Archive for the 'Pubblica Amm.ne' Category

Mag 26 2020

la legge del più forte-milleseicentosette 26 05 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

LA LEGGE DEL PIU’ FORTE – milleseicentosette

Estraggo dal Dubbio una serie di proposte di Forza Italia, vanno bene tutte, però manca la principale: la responsabilità concreta del giudice quando compie atti che per la gente comune sarebbero “strani”, in parole povere se dilata all’eccesso i liberi e i liberissimi convincimenti che portano ai troppi casi Tortora, ben raccolti da www.errorigiudiziari.com!

—«Berlusconi aveva ragione». Lo spaccato emerso dalle “viscere” del caso Palamara, l’intreccio tra pezzi di magistratura e media, sembra ridar voce ai forzisti i quali, dopo anni di scontro con le toghe, possono dire: «Avevamo ragione noi». Ma Fi va oltre e ieri ha affrontato tutti i temi della giustizia. A cominciare dall’avvocato in costituzione, tema assai caro all’avvocatura italiana. Che peraltro è stato ripreso e rilanciato anche dal vicepresidente della commissione Giustizia a Montecitorio, il dem Franco Vazio.

Insomma, secondo i forzisti il momento è buono per tornare a proporre i temi classici del garantismo. Paolo Sisto specifica che le proposte servono soprattutto a «restituire ortodossia». «C’è qualcuno nel potere giudiziario che usa la propria forza per condizionare l’azione di Governo e l’azione legislativa», spiega Antonio Tajani durante la presentazione delle proposte di riforma della Giustizia di Forza Italia. Poche proposte chiare quelle dei forzisti: separazione delle carriere di magistrato inquirente e giudicante, l’inserimento dell’avvocato in Costituzione, stop al ritorno in magistratura per le toghe candidate in politica (anche non elette) e stop agli incarichi extra giudiziari delle toghe, riforma del Csm (selezione dei componenti togati fra cento magistrati estratti a sorte fra quelli che presentano i requisiti necessari) e “controriforma” della prescrizione.

Francoforte 26 05 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Mag 26 2020

qui cremona-seicentoquarantaquattro 26 05 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

QUI CREMONA – seicentoquarantaquattro

Possibile che da mesi la prima voce della Provincia fin che c’è on line debba essere: Emergenza Sanitaria?

Ben diversa l’apertura di www.cremonaoggi.it:

—Una musica orecchiabile, il classico tormentone estivo percepito in tutta la zona del parco al Po, le Colonie Padane chiuse per un giorno ma con diverse macchine parcheggiate all’interno. In via Lungo Po Europa una macchina della polizia locale e dietro la cancellata una troupe intenta a fare delle riprese… e poi nitida la voce del cantante Francesco Gabbani. L’artista toscano è stato oggi a Cremona, precisamente nel parco delle Colonie Padane, per registrare il videoclip del nuovo singolo “Il sudore ci appiccica” in uscita a giugno. Sul profilo Instagram del due volte vincitore di Sanremo, prima nella categoria nuove proposte, poi nel 2017 nella categoria “Big” Occidentali’s Karma, due stories che svelano gli inconfondibili colori della struttura del parco cremonese restaurato nel 2017—

Welfare Cremona castiga i giovani e non solo, con i dovuti applausi al Prefetto: —Cremona: Da stamane è in vigore un giusto divieto: stop al consumo di bevande alcoliche (dalle 20 alle 6) nei luoghi pubblici, strade, marciapiedi, parchi, e stop alla vendita di alcolici da asporto dopo le 21,30: queste le nuove regole imposte dalla Prefettura. Il tutto per frenare il fenomeno degli assembramenti, più volte segnalato nei giorni scorsi. Sarà possibile continuare a recarsi al bar e consumare in loco, ovviamente rispettando le prescrizioni di accesso e distanziamento sociale. La ripresa della movida a Cremona dopo il lockdown ha indotto moltissimi giovani (e non solo) a trasgredire, non indossando mascherine e non mantenendo distanziamento sociale. Ecco perché vengono salutate con favore tutte le soluzioni che, contemporaneamente, non creino eccessivi problemi alle attività commerciali (che stanno cercando di ripartire, faticosamente) e consentano di avere un controllo sugli assembramenti e sulle motivazioni che spingono la gente a radunarsi. Soluzioni con un fine economico e sociale—

