Archive for the 'barzellette' Category

mag 25 2018

s’è consolato in fretta, 25 05 2018

Published by under barzellette,costume,sport

S’E’ CONSOLATO IN FRETTA,
il Maurizio Sarri che lamentava l’arrivo di Ancelotti al Napoli con lui ancora in panchina: ha trovato un contratto ancor più ricco col Chelsea!
Antonio Conte? E chi è?

Rivolta 25 05 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

mag 25 2018

risonanza magnetica 25 05 2018

RISONANZA MAGNETICA I conti di Berlusconi son curati come meglio non si potrebbe, perfino nell’atto fisiologico dell’aiuto alla famiglia di un amico che peggio non potrebbe stare. Dal Fatto Quotidiano:
—Silvio Berlusconi ha “donato” oltre 3 milioni di euro alla famiglia di Marcello Dell’Utri tra il novembre 2016 e il febbraio 2017, mentre il fondatore di Forza Italia ed ex senatore era già rinchiuso nel carcere di Parma per scontare la condanna a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa. “Prestiti infruttiferi”, è scritto nella causale dei versamenti analizzati dall’Ufficio informazioni finanziarie di Bankitalia e dal Nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza che hanno segnalato “l’operatività sospetta” alla procura di Milano.

No responses yet

mag 25 2018

la legge semplice 25 05 2018

LA LEGGE SEMPLICE Basterebbe seguire la natura e le stagioni, invece i legislatori di Roma preferiscono l’uso della chimica e l’ingegneria, anche in Agricoltura; da Il Punto Coldiretti: —Persi 50mila posti di lavoro occasionali per giovani studenti e pensionati impiegati nelle attività stagionali in campagna dove con l’avvicinarsi dell’estate sono iniziate le attività di preparazione dei terreni e di raccolta. E’ l’allarme lanciato dalla Coldiretti sugli effetti della riforma dei voucher che ha di fatto praticamente azzerato questa opportunità per integrare il reddito delle categorie più deboli ma anche per avvicinare al mondo dell’agricoltura giovani studenti o mantenere attivi anziani pensionati. L’estate coincide con il periodo di maggior impiego di lavoro nelle campagne a partire dalle attività di raccolta di verdura e frutta come ciliegie, albicocche o pesche, fino ad arrivare alla vendemmia che si concentra nel mese di settembre. Secondo un sondaggio Coldiretti/Ixe’ il 68% dei giovani italiani sarebbe disponibile a partecipare alla vendemmia o alla raccolta della frutta ma la nuova normativa è stata un vero flop in agricoltura dove ha fatto crollare del 98% in valore l’uso dei buoni lavoro per effetto di in primis di un eccesso di inutile burocrazia di cui, in parte non irrilevante, è responsabile la piattaforma informatica creata dall’Inps che non tiene in considerazione le specificità del lavoro nei campi. La situazione attuale rende di fatto inutilizzabile il nuovo strumento con pesanti effetti sull’economia e il lavoro dei territori interessati ma anche la perdita di una importante opportunità di socializzazione all’interno delle comunità locali. In difficoltà le stesse imprese agricole per l’addio ad una modalità di pagamento che si era dimostrato valido nel favorire l’occupazione e l’emersione del sommerso. I voucher erano stati introdotti per la prima volta in via sperimentale nel 2008 per la vendemmia proprio per le peculiarità dell’offerta di lavoro nelle campagne. Nel corso degli anni successivi l’agricoltura è stata l’unico settore che è rimasto praticamente “incatenato” all’originaria disciplina “sperimentale” con tutte le iniziali limitazioni (solo lavoro stagionale e solo pensionati, studenti e percettori di integrazioni al reddito) che gli altri settori non hanno mai più conosciuto fino all’abrogazione. Non è un caso che il numero di voucher impiegati in agricoltura sia praticamente rimasto stabile dal 2011. In agricoltura sono stati venduti nell’ultimo anno prima dell’abrogazione circa 2 milioni di voucher, più o meno dei 5 anni precedenti pari all’incirca a 350mila giornate/anno di lavoro che hanno aiutato ad avvicinare al mondo dell’agricoltura giovani studenti e a mantenere attivi molti anziani pensionati nelle campagne senza gli abusi che si sono verificati in altri settori. “L’Italia non può permettersi di perdere le grandi opportunità di lavoro che vengono da uno dei settori più dinamici dell’economia”, ha affermato il presidente la Coldiretti Roberto Moncalvo nel sottolineare che il “nuovo Parlamento e il Governo hanno il dovere di ripensare ad uno strumento per il settore che semplifichi la burocrazia per l’impresa, sia agile e flessibile rispondendo soprattutto ad un criterio di tempestiva disponibilità all’impiego e dall’altra generi opportunità di integrazione al reddito di cui c’è particolarmente bisogno.

