Archive for the 'costume' Category

ott 12 2017

tanto grillismo per nulla, 12 10 2017

Published by under costume,Politica nazionale

TANTO GRILLISMO PER NULLA, secondo l’amico Fabio Cammalleri, avvocato di Catania, e mi sento abbastanza d’accordo: il candidato comunque è sempre scelto da un partito. —Quella su cui si sta votando e su cui il governo ha posto la fiducia, assegnerebbe 1/3 dei seggi, 232 alla Camera, 102 al Senato, secondo un criterio uninominale; collegi più ampi. Tutti gli altri, 386 alla Camera e 207 al Senato, in liste bloccate: cioè, senza voti di preferenza fra i candidati presenti in lista (circa 7 o 8), e secondo un criterio proporzionale; collegi più piccoli. La mancata previsione di un voto di preferenza è l’unico reale, grave, limite di questa legge. http://www.lavocedinewyork.com/news/politica/2017/10/11/nuova-legge-elettorale-chi-si-lamenta-gode/
Cremona 12 11 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ott 12 2017

duemila anni di interpretazione di dio 12 10 2017

DUEMILA ANNI DI INTERPRETAZIONI DI DIO Dall’Avvenire; dal Vangelo secondo San Matteo; dalle guerre contro eretici e infedeli; dall’accoglienza di oggi senza criterio. –Si deve affermare con forza che la condanna alla pena di morte è una misura disumana che umilia, in qualsiasi modo venga perseguita, la dignità personale. È in sé stessa contraria al Vangelo perché viene deciso volontariamente di sopprimere una vita umana che è sempre sacra agli occhi del Creatore. Così papa Francesco, secondo cui è necessario ribadire che, per quanto grave possa essere stato il reato commesso, la pena di morte è inammissibile perché attenta all’inviolabilità e dignità della persona– –Chi scandalizzerà uno solo di questi piccoli che credono in me, gli conviene che gli venga appesa al collo una macina da mulino e sia gettato nel profondo del mare”. (Matteo 18,6)
Cremona 12 10 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ott 12 2017

a viso aperto 12 10 2017

A VISO APERTO Leggo ogni giorno, dovere professionale, non fraintendetemi, il blog del Maestro Grillo Beppe, e sono giunto a una conclusione: se il MoVimento 5Stelle raggiunge il 30% degli elettori, è perché gli elettori non lo leggono! Spero non sia vero poi che per i qualunquisti i politici son tutti eguali, i capi dei grillini hanno una faccia che spiega tutto, anche senza leggerli! —I ragazzi, la gente, forse non sa che uno è un evasore doloso, un ex badante della nipote di Mubarack, mentre l’altro uno spergiuro (aveva giurato che, se avesse perso il referendum, sarebbe uscito dalla politica). Ma davvero non lo sanno? Non ci credo, la gente se ne frega perché ha trovato l’alibi giusto: l’armageddon del qualunquismo finale: “tanto sono tutti uguali”
Cremona 12 10 207 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ott 12 2017

oggi a iori, domani a te 12 10 2017

OGGI A IORI, DOMANI A TE
In Italia i carcerati sono 60mila, uno ogni mille abitanti: è per questo che gli altri 999 non ci badano, convinti che a loro non toccherà mai. Ho concluso il libretto sul caso Iori, all’ergastolo definitivo con dimostrazioni alla sfera di cristallo et similia, per un omicidio impossibile da commettere a chiunque, con le cause di morte accertate; per un fine: raccontare come sia facile a qualsiasi dei 999 diventare l’uno.
Chi volesse, gratis, il libretto via mail, una settantina di cartelle, mi dia il suo indirizzo; i miei sono flcozzaglio@gmail.com cozzaglio.flaminio@alice.it
339 3599879 0372 431727 ———————————————
Border Nights-You Tube, una piccola emittente toscana, facilmente rintracciabile su internet, riporta la mia intervista del 21 ottobre 2016 sul caso Iori; qualche difetto, all’inizio manca l’audio (!), a volte le voci non sono perfette, ma credo d’esser riuscito a condensare bene ciò che scrivo da anni. Se anche voi, cari lettori, siete convinti che quel modo di far processi non riguardi solo il povero Iori, ma possa da un momento all’altro toccare noi, guardatela, diffondetela; il titolo che le han dato è:
-Il caso Iori: ergastolo con la sfera di cristallo?

