Archive for the 'cronaca internazionale' Category

ott 12 2017

stupirsi semmai del contrario 12 10 2017

Published by under costume,cronaca internazionale

STUPIRSI SEMMAI DEL CONTRARIO, che due soggetti così, tra alti e bassi, convivano da 50 anni; è l’Ansa a scrivere che i Clinton potrebbero separarsi: -Hillary e Bill Clinton, la coppia scoppia?- —Battibeccano, bisticciano, si azzuffano sul titolo del libro (‘What Happaned’ – ‘Cosa è successo’) e il volume finisce nel cestino. Accade a ‘Casa Clinton’. O almeno così riferiscono alcune indiscrezioni pubblicate dal ‘Page Six’ del New York Post, in cui si raccontano tensioni coniugali fra l’ex presidente Bill Clinton e l’ex candidata per la Casa Bianca Hillary: lui ha criticato alcuni punti del volume in uscita nei quali lei dà la sua versione di ‘cosa è successo’, appunto, nei mesi cruciali della campagna elettorale per la presidenza Usa sfociata nella dura sconfitta inflittale da Donald Trump……… Così la lite di questa estate – quella culminata con il manoscritto nel cestino – sembra aver lasciato il segno tra moglie e marito, che non si parlerebbero da mesi e comunicherebbero attraverso amici e avvocati.
Cremona 12 10 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ott 09 2017

ne prenda atto il mondo civile 09 10 2017

Published by under costume,cronaca internazionale

NE PRENDA ATTO IL MONDO CIVILE
Las Vegas; l’Isis va giù alla grossa: anche i pazzi sono nostri soldati!

Cremona 09 10 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ott 08 2017

l’islam e stephen king 08 10 2017

L’ISLAM E STEPHEN KING : QUANDO UN “FOLLE” INCONTRA UNA DONNA IN STRADA

Marsiglia, un giovane maghrebino al grido di Allah Akbar, si è scagliato nella stazione ferroviaria contro due ragazze di 20 e 21 anni uccidendole a coltellate. Era uno sbandato che per alcuni anni aveva vissuto nei dintorni di Roma, sposato con una donna italiana da cui aveva divorziato. In Francia aveva commesso piccoli reati e viveva senza permesso di soggiorno con 7 identità diverse.
La follia, si dice, di lupo solitario, quasi una routine di cronaca, non un’azione programmata da una cellula come quella di Barcellona.
Ma anche questo episodio, “minore” nel panorama di quelli più gravi che hanno colpito cittadini europei, merita qualche riflessione.
Solo un folle, si legge spesso, l’Islam, la religione, non c’entrano. Ma la spiegazione non è così semplice.
Leggendo di questo e di episodi simili mi è venuto in mente un romanzo di Stephen King, The Cell, non fra i più noti ma come tutti i suoi libri molto inquietante.
Inizia con la scena in cui il protagonista, mentre passeggia in strada, assiste all’improvviso cambio di comportamento di alcuni passanti che si avventano contro tutti coloro che capitano loro a tiro cercando di ucciderli, e spesso riuscendoci, con tutti i mezzi che hanno a disposizione.
L’epidemia di violenza si diffonde. Il protagonista, un disegnatore di fumetti che non usa il telefono cellulare, presto capisce che la furia distruttiva origina da un misterioso segnale, “L’impulso” che si trasmette attraverso i telefoni cellulari. Non racconto il finale, comunque il disegnatore e alcuni altri sopravvissuti saranno costretti a lottare a lungo contro gli essere umani così trasformati.
È esattamente quanto accade nella mente dei militanti islamici. Sono persone fino a poco tempo prima normali, al più come l’assassino di Marsiglia solo comuni piccoli delinquenti. In breve tempo si trasformano e colpiscono come possono chiunque gli si pari davanti, basta che sia un europeo infedele.
Fin qui il paragone e qui entra in campo la religione. “L’impulso” cui costoro obbediscono è il richiamo diffuso in tutto il mondo dall’ISIS e da altri gruppi radicali islamici a uccidere quanti più infedeli possibile. Certo molti, musulmani e no, dicono che questo messaggio di morte nulla ha a che fare con l’Islam e che chi lo segue deve essere considerato solo un folle o qualcuno che per mille ragioni è diventato tale.
Ma a questo punto si pone una domanda che nessuno vuole fare.
Perché “l’impulso” a colpire contiene messaggi islamici, perché è diretto a persone di cultura mussulmana e solo appartenenti per cultura a questo credo sono propensi a impazzire abbracciando visioni e purificazioni millenaristiche ?
Questo non accade ai cristiani, agli ebrei, ai buddisti, ai sikh, agli atei, agli agnostici e così via.
Che ci sia qualcosa che non va in quella religione ? Che in qualche modo la violenza contro il “diverso” sia insita nell’Islam? Che ci sia qualcosa da rivedere nei suoi valori fondamentali ?. Questo ragionamento, che non è islamofobia, è più che legittimo e vorremmo sapere se il mondo musulmano si sia posto il problema, per ora non sembra, e quali risposte sappia darsi.
In più i “telepazzi”, così sono chiamati nel romanzo, di Stephen King, aggrediscono indifferentemente uomini e donne mentre gli islamici “impazziti”, quando non cercano di colpire poliziotti o militari, si avventano, lo si è visto a Marsiglia e in altre occasioni, contro donne che camminano da sole in strada.
Anche questo ha una spiegazione che non è affatto disgiunta dalla religione.
Certamente le donne sono le vittime più facili e indifese ma questa non è l’unica ragione, e credo che non sia quella principale, per cui vengono colpite.
In realtà quello che suscita la furia contro le donne, e vale anche per certi episodi di stupro e di molestie collettive, è vedere che nelle città europee le donne sono libere. Gli attacchi mirano a colpirle per punirle della libertà, della felicità, della sicurezza di cui godono negli spazi pubblici.. Spaventarle ogniqualvolta camminano “impunemente” da sole in strada e vivono come se fossero degli uomini. Per i fondamentalisti una vista insopportabile.
Anche questa non è follia ma qualcosa che ha profondamente a che fare, che è da secoli radicato in una cultura religiosa che vuole la sottomissione di questa metà del mondo nelle forme che tutti conosciamo.
Nel romanzo di Stephen King i “tele pazzi” alla fine vengono sconfitti, si estinguono vittime della loro stessa demenza. Speriamo che ciò accada quanto prima anche nella realtà.
E speriamo anche che il mondo musulmano “moderato” aiuti a farlo presto, e per farlo abbia il coraggio di guardare al proprio interno, di riflettere sulla sua religione e di rispondere alle domande che gli abbiamo posto senza ipocrisie, senza scorciatoie e senza dare, come sempre, la colpa ad altri.

