Archive for the 'costume' Category

ago 17 2017

oggi a iori, domani a te 17 08 2017

OGGI A IORI, DOMANI A TE
In Italia i carcerati sono 60mila, uno ogni mille abitanti: è per questo che gli altri 999 non ci badano, convinti che a loro non toccherà mai. Ho concluso il libretto sul caso Iori, all’ergastolo definitivo con dimostrazioni alla sfera di cristallo et similia, per un omicidio impossibile da commettere a chiunque, con le cause di morte accertate; per un fine: raccontare come sia facile a qualsiasi dei 999 diventare l’uno.
Chi volesse, gratis, il libretto via mail, una settantina di cartelle, mi dia il suo indirizzo; i miei sono flcozzaglio@gmail.com cozzaglio.flaminio@alice.it
339 3599879 0372 431727 ———————————————
Border Nights-You Tube, una piccola emittente toscana, facilmente rintracciabile su internet, riporta la mia intervista del 21 ottobre 2016 sul caso Iori; qualche difetto, all’inizio manca l’audio (!), a volte le voci non sono perfette, ma credo d’esser riuscito a condensare bene ciò che scrivo da anni. Se anche voi, cari lettori, siete convinti che quel modo di far processi non riguardi solo il povero Iori, ma possa da un momento all’altro toccare noi, guardatela, diffondetela; il titolo che le han dato è:
-Il caso Iori: ergastolo con la sfera di cristallo?

No responses yet

ago 16 2017

l’infaticabile 16 08 2017

Published by under costume,cronaca internazionale

L’INFATICABILE Dal Fatto Quotidiano. Poi se uno non crede a certe rivelazioni di abusi sessuali e ha la debolezza di dirlo in pubblico, quando va bene è un fascista. –Nuovi guai giudiziari in America per il regista Roman Polanski. Dopo Samantha Geimer, la tredicenne che nel 1977 aveva accusato il cineasta di origini polacche di abusi sessuali, e Charlotte Lewis che nel 2010 lanciò la stessa accusa per un episodio del 1982 (quando aveva 16 anni), ora è la volta di Robin M., una donna che nel corso di una conferenza stampa ha dichiarato di aver subito abusi nel 1973, all’età di sedici anni. Per il caso Geimer, Polanski si era dichiarato colpevole, salvo però fuggire dagli Usa prima della condanna e mai più tornato sul suolo statunitense.
Ceriana 16 08 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ago 16 2017

la legge del più forte-seicentoquindici 16 08 2017

Published by under costume,cronaca cremonese,Giudici

LA LEGGE DEL PIU’ FORTE – SEICENTOQUINDICI
Più di un lettore mi chiede perché da anni, ogni giorno, anche arrampicandomi sugli specchi, io scriva del caso Iori; era un tuo amico? sei il suo avvocato? eccetera. Niente, sapevo neanche esistesse, prima di leggere i giornali; non mi occupo di cronaca nera; la procedura penale l’ho studiata solo all’Università e non avrei mai creduto la pratica delle Aule giudiziarie fosse tanto diversa dai libri; mi ha fatto solo venire i brividi che qualsiasi cittadino possa subire la sorte di Maurizio Iori. Due righe dalle prime pagine del mio libretto, 70 pagine, che spedisco via mail, gratis, a chiunque lo desideri.
—Dal 14 ottobre 2011, il giorno dell’arresto, comincio a interessarmi al caso: non mi occupo mai di cronaca nera, ma qui è tutto così strano che butto giù sul blog:
“Divorzio all’italiana. Se la Procura avesse ragione, anche un grande come Pietro Germi si sentirebbe sorpassato da Maurizio Iori……” per convincermi alla svelta: fin dall’inizio, nell’intero procedimento il ragionevole dubbio è uno straniero sconosciuto, si avanza a colpi di certezze; non solo, ogni dato, anche l’apparente neutro: “oggi piove”, è visto come possibile indizio contro Iori; il referto dei consulenti autoptici del Pubblico Ministero, del 22/12/2011, dopo cinque mesi, e già il tempo impiegato dovrebbe far pensare, è: “La causa del decesso di Ornesi Claudia è da identificarsi in un arresto cardiorespiratorio terminale secondario ad inalazione di butano e propano, in soggetto in stato di intossicazione acuta da alprazolam e da diazepam. La causa del decesso di Iori Livia è da identificarsi in un arresto cardio-respiratorio terminale secondario ad inalazione di butano e propano, in soggetto in stato di intossicazione acuta da alprazolam.” E’ vero che i consulenti proseguono poi con: “I dati anamnestico circostanziali ed i rilievi tecnici medico-legali e chimico-tossicologici, nel loro complesso considerati, destano perplessità sull’ipotesi che Ornesi Claudia abbia messo in atto una modalità lesiva di tipo suicidiario”, ma le perplessità sono, evidentemente, un giudizio personale dei consulenti del PM, che non può modificare la causa oggettiva della morte: colpo di grazia del gas in corpi in stato di intossicazione acuta da Xanax (alprazolam). Intossicazione acuta, e devo ripetere, ma solo perché qui “giocheranno” continuamente Accusa e Corti, che non può essere provocata da una piccola quantità, da che lo Xanax è un ansiolitico, non un sonnifero, e le due “vittime” sarebbero state stordite in poco tempo. Questo è un punto fondamentale da non dimenticare mai, perché i giudici di merito, confortati in seguito dalla Cassazione, scriveranno così, senza dar nell’occhio: Iori ha dato una spruzzatina al sushi, aggiunto al bicchiere eccetera; intossicazione acuta è, altro che spruzzatina! Che non potrebbe mai provocare, in modica quantità, un’intossicazione acuta: deve essere davvero tanto, lo Xanax! E per dare il quadro completo, pagina 141 della sentenza di Appello: “mette conto di precisare come dall’esame autoptico non sia stato possibile stabilire in che forma sia stato assunto lo Xanax.” Cioè se in pastiglie o gocce; in casa di Claudia Ornesi furono trovati solo contenitori di pastiglie; i giudici, all’unisono, sosterranno fino alla Cassazione l’assassino abbia rifilato lo Xanax in poche gocce, comprese nella “spruzzatina”; l’assassino poi ha fatto sparire i flaconcini e lasciato sul tavolo i contenitori; che dobbiamo attribuire, all’assassino, se non la voglia di provocare qualche ragionevole dubbio agli inquirenti; un assassino che, evidentemente, non supera l’esame da assassino, se dà le gocce e lascia sul tavolo, invece dei flaconcini, i blister.
Il lettore si chieda perché avrebbe dovuto farlo, e se lo chieda come fosse un indovinello: più avanti confronterà la sua soluzione con l’unica offerta dai giudici, in primo grado; Corte d’Appello e Cassazione han preferito il silenzio, per motivi facilmente intuibili.