No responses yet

ott 11 2017

la legge del più forte-seicentosettantuno 11 10 2017

LA LEGGE DEL PIU’ FORTE – SEICENTOSETTANTUNO
Da “Fino a prova contraria”, la newsletter sulla giustizia de Il Foglio; nulla da fare: se la politica, a partire dal presidente del Consiglio superiore della magistratura, Mattarella, se i commentatori più seguiti, se gli artisti alla Vespa&Fazio non decidono di entrare vigorosamente nel concreto della Giurisdizione di ogni giorno, i processi alla Iori con la loro dotazione di sfere di cristallo continueranno a regnare; anche “Fino a prova contraria” scrive dell’immagine della magistratura, non dei troppi Maurizio Iori in carcere……
—Ospite della trasmissione tv “Di Martedì”, l’ex presidente dell’Anm Piercamillo Davigo ha dichiarato che “l’imputato che non rifiuta la prescrizione deve vergognarsi”. In un colloquio con Annalisa Chirico per il Foglio, Claudio Galoppi, presidente della settima commissione del Csm, ha criticato il collega: “Un giudice in servizio non partecipa a talk show politici lanciando giudizi morali e lasciandosi andare a commenti di natura politica. Così si getta discredito sull’intero ordine giudiziario. Un uomo di legge non può far passare l’idea che la prescrizione sia un salvacondotto per disonesti”. E ancora: “Se Davigo non smentisce la notizia degli incontri con i vertici del M5S per un emendamento alla legge elettorale, ci saranno conseguenze”. Sulle colonne del Corriere della sera è giunta l’attesa smentita: Davigo ha precisato di non aver mai incontrato Beppe Grillo e di non aver contribuito alla stesura di alcun emendamento, pur ribadendo la sua personale idea della prescrizione. È intervenuto il vicepresidente del Csm Giovanni Legnini che, senza citare il caso specifico, ha censurato le ‘toghe da talk show’. Intanto Fino a prova contraria annuncia un esposto al procuratore generale della Cassazione per fare chiarezza sul rapporto talvolta patologico tra magistrati e mass media, e sulla sovraesposizione di magistrati in servizio che, con interventi marcatamente politici, danneggiano l’immagine della magistratura

Cremona 11 10 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ott 11 2017

la quintessenza della cremonesità-trecentoquarantaquattro 11 10 2017

LA QUINTESSENZA DELLA CREMONESITA’ – TRECENTO44
In Libera sono dei veri duri: cantano solo le arie che vogliono! Per esempio, il non c’è assalito da continue richieste di bis, troverebbe il modo di inserire nella crisi della Catalogna la faccenda dell’ingiusto commissariamento Apa; del resto, dopo venti giorni, campeggia ancora oggi sul sito:
“Si è svolta venerdì 22 settembre l’assemblea pubblica della Libera Associazione Agricoltori Cremonesi con grande partecipazione di pubblico e ospiti intervenuti”
Gli ospiti, quelli che son riusciti a precettare; il pubblico, 70 persone circa, oltre la metà dipendenti; i soci, al massimo 10!
Ma in Libera non si fanno scrupoli, a furia di ripetere tutto diventa verità, gli hanno detto dimenticando un fondamentale: se si è capaci di ripeterlo bene. Un paio di cosettine che non fan parte delle “arie che vogliono”: il nuovo direttore su cui girano le voci più assurde, per cui saranno vere; han preso da Parma uno che oggi è spasso; a tempo determinato, per 2500euro lordi al mese! E senza precedenti di lavoro nel settore; esito scontato, poi i non c’è intoneranno un’aria un po’ diversa: come s’accorge di prendere meno degli impiegati anziani sarà contento come una Pasqua; come gli impiegati anziani s’accorgono che devono insegnargli, si chiederanno perché lui è il direttore. Direttori; pare che stavolta Zanolli Pennadoro Vittoriano abbia la valigia in mano, prepensionato, gli verrebbero lasciate delle collaborazioni, che spero siano brillanti come il suo passato prossimo insegna; ci sarà da ridere ai rapporti col nuovo direttore.
Ma in Libera, quando decidono di divertire, ma anche se non decidono, han pochi rivali; spedita una lettera ai funzionari che spiega come l’ex direttore Guido Vezzoni sia persona sgradita nelle stanze del Quarto Lato di Piazza Duomo!

Cremona 11 10 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ott 11 2017

arrivati a luglio 11 10 2017

ARRIVATI A LUGLIO 2017 La Provincia fin che c’è; Castelvetro; poi certi leghisti dicono non si integreranno mai: per adesso, han già superato Cgil, Cisl, Uil! —Lamentano cibo inadeguato, mancata elargizione della quota economica giornaliera meglio nota come ‘pocket money’ e scarsa assistenza. Alcuni dei richiedenti asilo africani alloggiati in via Verdi si sono recati in prefettura a Piacenza per ‘denunciare’ le condizioni in cui vivono, riferendo che si sentono abbandonati a se stessi.

