Archive for the 'costume' Category

set 24 2018

la legge del più forte-millenove 24 09 2018

Published by under costume,cronaca nazionale,Giudici

LA LEGGE DEL PIU’ FORTE – MILLENOVE Dal Fatto Quotidiano, ancora una prova di come ragionino certi nostri giudici, specie quelli in alto: platea “ridotta” di 200 persone, “né vi erano significativi riferimenti alla situazione politica locale e ad esponenti locali”; immagino lo stato d’animo di un cittadino pubblicamente di Destra nel doversi sottoporre al suo giudizio; e le dichiarazioni fuori misura e prive di equilibrio sono un corredo professionale ordinario, per chi esercita quella professione! —Nell’ultima riunione plenaria prima dell’insediamento dei nuovi consiglieri, Palazzo dei Marescialli chiude due procedimenti che avevano fatto discutere nelle ultime settimane: quella sul giudice scrittore che inviava sms a Buzzi, ma prima del suo arresto per Mafia capitale, e quella sul presidente del tribunale di Bologna che si era espresso contro il referendum costituzionale. Su proposta della prima commissione è stato archiviato il procedimento di trasferimento d’ufficio di Francesco Caruso, presidente del tribunale di Bologna. Il suo commento postato su facebook a proposito del referendum costituzionale era riservato ad una platea di amici, ma venne pubblicato senza il suo consenso, come ha spiegato poi, da La Gazzetta di Reggio. Il Csm ha ritenuto che, “al pari di ogni altro magistrato, aveva pieno diritto ad esprimere la sua opinione sul referendum costituzionale”, pur sottolineando che “i toni e le espressioni utilizzate dal dottor Caruso sono state fortemente inopportuni“. “Si tratta – si legge nella delibera – di dichiarazioni che per un magistrato non possono non apparire fuori misura e prive di equilibrio: esse tendono a negare la legittimità della riforma approvata dal parlamento e, nel contempo, a denigrare sul piano democratico i suoi sostenitori, paragonandoli addirittura agli italiani che, negli anni della guerra di liberazione, si schierarono con i nazifascisti. Ad essere aspri e contundenti non sono soltanto i toni ma anche i contenuti”. Il Csm rileva inoltre che lo scritto era sì rivolto ad una platea di 200 persone, ma era ampiamente prevedibile che, in ragione del ruolo pubblico ricoperto dal magistrato, qualcuno – sia pure in maniera non corretta sul piano umano e relazionale – lo divulgasse all’esterno”. Tuttavia “non esistono i presupposti per l’apertura di un procedimento per incompatibilità ambientale o funzionale”. Infatti, le dichiarazioni, “per quanto inizialmente veicolate su un quotidiano locale, non hanno in realtà riguardato il contesto territoriale”, ma un evento “nazionale”, né vi erano “significativi riferimenti alla situazione politica locale e ad esponenti locali. Non vi è quindi ragione per ritenere che tali dichiarazioni abbiano potuto e possono tuttora radicare una situazione di incompatibilità ambientale”.

Cremona 24 09 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

set 24 2018

qui cremona-cinquanta 24 09 2018

QUI CREMONA – cinquanta
Nulla di nuovo sulla Fiera fin che tira; non è ancora maturo il tempo di far fuori Nolli Renzo; Pennadoro resta saldo alla guida della Provincia fin che c’è, troppo impegnativo per i cuor di leone della Libera annullare le clausole aggiuntive al suo contratto poste da Antonio Piva. Oggi www.cremonaoggi.it presenta lo stato della Destra per le amministrative 2019, camuffandolo per le provinciali del 31 ottobre:
—Prematuro parlare di accordi politici per le imminenti elezioni provinciali, previste per il prossimo 31 ottobre, secondo Lega e Fratelli d’Italia. “C’è stato un primo incontro informale per tracciare le basi di un possibile percorso comune” fanno sapere dal Carroccio il commissario provinciale Fabio Grassani e il segretario cremasco Andrea Agazzi “ma è prematuro parlare di liste e di candidature. Per noi è fondamentale sentire il parere dei nostri amministratori e ascoltare le loro proposte”—
Ieri il Pennadoro aveva già dato il suo parere:
—Se nei prossimi sei mesi il vento nel Paese non cambierà direzione e continuerà a gonfiare le vele leghiste, un Perri sostenuto da un centrodestra compatto avrebbe impensierito il professore. Uscito di scena l’ex sindaco, per Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia è complicato, forse impossibile trovare un personaggio altrettanto popolare—
Non Oreste Perri, il professore impensierisce, e tanto, il Partito democratico; la destra unita, se vuole, personaggi ne trova più d’uno.
Attilio Fontana è leghista di parola, aveva promesso e mantiene:
—Le famiglie che hanno i requisiti richiesti dalla misura, possono presentare fino al 20 novembre le domande per beneficiare della misura ‘nidi gratis’. “Si tratta – ha spiegato l’assessore alle Politiche per la famiglia, Genitorialita’ e Pari opportunita’, Silvia Piani – di un’iniziativa che con il presidente Fontana non solo abbiamo voluto mantenere, ma anche incrementare, arrivando a stanziare oltre 35 milioni di euro per l’anno scolastico 2018/2019. E’ un intervento concreto per sostenere mamme e papa’ nell’accesso ai servizi per la prima infanzia”— dall’Inviato Quotidiano dei fratelli Salini.
Festa della Zucca pienamente riuscita:
—Ad un certo punto, domenica mattina, in piazza Garibaldi a Casalmaggiore è comparso pure un elicottero. Forse non c’era bisogno di arrivare a tanto, perché la Festa della Zucca, pensata dagli Amici di Casalmaggiore, già ci aveva convinti a sufficienza prima e dopo, con un programma davvero ricco tra quello gastronomico puro e tutti i vari inserti culturali che ha regalato la manifestazione di Inventio. E’ stata, questa settima edizione, forse una delle più riuscite, di sicuro la più ricca—
Grazie anche a un altro leghista di parola, il sindaco Filippo Bongiovanni; grazie anche ai prodi di Campagna Amica!

