Archive for the 'Pubblica Amm.ne' Category

Ago 05 2021

i più eguali-centotrenta 05 08 2021

Published by under Pubblica Amm.ne

I PIU’ EGUALI – centotrenta

Dalle mie 70 cartelle sui processi, senza editore, il Dna è finito! e Maurizio Iori il 14 ottobre festeggia il decennio in carcere.

—E la Cassazione? Spero che, come me, ne vogliate cogliere la delicatezza!

“Del pari, nell’appartamento non è stata rilevata alcuna significativa presenza di
tracce biologiche appartenenti alle vittime, come sarebbe stato logico attendersi
in ragione del fatto che esse vi abitavano e vivevano stabilmente, con la sola
eccezione di un paio di impronte della Ornesi impresse esclusivamente su oggetti
orientativi dell’ipotesi del suicidio allargato, in particolare su uno dei blister delle
pastiglie di xanax e sulla manopola di una delle bombolette di GPL”.

Nell’appartamento non è stata rilevata eccetera: non sugli oggetti di morte, le tracce mancano addirittura nell’intero appartamento, come se Iori, imbianchino al contrario, dopo “l’omicidio”, avesse passato un paio di giorni a cancellare tutto, dai muri ai sanitari, dalle scarpe alle stoviglie eccetera!
Siamo nell’era modernissima, anche i processi si risolvono a colpi di scienza: attenti, cari lettori, se vi accontentate dei giornali che a loro volta si accontentano dell’atto di presenza in Aula, non sia la scienza addomesticata che abbiamo appena visto!

Francoforte 05 08 2021 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Ago 05 2021

cremonesità-settantasette 05 08 2021

Published by under Pubblica Amm.ne

CREMONESITA’ – settantasette

L’avvocato Nolli è del Foro di Brescia, per cui può permettersi di sollecitare e con lui www.cremonasera.it!

—Maltrattamento di animali, la Procura sollecitata ad intervenire dopo la denuncia contro il sindaco e l’Aipo presentata a ottobre

Un sollecito alla Procura della Repubblica di Cremona perché “voglia tempestivamente esercitare nei modi previsti dalla legge, l’azione penale nei confronti dei soggetti denunciati assumendo se del caso, ogni più idoneo provvedimento a tutela dell’ambiente e della fauna selvatica in locus commessi delicti”. I soggetti denunciati sono il sindaco il Cremona Gianluca Galimberti ed il rappresentate legale Aipo. A presentare la richiesta di esercizio dell’azione penale è l’avvocato Antonio Alessandro Nolli del foro di Brescia, in relazione all’intervento che un anno fa ha spazzato via la colonia felina lungo il Po, per cui è stata depositata una denuncia il 20 ottobre 2020, senza che “per quanto di nostra conoscenza, ad oggi nessun provvedimento effettivo è stato assunto tanto che da più parti si mette in dubbio l’effettivo deposito della querela”. La richiesta è stata presentata questa mattina alla Procura della Repubblica per cui di fatto ora la Procura è obbligata a procedere avviando le indagini (se non lo ha già fatto in questi mesi). Ma è anche una risposta all’intervento dell’assessore all’ambiente Simona Pasquali, la quale nei giorni scorsi, rispondendo al consiglieri di Fratelli d’Italia Marcello Ventura, aveva confermato di non aver ricevuto alcuna denuncia, presentata invece ben otto mesi fa. I lavori, come noto, sono serviti a mettere in sicurezza una parte della sponda del Po, ma le ruspe sono entrate in azione senza che la colonia felina fosse stata preventivamente spostata o comunque messa in sicurezza. La delibera dell’Aipo per l’appalto di quelle opere è del 21 ottobre 2019 e l’intervento è stato fatto poco più di un anno fa, nel luglio del 2020, con tutto il tempo necessario, dunque, per mettere in sicurezza gli animali. A sua volta, l’Ats ha confermato di aver ricevuto la comunicazione dell’Aipo, ma solo quando le pale meccaniche avevano già sradicato piante ed estirpato arbusti, disperdendo la colonia felina che proprio in quest’area compresa tra la MAC e la sede del Nucleo Forestale, a lato dell’ingresso della Baldesio, da anni aveva trovato il suo spazio ideale. Ne seguirono aspre polemiche, con un dibattito che ha infiammato la città per settimane e con un imbarazzante rimpallo tra enti per quell’intervento arrivato quasi come un fulmine a ciel sereno. Poi, ad ottobre, la denuncia alla Procura della Repubblica per “maltrattamento di animali”.—-

La Strada del Barolo mi invia, per chi fosse interessato:

PARTECIPA ALLA BAROLO & BARBARESCO ACADEMY – LANGHE WINE SCHOOL!