Ceriana 16 08 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ago 16 2017

il principio della relatività 16 08 2017

IL PRINCIPIO DELLA RELATIVITA’
Amici di Ceriana non ridete: la Regione Lombardia ha approvato una nuova legge per contenere i cinghiali, che hanno già provocato danni in agricoltura per…….. 10mila euro!

Ceriana 16 08 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ago 16 2017

ma si mette le dita nel naso! 16 08 2017

MA SI METTE LE DITA NEL NASO!
Da Repubblica; autorete del buon Salvini: i lettori di Repubblica, il giornale degli italiani colti e intelligenti, gli troveranno altri difetti.
–”Per tre anni sono stato razzista e fascista, ora si sono accorti che avevo ragione io”, quasi se la ride beffardo Matteo Salvini, parlando di immigrazione e ong. Il leader della Lega è al palazzetto dello sport di Ponte di Legno per il classico appuntamento di Ferragosto.

Ceriana 16 08 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ago 16 2017

ceriana è anche questo 16 08 2017

Published by under costume,turismo

CERIANA E’ ANCHE QUESTO
Sera di Ferragosto, la piazza maggiore con molti tavoli dove si mangia e si beve in allegria: questa mattina alle 7 piazza lavata e stirata, puoi quasi mangiare per terra.
La notte prima quattro giovinastri in un angolo della stessa piazza fan salotto: il mattino nello stesso angolo, il cestino portarifiuti è a ben 10 dieci metri, bottiglie bicchieri cartaccia per terra.
Per gli effetti, un solo villano batte la civiltà di cento persone.

Ceriana 16 08 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ago 16 2017

dopo il triplete con la lazio 16 08 2017

Published by under barzellette,costume,sport

DOPO IL TRIPLETE CON LA LAZIO
Gli juventini possono ridere a volontà, e sempre! dei rovesci dell’Inter, gli interisti mai dei quasi successi in Coppa della Juve; perché?