Cremona 24 09 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

set 24 2018

il buffone e i buffoni 24 09 2018

IL BUFFONE E I BUFFONI
Capisco la facilità di prendere in giro i 5 Stelle, considerato il mestiere del loro inventore; ma da lì a insultare Di Maio come il primo ministro del Lavoro che non abbia mai lavorato in vita sua, ce ne corre, almeno tre o quattro maratone consecutive; Di Maio qualche lavoretto, precario&saltuario fin che si vuole, prima di conquistare la politica, l’ha fatto; e D’Alema Massimo, altro che ministro: presidente del consiglio! leader ancor oggi dei veri democratici si fa per dire, che mestiere ha mai fatto? Come Di Maio, non s’è laureato, ma invece di lavoretti precari&saltuari s’è iscritto subito alla dirigenza delle formazioni giovanili comuniste, ben accetto e autostrade spianate visto che il padre era già un onorevole comunista; qualcuno di noi, da Berlusconi a Mughini eccetera, tanto per ricordare un paio dei nomi più famosi, ha mai sentito ridere dei lavori del compagno D’Alema, prima che diventasse presidente del consiglio?
E dai e dai, alla fine mi diventano simpatici anche i 5 Stelle……..

Cremona 24 09 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

set 24 2018

copioni gli uni 24 09 2018

COPIONI GLI UNI, POCO DI BUONO GLI ALTRI
“Ci sono due squadre, una della Lega, che si è presentata con il programma scritto al 95% da noi, e l’altra, quella del M5s, che si sta rivelando peggiore di quanto immaginavamo, peggiore della sinistra, nemico delle imprese e delle infrastrutture, propenso alle nazionalizzazioni”. Così Silvio Berlusconi nel suo intervento a Fiuggi, sottolineando come il governo pentastellato sia inoltre “nemico della libertà e giustizialista”. TGCOM24

Cremona 24 09 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

set 24 2018

obbediamo! 24 09 2018

Published by under costume,cronaca nazionale,Giudici

OBBEDIAMO!
Mattarella, il 15 settembre: una stampa credibile, sgombra da condizionamenti di poteri pubblici e privati, società editrici capaci di sostenere lo sforzo dell’innovazione e dell’allargamento della fruizione dei contenuti giornalistici attraverso i nuovi mezzi, sono strumenti importanti a tutela della democrazia. Questa consapevolezza deve saper guidare l’azione delle istituzioni”. E’ quanto scrive Sergio Mattarella in un messaggio alla Gazzetta del Sud e al Giornale di Sicilia, impegnate in un piano di rilancio—
Titolo di Repubblica on line, oggi:
—Catania, la Direzione distrettuale antimafia sequestra 150 milioni a Mario Ciancio: sigilli al quotidiano “La Sicilia”

Cremona 24 09 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

set 24 2018

marina abramovic 24 09 2018

MARINA ABRAMOVIC
Un “collega”, scontento della sua arte, le ha tirato un quadro in testa. Ma le è andata comunque bene: dipinge, non scolpisce!

Cremona 24 09 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

set 24 2018

la prova del nove 24 09 2018

LA PROVA DEL NOVE
Sbugiardata ancora una volta dal giovane Bennet a “Non è l’Arena” di Giletti, la compagna Argento Asia rompe gli indugi: per poter credere d’averlo violentato, esigo la moviola!

