Archive for the 'Politica cremonese' Category

giu 28 2017

piccola destra cremonese 28 06 2017

Published by under costume,Politica cremonese

PICCOLA DESTRA CREMONESE
Certo, Chicco Zucchi ha perso al ballottaggio solo di un 5%, mentre nel 2012 Antonio Agazzi, che oggi vanta le preferenze 2017, era stato travolto, sempre dalla Bonaldi, al primo turno; c’è chi vince il Giro ma ci sono anche i vincitori di tappa, a ciascuno il proprio merito; ma resta il fatto che la Destra risorge in tutta Italia e a Crema, dove si poteva e doveva vincere, perde.
Luca Piacentini, sull’Inviato Quotidiano dei fratelli Salini:
–La verità è che il «modello Toti» non è altro che il «modello Lombardia», il «modello Berlusconi», il «modello ’94»: quello di una coalizione unita con un progetto politico chiaro e candidati credibili in grado di sbaragliare gli avversari. E’ così difficile da applicare a livello nazionale?–
Io aggiungo: e un paio di idee totem false e spacciabili, come fanno a sinistra.
Ma i responsabili della sconfitta, amara, sono solo gli amici di Crema? I segretari provinciali, partendo da Forza Italia, se la cavano con il classico: io non c’ero, e se c’ero dormivo? E se dormivano, i segretari regionali dormono tanto anch’essi da non accorgersene?

Cremona 28 06 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

giu 27 2017

oltre al danno, le beffe 27 06 2017

Published by under costume,Politica cremonese

OLTRE AL DANNO, LE BEFFE Ci sta che a Crema il Partito democratico esulti oltre il lecito: legnati in tutta Italia, lì hanno vinto nelle peggiori condizioni; dal sito ufficiale, a firma del segretario Matteo Piloni (tutti Matteo si chiamano, oggi, i politici che contano!): –A Crema non si è giocata la classica partita tra centrosinistra e centrodestra. In ballo c’era qualcosa di più. Ed è anche per questo che molti elettori di centrodestra hanno preferito la Bonaldi a Zucchi. A perdere infatti non è stato solo Zucchi, ma l’idea di una politica fatta di interessi e relazioni esclusive. Un’idea di politica che ha tra i suoi sponsor principali Malvezzi, Salini e Rossoni– Come faccia a scrivere che molti elettori di centrodestra hanno preferito la Bonaldi a Zucchi, lo sa solo lui; ma eccolo tendere la mano: –Ora che la campagna elettorale si è conclusa, mi auguro che con il centrodestra si possa ritrovare un’interlocuzione seria e credibile– La Sinistra è, come sempre, la Sinistra; tanto detto, la Destra cremonese, perdere a Crema non bastava la negligenza, serviva l’impegno, si trovi delle belle risposte, che valgano per il futuro, invece di piangere sul latte versato: –Chicco non era adatto; se mettevano me al suo posto, si vinceva, eccetera–
Cremona 27 06 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

giu 26 2017

e adesso la moschea 26 06 2017

E ADESSO LA MOSCHEA
Crema. Forza Chicco. Ma se è stata grande Destra in tutta Italia, a Crema si sarà pur sbagliato qualcosa, contro una Bonaldi ridotta a vestirsi da maratoneta….

