Archive for the 'cronaca internazionale' Category

dic 26 2017

definizioni 26 12 2017

DEFINIZIONI
Mi piacerebbe molto di più se fosse completata la “mercante di uomini”: il mercante li compra nell’Africa nera, ma poi a chi li vende?

Cremona 26 12 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

dic 24 2017

leggere bene tutte le versioni del mondo 24 12 2017

LEGGERE BENE TUTTE LE VERSIONI DEL MONDO
Repubblica on line, in testa la recita natalizia di ser Francesco Papa: “E’ Gesù che dà a tutti noi il documento di cittadinanza”
Sempre su Repubblica, poche righe più in basso: “L’ho uccisa perché aveva la gonna corta”, confessa l’assassino della funzionaria inglese a Beirut.

Cremona 24 12 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

dic 23 2017

buoni e un po’ troppo coglioni….. 23 12 2017

BUONI E UN PO’ TROPPO COGLIONI…….
Da Repubblica; chiudiamo gli occhi fingendo d’aver l’obbligo di accettare i barconi, le coste d’Italia son le più vicine all’Africa, ma la Cei, l’Onu, il governo libico non cercheranno di far credere che in Francia Germania Spagna non esistano aeroporti?
—Stavolta non sono dovuti sbarcare da un gommone e non sono approdati sulle coste del Sud Italia. Sono usciti invece dalla pancia del C130 infreddoliti e avvolti nei loro vestiti colorati; donne e bambini che fino a 12 ore fa erano in uno dei Centri di detenzione per immigrati irregolari di Tripoli. E hanno toccato il suolo a Roma, nell’aeroporto militare di Pratica di mare. Sono i primi 162 migranti arrivati in Italia grazie al primo corridoio umanitario frutto di un accordo che ha coinvolto l’Italia, il governo libico, l’Onu e la Cei.
I migranti coinvolti nel viaggio sono stati individuati nei mesi scorsi dal personale dell’Unhcr, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati, tra coloro che erano in condizioni di massima fragilità. “Dall’inizio dell’anno – ha spiegato il responsabile della Libia dell’Unhcr, Roberto Mignone – abbiamo fatto 995 visite nei Centri e siamo riusciti a liberare 1.200 persone. Ma pensiamo che nel prossimo anno questi numeri saliranno e riusciremo ad evacuare dalla Libia tra le 5mila e le 10mila persone in condizioni di fragilità”.
“È un giorno storico – ha detto il ministro dell’Interno Marco Minniti, presente allo sbarco in aeroporto insieme al presidente della Cei Gualtiero Bassetti -. Per la prima volta grazie al lavoro straordinario di tante persone si è aperto un canale umanitario legale dalla Libia all’Europa. Siamo riusciti a portare verso la salvezza donne e bambini, sottraendoli ai trafficanti di esseri umani”. E ha aggiunto che “questo è solo l’inizio”.

Cremona 23 12 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

dic 15 2017

il kressecco 15 12 2017

IL KRESSECCO Da Campagna Amica; nessun Asti Spumante sfiderà mai lo Champagne, son vini troppi diversi, Luigi Veronelli s’incazzava anche solo al paragone Champagne/Spumante classico, che pur sono nella medesima categoria: “maledetto, tu non capisci di vino!”, e di primo acchito sentir di Kressecco o Meer-secco dà fastidio, però se ci imitano in tutto il mondo un motivo di vanto lo troveremo pure! —Con un balzo dell’11% nelle bottiglie spedite all’estero lo spumante italiano conquista le tavole nel mondo, dove per Natale e Capodanno 2017 ci sarà il record storico di brindisi Made in Italy. È quanto emerge da una analisi della Coldiretti dalla quale si evidenzia che alla fine di quest’ anno sarà raggiunto per la prima volta il record storico dell’esportazioni all’estero per un valore superiore a 1,3 miliardi, sulla base delle spedizioni registrate dall’Istat nei primi otto mesi. Se in Italia lo spumante si classifica al primo posto negli acquisti irrinunciabili nello shopping delle Feste, all’estero non sono mai state richieste cosi tante bollicine italiane che in quantità dominano nettamente nei brindisi sul mercato mondiale davanti allo champagne. Fuori dai confini nazionali i consumatori più appassionati sono gli inglesi che non sembrano essere stati scoraggiati dalla Brexit e sono nel 2017 il primo mercato mondiale di sbocco delle spumante italiano con le bottiglie esportate che fanno registrare un aumento del 13% di gran lunga davanti agli Stati Uniti dove comunque si rileva un +16%, mentre in posizione più defilata sul podio si trova la Germania dove si registra una crescita del 14% delle bottiglie vendute. Nella classifica delle bollicine italiane preferite nel mondo ci sono tra gli altri il Prosecco, l’Asti il Franciacorta che ormai sfidano alla pari il prestigioso Champagne francese. A pesare è il fatto che con il successo crescono le imitazioni in tutti i continenti a partire dall’Europa dove sono in vendita bottiglie di Kressecco e di Meer-Secco prodotte in Germania che richiamano palesemente al nostrano Prosecco che viene venduto addirittura sfuso alla spina nei pub inglesi. All’estero finisce la maggioranza della produzione nazionale di bollicine per la quale si stima un potenziale produttivo superiore ai 600 milioni di bottiglie.