Cremona 11 10 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ott 11 2017

sono i polverosi che abbattono la democrazia 11 10 2017

SONO I POLVEROSI CHE ABBATTONO LA DEMOCRAZIA Altro che il povero Mussolini, finalmente riabilitato, in parte; certo gli mancava solo l’estremo oltraggio, finire nella stessa vasca dei quattro sotto; dal blog dell’unico Maestro d’oggi, Grillo Beppe: —Era il 1923 quando per la prima volta nella storia d’Italia venne apposta la fiducia su una legge elettorale. C’era il Fascismo e si trattava della legge Acerbo, fortemente voluta da Benito Mussolini per assicurare al Partito Nazionale Fascista una solida maggioranza parlamentare. Allora si opposero i deputati dei gruppi socialisti, i comunisti, la sinistra liberale e quei popolari che facevano riferimento a don Sturzo. Oggi chi sostiene di ispirarsi ai principi della sinistra, invece, non solo accetta questo sistema ma addirittura lo propone. La stessa pseudo-sinistra da palazzo che crede di potersi fregiare di un titolo solo perché inventa una goffa legge per togliere di mezzo i palazzi e le strutture architettoniche costruite nel Ventennio. Sono semplicemente ridicoli e ipocriti. Apologia del fascismo è fare quel che ha fatto il fascismo quasi cento anni fa. Apologia del fascismo è ignorare la volontà popolare, impedendo agli italiani di esprimersi democraticamente. Questa è una legge voluta non dai partiti, ma da quattro persone che pensano solo alla propria polverosa poltrona, si chiamano Matteo Renzi, Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Angelino Alfano. Sono i polverosi che abbattono la democrazia. Fare questa legge ora significa andare contro alle regole che ci ricordano anche organismi terzi, per cui non si deve cambiare la legge elettorale nei dodici mesi precedenti il voto. A questi quattro delinquenti non interessa affatto.
Cremona 11 10 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ott 11 2017

guareschi, un miracolo 11 10 2017

GUARESCHI, UN MIRACOLO
e magari, passato ser Francesco Papa, lo fanno santo; aver parroco un don Camillo che difende la religione cattolica dai suoi tanti nemici serve a poco, se manca un Giovannino Guareschi che lo spiega; coi disegni, per certa gente; i tagliatori di teste dell’Islam sono l’effimero, molto più pericolosi relativismo e materialismo; ho frequentato anni don Ottorino, fuori dalla Chiesa l’uomo più liberale del mondo, ma se vuoi entrare nella Casa del suo Dio le regole sono quelle; da OglioPoNews:
—Una presa di posizione forte, sancita a colpi di Ave Maria e Padre Nostro che accontenta quella parte di Chiesa e società più vicina a posizioni intransigenti mentre crea non poche domande (e disapprovazione) a quella Chiesa figlia dell’ecumenismo postconciliare…. Ma le motivazioni di quell’infinito rosario faranno sicuramente discutere una comunità in cui don Ottorino Baronio, parroco osannato o malsopportato di Vicomoscano, rappresenta le posizioni più oltranziste e conservatrici di Santa Madre Chiesa.
E se la ‘crociata mariana’ contro l’attacco del relativismo e del materialismo passano quasi in secondo piano, è la preghiera contro l’islamismo che farà certamente discutere.

Cremona 11 10 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@mail.com

No responses yet

ott 11 2017

prevenire è meglio che reprimere 11 10 2017

PREVENIRE E’ MEGLIO CHE REPRIMERE E l’assessore Alessia Manfredini annuncia a www.cremonaoggi.it che lo spiegherà bene sabato prossimo, in piazza Marconi. —Cosa fare in caso di terremoto o di alluvione? Non tutti conoscono quelle che vengono denominate “buone pratiche” di protezione civile, indispensabili per non correre rischi. Proprio per questo sabato 14 ottobre in piazza Marconi andrà in scena ‘Io non rischio’, iniziativa che vede riuniti mondo istituzionale e volontariato di protezione civile per comunicare alla popolazione le situazioni di rischio e come affrontarle. “Un’edizione speciale, quella di quest’anno, che vedrà in piazza la cultura della prevenzione con un importante atteggiamento di responsabilità da parte del territorio” evidenzia l’assessore Alessia Manfredini……… Ci saranno due gazebo informativi in cui si parlerà dei due principali rischi del nostro territorio: alluvioni e terremoti— Il prossimo “Io non rischio” sarà incentrato sui casi di pioggia insistente; il consiglio è tener un ombrello a portata di mano e aprirlo bene, se la pioggia continua.
Cremona 11 10 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

« Prev - Next »