Anche sul Giorno l’intervento di Antonio Fioravanti, primario di Neurochirurgia all’ospedale di Cremona, che ha operato un paziente che stava dipingendo; sentiamo il paziente:

—Disegnare in sala operatoria, durante l’intervento è stato surreale, ma rilassante. Mi ha aiutato a distogliere il pensiero da quello che stava accadendo e a concentrarmi sulla natura. Per questo ho scelto di disegnare un paesaggio con i pastelli acquerellabili: mi ha fatto stare bene, e con l’immaginazione, per un po’ di minuti, sono uscito dall’ospedale. Il disegno non è finito. Lo completerò appena possibile. Lo lascerò in reparto in segno di riconoscenza.

Francoforte 26 05 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Mag 26 2020

gad lerner 26 05 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

GAD LERNER

passa al Fatto Quotidiano: “un giornale senza padroni”, dice. E Travaglio Marco fa la bella statuina?

Francoforte 26 05 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Mag 26 2020

il giornale aumenta la dose 26 05 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

IL GIORNALE AUMENTA LA DOSE

delle intercettazioni a carico di Palamara Luca: in Cassazione sarebbero decine di migliaia. C’è chi ha scritto il De Bello Gallico e il De Bello Civili per lasciare ai posteri memoria di sé, c’è chi ha scelto di non cancellare chat e sms…..

Francoforte 26 05 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Mag 26 2020

la barzelletta su mani pulite 26 05 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

LA BARZELLETTA SU MANI PULITE

Craxi Berlusconi Mannino e infiniti altri, dal sindaco di paese in su; Travaglio Marco a Otto e mezzo: il vero problema della magistratura è che ci sono pochi giudici che hanno il coraggio di fare processi al potere.

Francoforte 26 05 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Mag 26 2020

i mai nati 26 05 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

I MAI NATI

Santori, a nome di tutte le sardine: ci prendiamo un pausa!

Francoforte 26 05 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Mag 26 2020

uno che conta 26 05 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

UNO CHE CONTA

Repubblica li cita tutti; in magistratura è sprecato, minimo deve fare il ministro…

—Ci sono tutti. Destra, sinistra, centro. C’è la politica e le istituzioni tutte, nessun escluso. Ci sono, ovviamente i colleghi, tanti. Persone con le quali Palamara metteva a punto strategie e alleanze e altri, candidati a qualche incarico, che gli chiedevano aiuto. Ci sono i poteri locali e quelli nazionali nella chat di Luca Palamara, ex consigliere del Csm indagato per corruzione a Perugia. Ci sono grandi avvocati e personaggi del mondo dello spettacolo, sportivi e giornalisti.

Francoforte 26 05 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Mag 26 2020

un pour parler 26 05 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

UN POUR PARLER

tira l’altro; magari Grassi, la politica no, s’è limitato a una lezione di buona scrittura; quel provocatore attento di Stefano Mauri, colonna di Sussurrandom……

—Fotografati vicini, ma a distanza di sicurezza dal fotoreporter Giulio King Giordano, durante la festa per salutare i medici cubani arrivati (e partiti) a Crema per gestire l’emergenza sanitaria da Covid – 19, ecco, che si saranno detti sabato scorso in piazza Duomo Antonio Grassi (sindaco di Casale Cremasco – Vidolasco e anche giornalista, scrittore e Blogger) e Gianni Rossoni (sindaco di Offanengo)? Tra le altre cose, per caso, beh non è che hanno parlato di Scrp, Area Omogenea, Repubblica del Tortello o … della stessa emergenza, considerando che Gianni Rossoni vanta importanti trascorsi regionali nelle vesti di consigliere e assessore? Mah …