No responses yet

dic 13 2017

froome 13 12 2017

Published by under cronaca internazionale,sport

FROOME
Non ho competenza né conosco gli atti, ripeto solo un principio generale: pretendere che in sport durissimi come il ciclismo e il pugilato gli atleti facciano record su record senza “sostenersi”, è fuori da ogni logica umana. E anche divina.

Cremona 13 12 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

dic 12 2017

sono stranieri 12 12 2017

SONO STRANIERI Si sono ammorbiditi parecchio gli ultimi anni, ma per l’inglese tipo solo gli stranieri commettono reati in Inghilterra, e per la cronaca del Corriere qui sotto, da Guardiola a Ibra eccetera, sembra proprio così; gli hooligans, inglesi, una volta erano sugli spalti, ma li hanno aboliti da tempo……. —Secondo alcune indiscrezioni ed una ricostruzione del quotidiano spagnolo «Marca», tutto avrebbe avuto origine nel tunnel che porta agli spogliatoi, quando tra canti e balli dei giocatori del City euforici per la vittoria ed i musi lunghi di quelli dello United, un membro dello Staff tecnico del City o lo stesso Guardiola (l’allenatore del City) avrebbe apostrofato Ibrahimovic così: «Ibra, parli molto ma ti muovi poco». Immediata la reazione del 36enne attaccante svedese, (alto 1,96 m ed esperto di arti marziali e notoriamente uno «che non la manda a dire») che si sarebbe scagliato contro Pep, che, a dire il vero non ha mai amato, neanche quando era il suo allenatore. Ma Ibra non riesce a raggiungere Guardiola, perché tra loro si frappone immediatamente lo scudo umano costituito dai giocatori del City presenti. Si scatena quindi una rissa con almeno 20 partecipanti che si affrontano a colpi di bottigliate di integratori minerali. In quel momento arriva Mourinho a chiedere spiegazioni e viene affrontato, per fortuna solo a parole, da Ederson portiere brasiliano del City. Ma la lite dura poco perché Mou deve scappare raggiunto dal lancio di alcune bottigliette e da cartoni pieni di latte. Subito dopo però si getta nella mischia anche Lukaku, attaccante dello United e fisico da peso massimo, che prima stende con una bottigliata un fisioterapista del City e poi se la vede a pugni con i giocatori della squadra avversaria. Nella mischia rimane ferito anche Arteta, il vice di Guardiola, che sanguina da un taglio alla fronte. Tutto si placa solo dopo l’intervento della polizia che riesce a sedare gli animi separando di peso i contendenti.
Cremona 12 12 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

dic 08 2017

i grandi regolatori 08 12 2017

Published by under costume,cronaca internazionale

I GRANDI REGOLATORI del mondo occidentale, ancora una volta, sono ipocrisia e mercato; qui sotto, dalla Stampa on line; come si può negare che il disabile produca meno; che poi la società ricca faccia bene a occuparsi dei più deboli e sia estremamente villano rinfacciarlo, è tutto un altro discorso. —Monta l’indignazione in Gran Bretagna contro il cancelliere dello Scacchiere, Philip Hammond, titolare del Tesoro nel governo di Theresa May, finito nella bufera per aver sostenuto durante un’audizione in commissione parlamentare che gli scadenti risultati del Regno sul fronte della produttività possano dipendere anche dall’accresciuto coinvolgimento nel mercato del lavoro di persone disabili. Parole a cui Hammond ha cercato di mettere una pezza dicendosi comunque «estremamente orgoglioso» dell’integrazione lavorativa dei disabili, ma che ha scatenato reazioni oltraggiate. L’associazione umanitaria Scope ha definito l’affermazione «inaccettabile e discriminatoria», mettendo in discussione la credibilità del recente piano presentato dallo stesso governo per l’inserimento occupazionale di categorie svantaggiate. «Come persona disabile – ha rincarato Marsha de Cordova, ministro ombra laburista – sono rimasta scioccata e inorridita dal tentativo di Philip Hammond di scaricare i fallimenti economici delle politiche Tory su di me e sugli altri disabili».
Cremona 08 12 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