Ceriana 16 08 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ago 16 2017

la quintessenza della cremonesità-duecentottantotto 16 08 2017

LA QUINTESSENZA DELLA CREMONESITA’ – DUECENTOTTANTOTTO
Le due Audi A6 di rappresentanza in conto Fiera stanno suscitando lo sdegno di Cremona, mi dicono gli informatori, e se da un lato mi fa piacere la conferma d’esser letto e creduto, io son l’unico ad averne scritto, mi spiace invece non si dia maggior peso ai tanti elementi che contano assai più, messi in luce con chiarezza dal mio amico Indiana Jones dei bilanci; dopo tutto le Audi son 100mila euro, semmai è da sapere chi le usa, da che Pivantonio protesta che lui no, e il direttore Bianchedi s’è sempre fatto rimborsare la sua auto personale; pesano invece come macigni gli altri dati, a cominciare dal debito che impedisce alle banche di accordare alla Fiera altri prestiti; dai dipendenti strapagati quasi fossero amici, che aumentano del 25% in un anno in cui cala il fatturato e sparisce l’utile, e tutto il resto che ho scritto e ripetuto e che ripeterò ancora, per spiegare ai lettori chi sostiene il dottor Pivantonio e i suoi sistemi che, scopro adesso, non variano mai, dalla Libera alla Provincia fin che c’è alla Fiera di Cremona: il primo sostenitore è Arvedi, agevolato dagli amichevoli consigli del compagno Pizzetti, poi gli altri comprimari, il Cilecca in testa, che mi annoia continuare a ripetere, e col rischio di dar loro l’importanza che non avranno mai: comprimari nascono e comprimari finiscono. E gli Arvedi e i comprimari sostengono il dottor Pivantonio per ostacolare l’ingresso di capitan Voltini, colpevole di far rendere le aziende che guida, quindi il pericolo rimetta in carreggiata la Fiera.
Ma gli argomenti seri dan tristezza, divertiamoci un po’ con le faccende Libera, l’ultima, il direttore che, assente da ottobre 2014 al 31 dicembre 2017 per editto del Pivantonio dottor georgofilo, rifà il suo ingresso dal primo gennaio 2018; preso dalla sede di Rovigo, con buona pace delle aspettative di Bonacini Ildebrando e del Criniera, che si accontentino di incarichi di prestigio come fare il sindaco Apa; strapagato alla Zanolli Pennadoro Vittoriano, cioè molto più di quanto guadagnino con le loro aziende i soci Libera che lo pagano; che ha preteso, dopo aver assunto informazioni, un contratto blindato a garantirlo da ogni evenienza; che chiede anche di succedere a Bucci Sergio a capo della società di servizi Libera srl; dopo che, e questo dice tanto, tre cremonesi contattati da Nolli Renzo, quello che non c’è mai, avevano rifiutato per motivi di certezze, le loro. Il comico, è la specialità vera del gruppo, dopo che il Nolli aveva attaccato capitan Voltini rinfacciandogli che i direttori provinciali Coldiretti eran scelti da Roma: e il suo di Rovigo chi l’ha scelto, rompendo la tradizione che direttore a oggi era sempre stato un cremonese?
Capitolo giornale, la Provincia fin che c’è; ormai quelli che un tempo si dichiaravano rinnovatori han messo i piedi per terra: pensano alla poltrona, come i colleghi pivantonini e giovin signori. Non, per loro è troppo complicato, su quale terreno poggi la poltrona. L’obiettivo è il posto di vicepresidente, che fu di Davide Balestreri: non capire perché mese su mese il giornale perda copie e pubblicità. Con la possibilità per non dire probabilità: nel momento in cui credi d’aver vinto, scopri di dover fare il curatore fallimentare, altro che il vicepresidente!

Ceriana 16 08 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ago 16 2017

oggi a iori, domani a te 16 08 2017

OGGI A IORI, DOMANI A TE
In Italia i carcerati sono 60mila, uno ogni mille abitanti: è per questo che gli altri 999 non ci badano, convinti che a loro non toccherà mai. Ho concluso il libretto sul caso Iori, all’ergastolo definitivo con dimostrazioni alla sfera di cristallo et similia, per un omicidio impossibile da commettere a chiunque, con le cause di morte accertate; per un fine: raccontare come sia facile a qualsiasi dei 999 diventare l’uno.
Chi volesse, gratis, il libretto via mail, una settantina di cartelle, mi dia il suo indirizzo; i miei sono flcozzaglio@gmail.com cozzaglio.flaminio@alice.it
339 3599879 0372 431727 ———————————————
Border Nights-You Tube, una piccola emittente toscana, facilmente rintracciabile su internet, riporta la mia intervista del 21 ottobre 2016 sul caso Iori; qualche difetto, all’inizio manca l’audio (!), a volte le voci non sono perfette, ma credo d’esser riuscito a condensare bene ciò che scrivo da anni. Se anche voi, cari lettori, siete convinti che quel modo di far processi non riguardi solo il povero Iori, ma possa da un momento all’altro toccare noi, guardatela, diffondetela; il titolo che le han dato è:
-Il caso Iori: ergastolo con la sfera di cristallo?

No responses yet

ago 15 2017

gli arlecchini 15 08 2017

GLI ARLECCHINI Dal blog di Grillo; ladri può darsi, lo stabilirà il giudice; millantatori sicuramente, se vantano d’esser riusciti a vendere i dati dei 5 Stelle! —Il MoVimento 5 Stelle ha subito degli attacchi criminali da parte di sicari informatici che si sono palesati con il nome di R0gue_0. Questi criminali hanno violato il sistema di sicurezza del Sistema Operativo Rousseau, hanno avuto un accesso illegale a dati, hanno pubblicato alcuni di questi, hanno affermato di averli messi in vendita per 0,3 bitcoin (circa 800 euro) e successivamente di averli venduti. Abbiamo denunciato questi atti criminali alla polizia postale e chiesto loro che “vengano accertate eventuali responsabilità, ad esempio a titolo di ricettazione ex art. 648 cp, da parte di eventuali acquirenti, a qualsiasi titolo, di quanto illecitamente sottratto dal sito Rousseau”.
Ceriana 15 08 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

« Prev - Next »