Archive for the 'Pubblica Amm.ne' Category

Gen 21 2020

la legge del più forte-millequattrocentottantuno 21 01 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

LA LEGGE DEL PIU’ FORTE – millequattrocentottantuno Il processo mediatico mi ricorda la fama concorde che avvolge i social, unici autori delle fake news: che tutti si abbia il diritto d’essere informati e di informare, dà tanto fastidio ai vecchi padroni unici della notizia? Sul Dubbio.

—‘Il processo mediatico tra diritto di cronaca e presunzione di innocenza’ è il titolo del convegno organizzato dall’Osservatorio Informazione giudiziaria dell’UCPI insieme alle Camere penali di Milano, Roma e Napoli, e moderato dal giornalista Alessandro Barbano. Se il contesto istituzionale dell’evento è la decisione di qualche mese fa del Procuratore capo di Napoli Giovanni Melillo e del suo omologo di Milano, Francesco Greco, di permettere ai giornalisti di avere parte degli atti giudiziari “di rilievo pubblico” – espressione alquanto contestata perché arbitraria -, tali però da non danneggiare il segreto istruttorio, il contesto più popolare lo ricorda l’avvocato Cesare Placanica, presidente dei penalisti romani: nel caso Meredith Kercher “il ribaltamento dalla sentenza di condanna di primo grado aveva provocato quasi dei tumulti popolari; le pietre e gli insulti non li indirizzavano agli imputati né agli avvocati ma ai giudici, cioè si ribellavano alla mancata conferma nella sede propria del giudizio popolare”, spesso alimentato dalle distorsioni mediatiche della narrativa processuale. La genesi del processo mediatico è caratterizzata da due elementi: la pubblicazione dell’ordinanza cautelare, in cui, come sottolinea Melillo avviene quello ‘scambio morale’ in cui la magistratura “o gli avvocati di parte civile passano le carte confidando in una rappresentazione dei fatti” a loro favorevole; e la conferenza stampa di procure e forze dell’ordine verso cui lo stesso Melillo ha manifestato la sua “idiosincrasia perché si rischia di scivolare in una eccessiva enfasi”, accompagnata dalla “convinzione che l’ufficio del pubblico ministero debba fare un passo indietro sul versante della visibilità mediatica” anche “per tessere le fila di un nuovo rapporto con l’avvocatura fondato sulla condivisione di alcuni principi”. Per Greco invece “il problema non è se dare l’informazione ma come darla” e polemizza con le Camere Penali: “da parte vostra non è mai arrivata in tal senso una proposta, a meno che non sia quella del silenzio assoluto che sarebbe ridicola”. Inoltre per il Procuratore “il processo mediatico sfugge al dominio del pubblico ministero o degli avvocati perché è un problema che riguarda le logiche dell’informazione”. Se fosse così, ma non lo è, potremmo sperare in una coscienza istituzionale dei giornalisti – obietta Barbano ad Enrico Mentana – “per cui non la quantità di notizie né la concorrenza rappresentino i nostri valori bensì la capacità di indipendenza”? Eccetera eccetera eccetera.

Francoforte 21 01 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Gen 21 2020

in due parole 21 01 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

IN DUE PAROLE

chiare e rapide il sindaco dice la sua sulla famiglia; titolo da OglioPoNews.

—Bozzolo, sporcizia ovunque fuori dalla palestra. Torchio: “Forse andrebbero sostituiti i genitori”

Francoforte 21 01 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Gen 21 2020

la notizia certa 21 01 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

LA NOTIZIA CERTA

è che aveva 90 anni; dopo il titolo, il Fatto Quotidiano spende qualche parola in più nell’articolo.

—Addio a Emanuele Severino, il filosofo aveva 90 anni: criticò la Chiesa e il capitalismo occidentale—

Di convinzioni radicali, Severino ha spesso criticato sia il capitalismo sia il comunismo, ma anche la sinistra in quanto “non è più socialdemocrazia”.

Francoforte 21 01 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Gen 21 2020

qui cremona-cinquecentodiciotto 21 01 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

QUI CREMONA – cinquecentodiciotto

Su Cremona si può Lab, il blog del sindaco Gianluca Galimberti, non scrive solo Gilberto Bazoli, l’Intruso, ma pure il suo ex collega Giorgio Barbieri, il Fuorigioco, che scrive naturalmente di sport; eccone un brano:

Mi girai di colpo e mi trovai di fronte don Angelo Scaglioni, il prete di Cristo Re. Il quale, in tono abbastanza acceso mi disse: “Visto che critichi tanto questa squadra perché non vieni ad allenare tu i ragazzi dell’oratorio?” Presi in parola il prete e, pur giocando sempre a Brescia, accettai di allenare questi ragazzi”.
Così ricorda la nascita del basket al quartiere Po il professor Maurizio Mondoni, classe 1946, insegnante di educazione fisica, educatore di minibasket per la Federazione Pallacanestro, presidente della Associazione Azzurri d’Italia, autore di numerosi libri sullo sport cremonese. L’ultimo dei quali ‘Cremona in azzurro 2.0’ è stato presentato in Comune proprio in questi giorni.
“Quello fu l’inizio – ricorda Mondoni – della lunga storia del basket nato in un oratorio. In quegli anni vincemmo un titolo italiano Juniores del Csi e arrivammo in serie C con il nome ‘Corona’ sulle maglie. Erano gli anni delle incandescenti sfide tra noi, la Juvi e la Sas Pellico dell’amico Grandini—

Ammesso ce ne fosse bisogno, le sardine cremonesi svelano a www.cremonaoggi.it le loro scelte politiche:

Appuntamento il 25 gennaio, Giornata della Memoria, per la nuova uscita delle Sardine di Cremona che hanno organizzato un’iniziativa a teatro Monteverdi alle 18,30 in collaborazione con l’Anpi provinciale e l’Anpc. Parole, musica e immagini, con reportage fotografico di Francesco Pinzi, che serviranno anche per veicolare l’appello ai consiglieri comunali di Cremona contrassegnato con l’hashtag #incomunesenzaodio, un iniziativa che coinvolge altri comuni lombardi—

Dalla Provincia, per chi ama la Storia senza prevenzioni ideologiche:

—Quell’uomo è Benito Mussolini, quella donna è Rachele, sua moglie. A ricordarne la figura è Edda Negri Mussolini, figlia di Anna Maria, l’ultimogenita della coppia, morta quand’era ancor giovane. Lei, Edda, è stata cresciuta dalla nonna. E ora la racconta in una sorta di biografia di un amore famigliare nel libro Donna Rachele mia nonna. La moglie di Benito Mussolini, scritto a quattro mani con Emma Moriconi e pubblicato da Minerva. Un testo di sentimenti ed emozioni che verrà presentato dalla stessa Edda Negri Mussolini domani in sala Zanoni di via Vecchio Passeggio 1 a Cremona. L’appuntamento, organizzato dall’Associazione politico culturale Il Faro, è per le 18,30, l’ingresso è libero—

Per chi ama il Lambrusco, eccone un paio grandi dei Paltrinieri di Sorbara, a poco più di un’ora da Cremona:

Sabato 08 Febbraio 2020 avrà inizio la vendita del vino sfuso.

Come gli anni passati le tipologie proposte sono tre: LAMBRUSCO DI SORBARA IN PUREZZA (100% Sorbara) € 2,20/ lt LAMBRUSCO DI SORBARA CLASSICO (70% Sorbara 30% Salamino) € 1,90 / lt BIANCO DELL’EMILIA (50% Trebbiano 50% Sorbara vinificato in bianco) € 1,70/ lt Siamo aperti tutti i giorni compreso il sabato, dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 18.30. (La domenica su preavviso).

Sorbara 21/01/2020 Alberto e Barbara Paltrinieri

Francoforte 21 01 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Gen 21 2020

via togliatti 21 01 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

VIA TOGLIATTI

Titoli da Repubblica; la senatrice a vita Segre come le sardine, non odia nessuno; l’opposizione si oppone.

—Verona, un caso la strada ad Almirante. Liliana Segre: “Io e lui siamo incompatibili, il Comune faccia una scelta”

Nel capoluogo medaglia d’oro per la Resistenza la via per il fondatore del Msi decisa con la cittadinanza onoraria alla senatrice a vita. La protesta dell’opposizione, della comunità ebraica e dell’associazione La città che sale

Francoforte 21 01 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Gen 21 2020

non del tutto informato 21 01 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

NON DEL TUTTO INFORMATO

Dal Giornale; anche ammettendo che Salvini abbia deciso da solo, cinque minuti dopo il Governo sapeva, e chi tace acconsente, recita il proverbio.

—Ma il vero nodo della questione, forse vero perno dell’intreccio tra momento giudiziario e momento politico del caso, riguarda la domanda sulla posizione dell’intero governo Conte I: in particolare, l’esecutivo era al corrente della decisione di Salvini? Questo punto potrebbe apparire, in vista del voto in aula di febbraio, determinante sotto il profilo meramente politico. Secondo i giudici del tribunale dei ministri, il governo non era del tutto informato ed hanno citato una missiva trasmessa dalla presidenza del consiglio secondo cui la vicenda Gregoretti “non figura all’ordine del giorno dell’unica riunione del consiglio dei ministri tenutasi il 31 luglio e non è stata oggetto di trattazione nell’ambito delle varie ed eventuali”.

Francoforte 21 01 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Gen 21 2020

una sardina di successo 21 01 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

UNA SARDINA DI SUCCESSO

Greta Thunberg al mondo: sul clima ascoltate i giovani e la scienza!

Francoforte 21 01 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Gen 21 2020

un altro silvio perseguitato! 21 01 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

UN ALTRO SILVIO PERSEGUITATO!

L’amico Fabio Cammalleri, su La Voce di New York, trova che la Maggioranza, maiuscola immagino con fine derisorio, sia peggio di Salvini!

—Qui non è in discussione la credibilità di Salvini che si paragona a Silvio Pellico: ma la nessuna credibilità della presente Maggioranza come “Salvatrice” da Salvini. https://www.lavocedinewyork.com/news/politica/2020/01/20/caso-gregoretti-il-non-voto-per-salvini-e-i-sedimenti-della-politica/

Francoforte 21 01 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Gen 21 2020

chi s’accontenta gode 21 01 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

CHI S’ACCONTENTA GODE

Un titolo di Repubblica; cinque anni son pochi quando il processo lo fanno agli altri…

–Prescrizione, la sfida di Bonafede per il processo in cinque anni

Francoforte 21 01 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Gen 21 2020

un re mida 21 01 2020

Published by under Pubblica Amm.ne

UN RE MIDA

al contrario è il Bencivenga fin che appare, e appare spesso più che volentieri, richiesto o meno: su qualsiasi argomento scriva, il piombo domina l’oro. Con un Punto fuori domenica eccolo sistemare a beghe di cortile vescovo e fedeli: —Di peggio ci sono le risse, le crociate, le beghe di cortile, qualcosa di simile allo spettacolo che da un po’ di settimane sta andando in scena a Cremona attorno all’annunciato trasferimento della tavola di Sant’Agata dall’omonima chiesa al nascente Museo Diocesano.

Francoforte 21 01 2020 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Next »