Guido Salvini magistrato

No responses yet

ott 06 2017

su questi temi mi ripeterò sempre 06 10 2017

SU QUESTI TEMI MI RIPETERO’ SEMPRE
Da Repubblica; nonostante una gru da mille tonnellate abbattuta dal vento, in Italia ci sarebbe stata una gara tra le Procure per chi avrebbe incriminato più sindaci, incapaci di potare correttamente gli alberi!
—Sette persone hanno perso la vita a causa della tempesta che ha flagellato il nord della Germania. Tutte sono rimaste uccisi dalla caduta di alberi o rami che si sono schiantati sulle loro auto. La perturbazione, denominata Xavier, con raffiche di vento che hanno toccato i 140 chilometri orari, eccetera……. Nella capitale è stato sospeso anche il servizio della metropolitana di superficie. Nel porto di Wilhelmshaven una gru da mille tonnellate è stata abbattuta dal vento.

Cremona 06 10 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ott 06 2017

raccomandati anche fuori d’italia 06 10 2017

RACCOMANDATI ANCHE FUORI D’ITALIA
Cesare Battisti, quello vero si rivolta nella tomba, si dichiara al sicuro nonostante l’arresto: “Non temo l’estradizione. Sono protetto dal decreto del presidente Lula”

Cremona 06 10 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ott 05 2017

e sodomia 05 10 2017

Published by under costume,cronaca internazionale

E SODOMIA Si battono le principali associazioni per i diritti umani eccetera…. cominciassero i Paesi che si ritengono civili a chiedere l’espulsione dell’Arabia Saudita e simili dall’Onu, e da tutte le altre organizzazioni che si ritengono civili. Dall’Avvenire: —Dopo Cina e Iran, il regno saudita è uno dei Paesi al mondo in cui vi è il maggior ricorso alla pena capitale, prevista per i colpevoli di omicidio, rapina a mano armata, stupro e traffico di droga, stregoneria e sodomia; la maggior parte delle esecuzioni – unico Paese al mondo – vengono eseguite tramite decapitazione. Anche le pene per crimini minori sono particolarmente crudeli: il furto e il reato d’opinione sono puniti oltre che con il carcere anche con il taglio della mano o del piede e la fustigazione in piazza. Da anni le principali associazioni per i diritti umani si battono perché il regno saudita garantisca processi più equi ed esecuzioni meno crudeli.
Cremona 05 10 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ott 03 2017

isis in calo evidente, 03 10 2017

ISIS IN CALO EVIDENTE,
se è costretto a rivendicare gli attentati degli altri….

Cremona 03 10 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ott 02 2017

coraggio scappiamo 02 10 2017

CORAGGIO SCAPPIAMO Succederà anche in Italia; se mi maschero, il primo vigile che incontro mi ferma; e c’era bisogno di una legge speciale per i mussulmani? o dovremmo fare un’eccezione alle nostre leggi per dei signori tra cui si annidano migliaia di terroristi? e le “autorità” che han vergogna di fare il loro dovere per la sicurezza dei cittadini e si nascondono dietro capriole linguistiche…… dalla Stampa on line: —Guai a definirla come la legge contro il Burqa. Le autorità austriache preferiscono adoperare l’acronimo dal sapore burocratico «AGesVG» che sta per «Legge contro la copertura del volto»……… Al di là delle capriole linguistiche e dell’inventiva ipocrita riscontrabile nel testo della nuova legge, la normativa viene ugualmente definita da tutti gli austriaci come il «Burqa Verbot», il divieto del burqa, e per non rischiare di passare come troppo «politicamente corretto», Sebastian Kurz e il ministero degli Interni a Vienna hanno fatto stampare migliaia di volantini in quattro lingue (tedesco, inglese, turco e arabo) sui quali in modo esemplificativo e con l’ausilio di disegni vengono illustrati i vari tipi di coperture del volto messi al bando dal primo di ottobre. E guarda caso la principale figura adoperata sui volantini è proprio quella di una donna col velo integrale.
Cremona 02 10 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ott 01 2017

il confronto che stimola 01 10 2017

IL CONFRONTO CHE STIMOLA
La Guardia Civil a Barcellona somiglia ai No Tav della Val Susa.

Cremona 01 10 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

set 27 2017

civiltà diverse 27 09 2017

CIVILTA’ DIVERSE
In Arabia Saudita, con la certezza di un decreto del re! anche le donne potranno guidare l’auto. Per i camion sono in attesa di un altro decreto, di aerei naturalmente non se parla. Madama la Boldrina e Ser Francesco Papa comunque si contentano: è un primo passo!

Cremona 27 09 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Next »