dic 02 2017

come si fa a dar torto alla lega 01 12 2017

COME SI FA A DAR TORTO ALLA LEGA e al buon senso quando dicono: prima gli italiani? esito naturale, se si fa entrare di tutto, si impoveriscono i più deboli di noi, e non si è in grado di mantenere con dignità loro; dall’agenzia Ansa: —Sono oltre 1,6 milioni le famiglie che nel 2016 sono in condizioni di povertà assoluta, con un boom del +96,7% rispetto al periodo pre-crisi. Gli individui in povertà assoluta sono 4,7 milioni, con un incremento del 165% rispetto al 2007. Tali dinamiche incrementali hanno coinvolto tutte le aree geografiche, con un’intensità maggiore al Centro (+126%) e al Sud (+100%). Il boom della povertà assoluta rinvia a una molteplicità di ragioni, ma in primo luogo alle difficoltà occupazionali, visto che tra le persone in cerca di lavoro coloro che sono in povertà assoluta sono pari al 23,2%. Il fenomeno ha una relazione inversa con l’età: nel 2016 si passa dal 12,5% tra i minori (+2,6% negli ultimi tre anni) al 10% tra i millennial (+1,3%), al 7,3% tra i baby boomer, al 3,8% tra gli anziani (-1,3%). La povertà assoluta ha l’incidenza più elevata tra le famiglie con tre o più figli minori (il 26,8%, +8,5%).
Cremona 01 12 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

nov 29 2017

una nuova leghista? 29 11 2017

UNA NUOVA LEGHISTA? Giornali che si citano l’un l’altro; dalla redazione di Blitz: —Migranti, Federica Mogherini: “I paesi africani si riprendano i profughi in Libia”. “L’Europa non vuole diventare fortezza, è stata la prima a denunciare gli orrori dei campi libici, ma ora è il momento che si attivino maggiormente gli Stati africani, sono i loro cittadini in gioco. Come serve anche che l’Europa offra maggiori canali di migrazione legale”. Lo dice – in un’intervista ad Avvenire – l’Alto rappresentante Ue Federica Mogherini, alla vigilia del vertice tra Unione Africana ed Unione Europea che si apre oggi ad Abidjan.
Cremona 29 11 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

nov 25 2017

cremona e gli emirati 25 11 2017

IL CONSORZIO AGRARIO DI CREMONA PARLA ARABO: IMPORTANTI CONTRATTI COMMERCIALI CON GLI EMIRATI
Da qualche settimana a questa parte, il Consorzio Agrario di Cremona è riuscito a instaurare relazioni commerciali con l’estero. In modo particolare un contratto in essere da oltre 3 milioni di euro entro la fine del 2017 ed un accordo di fornitura pluriennale siglato in questi giorni. Sono questi i numeri importanti destinati a crescere grazie agli accordi Firmati dal Consorzio Agrario di Cremona con il Qatar e con gli Emirati Arabi Uniti. I prodotti, grazie alla loro elevata qualità, dal Mangimificio di Cremona scavalcano i confini nazionali per arrivare in Asia. Franco Vertini e Giuseppe Pilla, rispettivamente direttore e vice direttore del Consorzio, sono rientrati in questi giorni da Dubai ed Abu Dhabi dove si stanno aprendo scenari altrettanto significativi per lo sviluppo di nuovi accordi verso il mercato arabo, in particolare negli Emirati, dove l’allevamento di vacche da latte sta crescendo in maniera esponenziale. Il Consorzio Agrario è quindi pronto per affrontare l’export verso nuovi mercati proponendo prodotti certificati, specifici, di grande qualità e sempre più richiesti.
—- e gli arabi, grazie a capitan Voltini, finiranno con l’imparare il cremunées……..

No responses yet

« Prev - Next »