrato agli stessi operatori le difficoltà logistiche dell’operazione. Alla fine però è stata trovata la quadra. Tutto il perimetro dell’area mercatale sarà delimitato da nastro bianco rosso da cantiere e da transenne, oltre alle barriere naturali costituite dei furgoni, dove possibile. La capienza massima di persone che potranno sostare contemporaneamente nell’area sarà di circa un migliaio—

Due bei pezzi su “Cremona si può Lab”, il blog del sindaco Galimberti; Giorgio Barbieri ha riportato a casa la mamma:

—Bruna, classe 1926, ha vinto la battaglia grazie alle cure di Cremona Solidale. Lo racconta il figlio Giorgio Barbieri.

La vittoria contro il virus è come un gol che vale uno scudetto. Ho pensato a questo quando sono andato a prendere mia mamma Bruna (classe 1926) e l’ho riportata a casa dopo due mesi e mezzo di ricovero nel reparto di cure intermedie di Cremona Solidale. Era entrata il 28 febbraio per sostenere tre settimane riabilitative e fisioterapiche. Doveva essere dimessa il 20 marzo. Invece, dopo qualche giorno dal ricovero, è scoppiata la pandemia e i responsabili di Cremona Solidale hanno deciso la chiusura al pubblico. Probabilmente però fra i ricoverati qualcuno aveva già il virus in corpo e mia mamma ha cominciato ad accusare qualche linea di febbre e problemi respiratori. L’Intruso scrive degli umili, che fanno le pulizie in ospedale: —Siamo l’ultimo gradino della piramide”. Ma stavolta non è stato così. Accanto ai pazienti Covid, c’erano anche loro: gli addetti alle pulizie dell’ospedale. Gilberto Bazoli ha parlato con la responsabile Cristina Preti. Quasi si schermisce: “Siamo l’ultimo gradino della piramide”. Ma stavolta non è stato così. Perché, con il personale sanitario, accanto ai pazienti Covid c’erano anche loro: gli addetti alle pulizie dell’ospedale. Con le loro ramazze e i loro stracci, ma anche con la capacità di portare lampi di speranza nella sofferenza e nella solitudine. In tutto i dipendenti dell’unica cooperativa che si occupa di questa attività al Maggiore sono 115, una trentina gli uomini, il resto donne. Metà italiane, metà straniere, albanesi, romene e provenienti da vari paesi dell’Africa— Dal sito della Diocesi: —Nella mattinata di venerdì 15 maggio il vescovo Antonio ha visitato la struttura di Cremona Solidale: dopo un momento di preghiera è passato nei cortili della rsa per salutare e benedire ospiti e personali affacciati alle finestre. «Si può soffrire, si può invecchiare e si può anche morire nella pace – ha concluso il vescovo – e l’augurio è quello di vivere giorni sereni. Giorni in cui c’è da lottare, in cui è richiesto il sacrificio di non vedere i nostri cari, ma senza perdere la pace»— Infine il bel pezzo di Agostino Melega su Welfare Cremona: “I marubini, ovvero i rubini miracolosi di Cremona”

Francoforte 21 05 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

« Prev - Next »