Cremona 26 06 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

apr 27 2017

amministrazione e piscina 27 04 2017

AMMINISTRAZIONE E PISCINA

Siamo al capolinea di un percorso incredibile che ha visto il Professore (il vero responsabile) consegnare il primo atto di una gara d’appalto a Sport Management per alcune irregolarità amministrative sulle fidejussioni da approfondire.
In realtà è la commissione che ha esaminato la documentazione, ma la colpa del Professore è quella di aver deciso in un giorno qualunque di votarsi a Sport Management comunicandolo alle società di nuoto cremonesi con un perentorio: è così, se non vi va bene andate pure in Procura.
Ed anche la giunta decisiva di approvazione del project è stata fatta alla vigilia di ferragosto su richiesta del Professore che sapeva dell’assenza di Platè e di Criscuolo. Abile manovra visto che Assessore allo Sport e Segretario Generale non erano favorevoli all’operazione come più volte dichiarato.
Per fare altri commenti sulla gara, mi riservo di leggere attentamente le carte e le vedrò insieme ad un avvocato preparato in materia, prima di dare un rinforzino al mio già presentato esposto in procura e prima di mettere a punto la richiesta di parere all’ANAC.
Certo che questa decisione è un colpo al cuore allo sport cremonese, un colpo che tramortisce le ulteriori ambizioni di crescita del nuoto cremonese; nuoto cremonese che è forse in questo momento lo sport con una crescita esponenziale di ragazzini incredibile.
Sarà per i costi che le Canottieri riescono a tenere bassi con sacrifici, sarà per lo sviluppo fisico armonioso e salutistico dei ragazzi, sarà per i risultati ottimi di ragazzi e Master che la fanno da traino, sarà per mille altre ragioni ma cosi è.
E invece di accordarsi con le Canottieri che avrebbero gestito per conto di FIN la piscina, il Professore svende per 25 anni anche questo altro bene di Cremona.
Ma se in tutti gli altri casi ha sfiorato la pelle dei cremonesi e lo si capirà o lo capiranno più avanti, in questo caso la deflagrazione sarà immediata per una serie di ragioni che ora non vado ad enunciare ma che farò al momento opportuno.
Questo è un grandissimo autogoal di natura sociale in primis e di natura politica che i cremonesi non dimenticheranno facilmente.
Le elezioni sono dietro l’angolo anche se si parla di 2019 e con stavolta credo che la misura sia veramente colma.

Marcello Ventura
Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale

No responses yet

apr 03 2017

verso il futuro 03 04 2017

VERSO IL FUTURO
Cremona, sponda Pd. Più ancora del successo di Renzi mi fanno piacere i 12 dodici voti di Emiliano, pari all’1,58%: i vecchi sistemi dei tre narici han fatto il loro tempo. Con buona pace del compagno D’Alema.

Cremona 03 04 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

mar 31 2017

l’oscuramento che più luminoso è difficile 31 03 2017

L’OSCURAMENTO CHE PIU’ LUMINOSO E’ DIFFICILE Ogni tanto lo ricordo, premesso che il maggior merito del professor Cilecca è aver ampiamente rivalutato Oreste Perri, di per sé, ciò che lo distingue dai suoi predecessori non è solo il numero e l’ampiezza delle cappelle, nessuno di noi è perfetto, ma è il parlare continuo, senza controllare ciò che ha detto cinque minuti prima, ciò che dirà domani, ciò che è meglio tacere, il verbo da lui più odiato, immagino. Ampiamente illustrata da www.cremonaoggi.it, l’ultima: Consiglio comunale sullo scivolone Lgh – A2A, ma a porte chiuse, pubblico fuori dalle palle! Così, di getto, mi vengono tre osservazioni, la prima formale, il Regolamento, all’articolo 81, non lo prevede per il motivo indicato da Cilecca; poi crede davvero, il Cilecca, che uomini dalla schiena dritta come Fasani e Ventura appena escono non facciano il loro bravo comunicato? Infine, la sua scelta è stata difesa nientepopodimeno che dal sottosegretario Pizzetti Luciano, sire di CastelPizzetti, con ampi e ben motivati argomenti: di che ha paura, il Cilecca, con un gigante del genere a difesa? —Le minoranze consigliari hanno ottenuto la convocazione in tempi brevi di un consiglio comunale sul caso del parere negativo dell’autorità anticorruzione al matrimonio Lgh – A2A, ma la seduta sarà top secret. Lo ha deciso l’ufficio di presidenza riunito per fissare l’ordine del giorno del consiglio comunale di lunedì 3 aprile. Al primo punto, le comunicazioni del sindaco in merito al parere, ma, come ha spiegato il segretario generale Criscuolo ai capigruppo riuniti, sarà a porte chiuse, quindi senza possibilità di accesso al pubblico e nemmeno in streaming. “Il segretario – spiega Federico Fasani, esponente di Ncd – ci ha detto che il sindaco ha acquisito il parere Anac in maniera informale, situazione che implica un ulteriore obbligo di riservatezza, oltre al fatto che trattandosi di un gruppo industriale quotato in borsa, non si vorrebbe causare un autogol. Altro che trasparenza, questa è opacità assoluta”. Critico anche Marcello Ventura e gli altri capigruppo di minoranza, i quali avevano chiesto la discussione pubblica. “E’ un parere che ormai hanno visto tutti”, aggiunge Marcello Ventura.
Cremona 31 03 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