24-25-26 SETTEMBRE 2021 – GRINZANE CAVOUR 

Il percorso formativo, promosso e organizzato dal Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani insieme alla Strada del Barolo e grandi vini di Langa, è rivolto a formatori, brand manager, produttori, giornalisti e buyer con l’obiettivo di creare una rete globale di Ambasciatori delle Langhe e si svolgerà, in presenza, nel suggestivo contesto del Castello di Grinzane Cavour.
Prendi parte a un percorso didattico di approfondimento che spazia dalla storia, alla geologia, dalla viticoltura all’enologia alle degustazioni tematiche: una vera e propria full immersion di tre giorni con docenti di alto livello, selezionati fra le personalità più autorevoli del panorama enologico piemontese. I posti sono limitati: invia la tua candidatura entro il 30 agosto 2021. Informazioni e costi nel modulo sul sito.
Le candidature verranno sottoposte a selezione, avremo cura di dare riscontro dopo il 22 agosto.

Francoforte 05 08 2021 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Ago 05 2021

brillante articolo 05 08 2021

Published by under Pubblica Amm.ne

BRILLANTE ARTICOLO

di Augusto Minzolini, direttore del Giornale, a cui qualcuno dovrà pur rispondere.

Francoforte 05 08 2021 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

—Se non ora, quando?

D’ora in avanti un pm che non si trovi d’accordo con il suo capo in merito ad un’indagine, potrà consegnare un verbale o altro atto ad un componente del Csm, il quale, a sua volta, potrà distribuirlo a due terzi dei membri dell’organismo.

D’ora in avanti un pm che non si trovi d’accordo con il suo capo in merito ad un’indagine, potrà consegnare un verbale o altro atto ad un componente del Csm, il quale, a sua volta, potrà distribuirlo a due terzi dei membri dell’organismo, richiamando i suoi interlocutori alla discrezione in quanto pubblici ufficiali: dal segreto istruttorio al segreto di Pulcinella. Poi, di fronte al rischio di un provvedimento disciplinare, promuoverà una raccolta firme tra i colleghi e, magari, resterà nello stesso Tribunale alle dipendenze del capo della Procura su cui ha espresso pesanti riserve.

Forse il pm Paolo Storari avrà pure qualche ragione dalla sua, come pure Piercamillo Davigo che lo ha assecondato, ma la decisione di ieri del Csm di mantenerlo al suo posto invece di spostarlo in via cautelativa ad altro Tribunale, è la dimostrazione dell’anarchia giudiziaria che regna nel Paese, figlia della crisi verticale in cui si dibatte la magistratura. Appena qualche mese fa l’attuale Csm non ci pensò due volte a radiare Luca Palamara. In questa occasione è stato usato un altro metro da quello stesso organismo che, se il presidente Mattarella non lo avesse impedito, era pronto a sparare a palle incatenate contro la riforma Cartabia.

Un metodo di giudizio anch’esso figlio dei calcoli e delle alleanze che condizionano da sempre la vita del Csm e che, comunque, ha il suo bollettino di morti e feriti: dopo una sconfessione del genere, infatti, il procuratore generale della Cassazione, Giovanni Salvi, che aveva richiesto l’allontanamento di Storari, come può non considerarsi mezzo delegittimato? E ancora, come farà il capo della Procura milanese, Francesco Greco, a convivere d’ora in avanti nello stesso Tribunale con il suo accusatore Storari? Sono saltati gli schemi e la faida riguarda pezzi di magistratura che un tempo agivano gomito a gomito: Greco e Salvi, oggi schierati su posizioni opposte a quelle di Piercamillo Davigo.

La verità è che la situazione è diventata insostenibile e pericolosa. La crisi della magistratura si sta avvitando su se stessa: se nella vicenda di Palamara la questione centrale erano le nomine, ora, invece, investe i processi. Ergo, la vita delle persone.

Un pm di Milano come De Pasquale è sotto indagine per avere nascosto prove favorevoli alla difesa nel processo Eni. E, nei fatti, alla base del «caso Storari» ci sono sempre i metodi con cui viene condotta un’inchiesta. Una crisi profonda testimoniata dal numero dei magistrati (ben sette) sotto processo a Brescia, il tribunale che vigila sui colleghi milanesi.