Cremona 24 9 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

set 24 2018

oggi a iori, domani a te 24 09 2018

OGGI A IORI, DOMANI A TE
In Italia i carcerati sono 60mila, uno ogni mille abitanti: è per questo che gli altri 999 non ci badano, convinti che a loro non toccherà mai. Ho concluso il libretto sul caso Iori, all’ergastolo definitivo con dimostrazioni alla sfera di cristallo et similia, per un omicidio impossibile da commettere a chiunque, con le cause di morte accertate; per un fine: raccontare come sia facile a qualsiasi dei 999 diventare l’uno.
Chi volesse, gratis, il libretto via mail, una settantina di cartelle, mi dia il suo indirizzo; i miei sono flcozzaglio@gmail.com cozzaglio.flaminio@alice.it
339 3599879 0372 431727 ———————————————
Border Nights-You Tube, una piccola emittente toscana, facilmente rintracciabile su internet, riporta la mia intervista del 21 ottobre 2016 sul caso Iori; qualche difetto, all’inizio manca l’audio (!), a volte le voci non sono perfette, ma credo d’esser riuscito a condensare bene ciò che scrivo da anni.

No responses yet

set 23 2018

la legge del più forte-milleotto 23 09 2018

Published by under costume,cronaca nazionale,Giudici

LA LEGGE DEL PIU’ FORTE – MILLEOTTO
Dal Dubbio; grandi promesse di Bonafede agli avvocati:
—L’avvocato in Costituzione? «È la giusta chiusura del cerchio». Parola del ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, che giovedì è intervenuto al Castello svevo di Trani al Congresso nazionale straordinario dell’Aiga, l’Associazione italiana giovani avvocati. Il ministro, che si è confrontato, rispondendo alle domande del giornalista Francesco Giorgino, con il presidente del Cnf Andrea Mascherin e il presidente dell’Aiga Alberto Vermiglio, non ha fatto promesse, non essendo il tema inserito nel contratto di governo, ma ha garantito il massimo impegno per poter arrivare al Congresso nazionale forense di Catania, ad ottobre, con una risposta positiva—
Descritti altri progetti, se interessano elencati nell’articolo, io copio il più didattico, che conferma ancora una volta come il ministro veda il processo a una sola dimensione, quella dei giudici:
—Altro tema la prescrizione, sul quale, ha annunciato, si cercherà una sintesi tra le varie anime del governo. «In Italia la prescrizione è diventato uno strumento per deflazionare i processi ha concluso -. Non è più spiegabile a un cittadino che paga le tasse e si rivolge a un tribunale, che dopo aver fatto le indagini e un processo di primo grado e sono stati spesi un sacco di soldi dei cittadini, poi si arriva in appello e magari si dice alla persona offesa che il reato è caduto in prescrizione. Abbiamo il dovere di dare una risposta. Ho perfettamente chiaro il tema della durata ragionevole del processo, ma deve pesare sulle mie spalle e su quelle dello Stato», non su quelle del cittadino— Se l’intero procedimento è finito in primo grado, parte offesa e colpevole certi, tanto vale la sentenza definitiva subito; ma anche il colpevole fosse tramortito perfino dalle risultanze delle indagini, non per questo deve attendere dieci anni la Cassazione.
Cremona 23 09 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

set 23 2018

qui cremona-quarantanove 23 09 2018

Published by under costume,cronaca cremonese

QUI CREMONA – quarantanove
Inutile ripetere al Pennadoro di togliere dalla Provincia fin che c’è la rubrica “Le bufale del web”, perché non ottiene altro che ricordare le sue, carta e on line; oggi una delle due “bufale”, degli altri, sarebbe aver spostato Baltimora in Europa, un po’ come la Provincia fin che c’è che il 29 novembre del 2016 scriveva dei pinguini di Aleppo……
Dettagli. Il compito che il Pennadoro si è dato nel Punto di oggi è stringere la camicia di forza, in modo non si faccia ulteriori danni, al Pd, che deve confermare il Cilecca sindaco di Cremona nel 2019; Oreste Perri ne ha del nuovo incarico, Carlo Cottarelli ne cerca uno alla sua altezza a Roma: chi troverebbe la forza di contrastare il rinnovo del Cilecca? Non passa giorno senza che vengano illustrate le continue imprese: Festa del Salame in pieno centro, Agroalimentare di pregio a Palazzo Cittanova, ci manca solo sostituisca i controllori ai passaggi a livello incustoditi, o conduca gli asini alle Colonie Padane, per essere il completo factotum della città!
E poi, è sempre in bicicletta, quasi più della Manfredini sbagliata!

Cremona 23 09 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Next »