mar 27 2017

tre gatti 27 03 2017

Published by under barzellette,Politica cremonese

TRE GATTI a Crema in appoggio alla sinistra verace, più uno o due in proprio, immagino; va bene per la destra, purché anch’essa non infili la stessa strada. Da www.cremaoggi.it: —La Comunità socialista cremasca scende in campo a sostegno della candidatura a sindaco di Mimma Aiello. “Il distacco di un’altra parte della maggioranza attualmente in carica, è la prova concreta di come l’attuale amministrazione abbia fallito nella gestione collegiale della cosa pubblica. E questo, non è certo da poco”.
Cremona 27 03 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

mar 18 2017

chi di sostenibilità ferisce…. 18 03 2017

Published by under barzellette,Politica cremonese

CHI DI SOSTENIBILITA’ FERISCE…… Il professor Cilecca adora farsi riprendere in bici; ecco, da www.cremonaoggi.it, la risposta degli impiegati del Comune al progetto di trasferirli nella nuova sede: “Mancanza di mezzi pubblici in zona negli orari di lavoro, che consentano di raggiungere la sede di via Persico in modo autonomo ai dipendenti non automuniti o che desiderano non utilizzare l’auto, privilegiando la mobilità sostenibile”
Cremona 18 03 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

mar 03 2017

la quintessenza della cremonesità-centoventidue 03 03 2017

LA QUINTESSENZA DELLA CREMONESITA’ – CENTOVENTIDUE
Destra cercasi, lancia l’appello su www.cremonaoggi.it il mio caro amico Carletto Malvezzi, che però sembra partire con troppe incertezze; lasci perdere Alfano, che non è più spendibile né politicamente, ammesso lo sia mai stato, né in progetti se non quello di far da sponda al Renzi di turno; non faccia il vecchio democristiano che non ficca il naso in partito d’altri poi dice agli alleati di Forza Italia e della Lega che devono fare in casa loro; abbia il coraggio di chiamare Destra la Destra come il Pd si dichiara Sinistra, senza le definizioni alchimistiche di centro di qua centro di là che partono da Roma per l’Italia intera; la smetta di citare i numeri del suo lavoro in Regione.
Perché a destra, a Cremona, tutti sappiamo chi è Carlo Malvezzi, da riassumere in: politico alla mano con tutti, lavoratore di resistenza incredibile, pronto all’aiuto di chiunque; scrutarne lealtà e onestà, sarebbe come dire possibile il contrario, quindi me ne guardo bene. Faccia quel che il politico italiano non è uso fare, presentarsi per quel che è: il leader naturale degli elettori della Destra cremonese. Poi decidano gli elettori, non si lamentino però, dopo, d’aver scelto un professor Cilecca solo perché presentato dal Pd.
—“Il progetto politico di Alfano (Malvezzi aveva aderito ad Ncd dopo la scissione del Pdl nel novembre 2013) è solo un inizio ma è insufficiente”, dichiara a proposito della magmatica situazione politica nazionale, con tutti i partiti tradizionali in difficoltà rispetto a M5S. “Indubbiamente rappresenta la necessità di dare una rappresentanza politica ad un nucleo moderato di elettori, che oggi non ce l’ha, ma l’obiettivo da perseguire è quello del Partito Popolare”. Quindi, riaggregazione di partiti e sigle “che però non sia una somma di leader o un’alchimia di palazzo, ma l’elaborazione di un progetto”. Strizza un un occhio alla Lega Nord (ma “quella meno sguaiata, che guarda alla tutela delle specificità territoriali’) e se ne guarda bene dall’entrare nel merito del caos di Forza Italia a Crema: “Non giudico le dinamiche interne di un partito, mi pare però che Zucchi sia un candidato che possa raccogliere un buon numero di consensi; oggi le candidature di bandiera non funzionano più”.