Francoforte 26 05 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Mag 26 2020

ripassando 26 05 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

RIPASSANDO

Ieri Sua Eccellenza il Prefetto s’era limitato a rinfrescare sulla Provincia fin che c’è un motto degli anni di piombo: “A questo punto, bisogna colpire non più uno, ma tanti, per cercare di educarli tutti”, articolo ritirato nel pomeriggio, non so perché, dal giornale; oggi ripassa le leggi, trasformando i gestori in poliziotti, sempre sulla Provincia fin che c’è: “in caso di problemi i titolari dei locali risponderanno di quanto avverrà all’interno del plateatico”

Francoforte 26 05 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Mag 26 2020

anonima bassotti 26 05 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

ANONIMA BASSOTTI Furti e rapine; si esegue anche su commissione; io da quando ho il blog, 2009, mi limito ai furtarelli, copio gli altri e commento, senza dimenticare la fonte. Oggi è L’Eco del popolo di Enrico Vidali, aggiornatissimo su facebook, manda anche newsletter, l’autore è uno dei miei preferiti, lo scopiazzo volentieri, Antonio Grassi, blogger giornalista scrittore e sindaco di Casale Cremasco. E ignoro che altro riesca a fare……….. —Covid burocrazia Burocrazia, l’Italia che nessuno vuole Appeso all’ingresso della farmacia un cartello avvisa: «Arrivati saturimetri». Mi fermo. Entro. Lo compero. Esco. Mi sorge il dubbio: a cosa mi serve?…siamo alla Fase 2. Alzo le spalle: non si sa mai. Poi è detraibile dalle tasse. Mi blocco. Mi appare nitido il nemico. La tenia, la zavorra. Non si sa mai, è lui il figlio di puttana che ci fotte. È il migliore alleato della burocrazia, della pubblicità e di molte categorie professionali. È il peggior avversario dei cittadini incolpevoli e inconsapevoli. È un virus speciale. Un bastardo asintomatico che non genera anticorpi. Si compera il cacciavite a stella in offerta perché non si sa mai. Si paga il Caf o il commercialista per una denuncia dei redditi elementare perché non si sa mai. Si chiede al proprio medico la prescrizione di 25 esami di laboratorio inutili per una tracheite perché non si sa mai. La necessità è un optional. Veniamo bastonati, ma tacciamo. Vogliamo uscire dal gregge, ma non ci spostiamo. Vogliamo decidere, ma rimandiamo. Attendiamo sempre il momento più giusto, che è successivo a quello giusto. Aspettiamo Godot. Non si sa mai. L’ Italia è la patria del diritto e del non si sa mai, genitore del paraculismo e del rimpallo delle responsabilità. Dell’immobilismo. Della mancanza di coraggio. Delle convergenze parallele di Aldo Moro. Della pretesa di godere dei diritti da reduci di guerra ancora prima di partire per il fronte. In provincia il non si sa mai è la morta gora. Con l’emergenza covid-19 il non si sa mai si è fatto istituzione. È mutato in decreti, ordinanze, circolari esplicative, linee guida, precisazioni delle precisazioni, Faq produttrici di altre Faq. Un moto perpetuo esasperante per i cittadini e gli amministratori pubblici. Se prima della guerra al virus la burocrazia era fastidiosa, ora è pervasiva. Arrogante. È spirale che risucchia. Piano inclinato scivoloso in fondo al quale c’è il baratro. La burocrazia è regime democratico, che già è una contraddizione. È il comma 22 della repubblica Italiana. «Chi è pazzo può chiedere di essere esentato dalle missioni di volo, ma chi chiede di essere esentato dalle missioni di volo non è pazzo». È il despota che rende i cittadini automi, insicuri, indifesi. È la dittatura dei burocrati. Eccessivo dittatura? Probabile. È l’Italia che nessuno vuole. Ma che nessuno cambia.

Francoforte 26 05 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Next »