Da questo pantano la magistratura non si tirerà fuori da sola, senza un aiuto. E l’aiuto può arrivare solo dalla Politica, quella con la P maiuscola, se saprà investirsi del problema, ricordandosi per una volta delle sue prerogative. Perché, referendum o non referendum, per citare Primo Levi, se non ora, quando?

No responses yet

Ago 05 2021

mark twain diceva 05 08 2021

Published by under Pubblica Amm.ne

MARK TWAIN DICEVA

facile smetter di fumare, lui l’aveva fatto cento volte; titoli da www.ilriformista.it

—L’addio del “dottore” alla Moto GP Valentino Rossi si ritira: “È stato tutto molto bello, mi sono divertito per 30 anni”

Francoforte 05 08 2021 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Ago 05 2021

ganna alla guida 05 08 2021

Published by under Pubblica Amm.ne

Ha scritto tutta la vita, il Pirondini, oggi su Blitz Quotidiano, ma son convinto s’emozioni ancora il vecchietto, ha solo due anni meno di me! Flaminio Cozzaglio.

Olimpiadi, ciclismo inseguimento a squadre: Ganna guida i quattro moschettieri all’oro sul podio più alto di Tokyo

di Enrico Pirondini
Pubblicato il 4 Agosto 2021 19:05

Olimpiadi, oro e record del mondo! SuperPippo Filippo Ganna trascina il quartetto azzurro in una impresa pazzesca, con tempo mozzafiato: 3’42”032.
 Demolita la Danimarca che era favorita ed invece ha dovuto accontentarsi dell’argento. Ci sono rimasti male. Bronzo all’Australia  che , nella finale per il terzo e quarto posto, ha battuto la Nuova Zelanda. Quinto posto per il Canada. Seguono Germania, Gran Bretagna e Svizzera. Giornata memorabile.

I progressi di questo gruppo negli ultimi anni è stato formidabile, impetuoso. In dodici anni hanno guadagnato 37” e 675 metri.

L’inseguimento a squadre si corre su 4 km pari a 16 giri. E al pari di Vialli-Mancini e della sbalorditiva coppia Tamberi-Jacobs  – i loro abbraccci hanno commosso l’Italia – i ragazzi del quartetto  hanno brillato con l’esplosione della loro felicità supportata da una amicizia solida, vera. E da un carattere magnificamente formato. Fanno rumore anche in silenzio. Anime forti temprate dalla sofferenza, dai sacrifici.

Li ricordiamo: Filippo Ganna, il gigante di Verbania. A Tokyo ha ritrovato lo smalto dei tempi migliori. Negli ultimi due chilometri mette il turbo e diventa devastante. Se dopo 25 anni l’Italia è tornata sul tetto del mondo con un record strepitoso ( velocità massima 71 km/h  nel finale ) lo deve in larga misura a questo corazziere piemontese.

Gli altri tre “moschettieri“ sono altrettanto dei giganti : Francesco Lamon, Simone Consonni, Jonathan Milan. Veneziano il primo (primo anche a decollare), bergamasco il secondo; è lui che gestisce il ritmo del quartetto. Fa il direttore. E poi c’è il cucciolo della compagnia, friulano di Tolmezzi,20 anni, faccia birichina. Abilissimo a mantenere  il ritmo.

Per vincere queste Olimpiadi servivano  due  prove disumane

A detta di tutti. Una per battere in semifinale la Nuova Zelanda, l’altra per demolire in finale la fortissima Danimarca. E sono puntualmente arrivate. Roba da cineteca. Quello che ha fatto Ganna negli ultimi tre giri per recuperare il gap sui danesi ha in effetti del disumano.

I danesi avevano fatto il record ai Mondiali di Berlino 2020. E alle Olimpiadi di Tokyo si sono presentati con lo stesso quartetto. Cioè Larsen, Hansen, Pedersen e Madsen.  Un quartetto che ci lasciva un distacco di un secondo abbondante. Era così da un paio di anni.

La finale sembra una roulette russa. La Danimarca parte spavalda ma i quattro moschettieri azzurri. restano attaccati. A metà gara Ganna si sposta per recuperare in vista della trenata finale. All’ultimo giro  siamo sotto di 1”033. Peccato. Allora prende il comando Ganna-D’Artagnan. A 125 metri dalla linea d’arrivo inventa una sparata a 73 km/h. Devastante. Gli altri pendolini azzurri sono con lui. Rimonta riuscita per 8  decimi.
Oro in ghiaccio.

No responses yet

Ago 05 2021

la prescrizione sconosciuta 05 08 2021

Published by under Pubblica Amm.ne

LA PRESCRIZIONE SCONOSCIUTA

Palamara espulso dalla magistratura anche in Cassazione, scrive il Dubbio, cioè in due anni scarsi!