Cremona 03 03 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

mar 02 2017

intervento sul bilancio previsionale 02 03 2017

Published by under Politica cremonese

INTERVENTO SUL BILANCIO PREVISIONALE
Dopo un’attenta analisi sul previsionale 2017 inviato ai consiglieri in formato elettronico via mail, faccio alcune considerazioni di carattere politico che interessano tutti i cittadini cremonesi:
- la lettura del documento di programmazione rappresenta un tomo di 474 pagine fatte di nulla, fumo per autoincensarsi come amministratori, strategicamente inesistente per il territorio cremonese, per le attività produttive, per i negozi che chiudono, per la sicurezza, nulla per il turismo e la cultura tanto amata dal Professore, ma soprattutto non ci sono investimenti strutturali; il loro programma rende sempre più povera la nostra società.
Leggo purtroppo che diminuiscono vorticosamente le nascite e che “solo grazie alle famiglie degli immigrati” il saldo risulta essere positivo. Inoltre nell’ultimo anno abbiamo visto aumentare con saldo positivo gli immigrati residenti per numero di unità 2370 ed emigrare dal nostro territorio un numero di 1900 persone; stiamo assistendo ad una fuga di cervelli cremonesi e risorse vere per il nostro territorio e non lo volete dire perché ciò che conta è l’accoglienza di 2370 “immigrati”? Certo in questo dato ci sono coloro che si trasferiscono dalla campagna alla città e viceversa, ma il punto è che coloro che arrivano dai paesi nord africani e sahariani solitamente sono soggetti economicamente fragili da dover caricare sul sistema assistenziale con sostegni al reddito, asili e pasti gratis ed alloggi a canone ridotto; su questo avremmo molto da dire perché di questi risvolti l’amministrazione non è affatto chiara. Il patrimonio immobiliare è formato da ben 1046 alloggi così di cui n. 878 alloggi a canone sociale.
La remunerazione del patrimonio immobiliare residenziale risulta decisamente bassa ed è evidente che gli alloggi a canone sociale, hanno una loro utilità se trovano posto i nostri concittadini e le famiglie cremonesi bisognose, ma la realtà è che la maggior parte delle famiglie che usufruiscono degli alloggi hanno cognomi arabi, africani o dell’est europeo. Vorremmo più risorse per i nostri concittadini e conoscere in dettaglio l’utilizzo delle risorse ed a chi sono destinate. Ma da quanto letto i cittadini cremonesi serviranno per essere spremuti con una previsione di euro 2.750.000 di recupero dell’evasione fiscale, perché il nostro Comune ritiene dover incassare tanto da detta attività affidata a soggetto esterno; va bene a questa amministrazione che siano sempre i cittadini Cremonesi a pagare. Tutta la somma ottenuta spremendo per beni i cremonesi verrà utilizzata per coprire spese correnti al netto di un fondo svalutazione di euro 780.700; quindi viene utilizzata una posta straordinaria totalmente aleatoria ed incerta per coprire spese correnti certe e ineludibili; non è sicuramente una buona regola, non solo contabile ma anche di buon senso, perché si spende con coperture assolutamente incerte; solita tattica dei governi di sinistra che neppure questa amministrazione vuole smentire.
Nessuna prospettiva di sviluppo quindi si può leggere nel programma; la voce investimenti non è altro che il completamento di nostre opere come amministrazione precedente, già dotate di copertura finanziaria, di cui questa amministrazione si è fatta indebitamente lustro. Vedo il completamento della ciclabile di Cavatigozzi iniziata nel 2016, ma nostro investimento; non vedo altro se non degli interventi sulle scuole per manutenzione. Si dice nel programma che la sicurezza della città è una priorità, ma non si capisce in cosa possano intervenire se tagliano le risorse e nel frattempo aumentano i furti e lasciano intere aree della città in mano a cittadini extracomunitari.
Interessante è il paragrafo del piano d’azione della qualità dell’aria, forse non si sono resi conto che da mesi siamo in emergenza con un’aria irrespirabile, ma il problema c’era solamente quando governava Perri.
Il programma rifiuti vero delirio surreale che conclude con la rinnovata impraticabile intenzione di dismettere il termocombustore.
Sulle partecipate solo un passaggio all’azione nefasta di svuotamento della patrimoniale AEM e sulla discutibile cessione della rete idrica alla Padania Acque, argomento per il sottoscritto aperto con interrogazione scritta ed oggetto di sicuri ulteriori approfondimenti.
Molta attenzione viene data alle politiche di inclusione per gli immigrati e richiedenti asilo anche se la maggior parte non lo è; per i minori che qui a Cremona per strane dinamiche continuano ad aumentare a dismisura. Scarsa attenzione invece per le famiglie.
Queste sono solo alcune considerazioni che approfondirò in consiglio comunale al momento opportuno insieme a tutte le altre considerazioni di natura tecnico-economica improponibili, irrealizzabili ed imperseguibili, come il dividendo centro padane.
Come sempre bravi a parole ma scarsi ed assenti nelle verità e nei fatti.
Marcello Ventura Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale

No responses yet

Next »