Francoforte 05 08 2021 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Ago 05 2021

per un pugno di dollari 05 08 2021

Published by under Pubblica Amm.ne

PER UN PUGNO DI DOLLARI

Titoli della Stampa.

Francoforte 05 08 2021 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

—Figlia Avvocato contesta accordi per la successione, legali Agnelli: tentativi Margherita infondati e temerari

I tentativi di rimettere in discussione le successioni dei genitori – precisano i legali della famiglia – sono manifestamente infondati e del tutto contrari sia alle volontà paterna e materna, sia agli accordi dalla stessa sottoscritti

No responses yet

Ago 05 2021

canne al vento 05 08 2021

Published by under Pubblica Amm.ne

CANNE AL VENTO

Per i soldi che spende a favore dello sport, lo Stato non merita le medaglie conquistate dai nostri atleti.

Francoforte 05 08 2021 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Ago 05 2021

la più viva del reame 05 08 2021

Published by under Pubblica Amm.ne

LA PIU’ VIVA DEL REAME

di Cremona: Soncino, grazie ai tanti cittadini che fanno cultura e spettacolo di bellezza! da www.cremonasera.it

Francoforte 05 08 2021 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

—A breve sarà Ferragosto. A Soncino si scalda la stagione culturale con un pool di eventi che faranno compagnia a chi rimarrà nel borgo o ritornerà dalle ferie. Il panorama è eterogeneo da qui a settembre. September morn cantava il mitico Frank Sinistra per descrivere la freschezza dell’arrivo di Settembre. E Settembre sarà proprio così denso di appuntamenti e incontri all’ombra della Filanda e per le strade del borgo. Ma iniziamo da Ferragosto. Sabato 14 e a ripetere sabato 28 Agosto Soncino Magica viaggio tra i miti, le leggende e le tradizioni popolari che hanno creato in quel di Soncino una sorta di mistery.

Fabio Maestri della Cooperativa Il Borgo, organizzatore dell’evento afferma:”Le leggende che raccontiamo sono state attentamente studiate e confrontate con la realtà storica, quindi è sbagliato parlare di fantasia. Si cerca di ricostruire la storia senza preconcetti”.

Maestri esiste un percorso per questo viaggio nel mistero?

Non esiste un percorso definito. Si parte dal piazzale della rocca, si vistano un paio di strutture sotterranee, il fossato della rocca e, il borgo medioevale. E’ obbligatoria la prenotazione”. Orgoglioso e felice del suo progetto ci lascia dicendo che è obbligatoria la prenotazione.

Arriviamo a settembre. Il 4 alle 17,30 presso la Filanda ci sarà l’inaugurazione della mostra di pittura Intrecci d’Arte a cura di Lorenza Francesca Guarneri e Lorenzo Colombo. Gli artisti lei soncinese, lui bergamasco hanno intessuto una vivida collaborazione nel periodo del Covid e creato delle opere a due mani. La Guarneri poi è artista di body painting e il nostro giornale le aveva dedicato un pezzo alcune settimane fa. La mostra si terrà presso il complesso della Filanda di Soncino, nella sala mostre in piazza Carlo Cattaneo al numero 1.

Da non perdere assolutamente! Il 12 Settembre a cura dell’Associazione Pro-Loco il premio di pittura intitolato allo storico soncinese Francesco Galantino. Il tema del concorso molto conosciuto sarà “Soncino, i paesaggi, i monumenti, ed i suoi personaggi storici. L’estemporanea di pittura ha ospitato nel corso degli anni artisti blasonati e per questa importante edizione spera di fare come di consueto il tutto esaurito. Per informazioni rivolgersi alla Pro Loco Soncino. Sono in cartellone anche sempre per Settembre presentazioni di libri di autori locali e di importanti scrittori nel panorama internazionale, oltre che incontri e celebrazioni tra le quali la Giornata della Cultura Ebraica, sempre organizzata dalla Pro Loco e meeting di livello economico. Covid permettendo Soncino riapre a piccoli passi la sua stagione…Gli organizzatori attendono il pubblico a questi eventi e manifestazioni culturali. A presto a Soncino!

No responses yet

Ago 05 2021

piazza coppetti 05 08 2021

Published by under Pubblica Amm.ne

PIAZZA COPPETTI

Lungo articolo, oggi, sul degrado, della Provincia fin che c’è, preceduta da mesi dagli articoli di www.cremonasera.it…..

Francoforte 05 08 2021 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Next »