No responses yet

mag 25 2018

l’operazione è riuscita 25 05 2018

L’OPERAZIONE E’ RIUSCITA, MA IL PAZIENTE E’ MORTO
Titolo che ripete una battuta classica, mai così reale come le luci di Cremona, da quando se ne occupa Citelum; da una lettera, 23 05 2018, dell’assessore Alessia Manfredini alla Provincia fin che c’è
—In tutta la città è in atto un importante progetto idi riqualificazione dell’illuminazione pubblica: sono in fase di sostituzione circa 13.000 punti luce con tecnologia a led e le lanterne dei semafori. La programmazione dei lavori, gli interventi in caso di disservizi da parte degli addetti di Citelum sono seguiti quotidianamente da una apposita cabina di regia composta da tecnici del Comune. Per quanto riguarda gli impianti semaforici, l’Amministrazione è coadiuvata dagli addetti di Scae (Semafori Controlli Automazione Elettronica), società che vanta un’esperienza di oltre cinquant’anni, specializzata nella progettazione, costruzione, vendita, installazione ed assistenza di apparecchiature e sistemi per il controllo e la regolazione del traffico stradale con migliaia di installazioni in Italia ed all’estero.

No responses yet

mag 25 2018

i corrispondenti 25 05 2018

Published by under barzellette,Politica nazionale

I CORRISPONDENTI
Titolo e video del Corriere; Di Maio: “Con la Lega ci capiamo al volo come se lavorassimo insieme da anni”
Al posto di Salvini io m’incazzerei di brutto; ancora un paio di dichiarazioni del genere e Forza Italia risorpassa la Lega!

Rivolta 25 05 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

mag 25 2018

bugie superflue 25 05 2015

Published by under barzellette,sport

BUGIE SUPERFLUE
Spalletti ai giornalisti: “l’anno scorso vi ho mentito, non avevo un’Inter da Champions”
Beh, se n’erano accorti tutti…….

Rivolta 25 05 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

mag 24 2018

città nuovissima! 24 05 2018

CITTA’ NUOVISSIMA!
Passi che il Cilecca non ordini più le sceneggiate all’ospedale e in Galleria per far scappare mezz’ora al mese gli abusivi, ma gli incontri di boxe sotto la pagoda dei Giardini Pubblici superano ogni limite dell’immaginazione più fervida; da sottolineare la voce, chiara e vagamente minacciosa, dal video di www.cremonaoggi.it, che fa: “stai fotografando?”
Questi non hanno paura a farsi padroni della città, e hanno ragione, se mancano gli uomini in divisa perfino nei pochi metri quadrati che i cremonesi doc considerano centro. Infine, la proposta di recintare i Giardini e chiuderli alle 8 di sera, più o meno come la discarica di via San Rocco, vuol dire consegnarli tutta notte ai nuovi padroni. La soluzione è evidente: a chi capisce solo la forza, fai vedere chi è il più forte. Domanda finale al sindaco Cilecca: la zona non è sotto controllo della cinepresa, o poi tanto per cambiare nessuno la legge, la cinepresa?
—Una segnalazione preoccupante, quella che giunge dal video che mostra due persone intente ad un incontro di boxe, sotto la pagoda dei Giardini Pubblici alle 4 di un pomeriggio qualsiasi. Immagini che evidenziano lo stato di degrado, ma soprattutto di totale abbandono da parte di chi dei giardini pubblici dovrebbe essere custode, il Comune, che ha tra i suoi compiti quello della tutela della sicurezza e della quiete pubblica per chi i giardini li vive quotidianamente: bambini, famiglie e anziani.
Del presidio della polizia locale non c’è traccia, nessun controllo durante il giorno, nessuno che faccia rispettare le regole, tanto che soprattutto la sera in pochi si azzardano ad attraversare i giardini.

Rivolta 24 05 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

mag 24 2018

un giovanotto di quarant’anni 24 05 2018

Published by under barzellette,sport

UN GIOVANOTTO DI QUARANT’ANNI
Escludere Buffon per l’età è come scegliere il giorno della vendemmia leggendo il calendario invece di osservare l’uva; dalla Stampa:
«Con Gigi (Buffon, ndr) ci siamo sentiti al telefono e mi ha spiegato che vuole continuare a giocare. Tutti i giocatori forti e in condizione possono essere chiamati in Nazionale…», così Mancini.

No responses yet

mag 23 2018

giuseppe conte 23 05 2018

GIUSEPPE CONTE
Non bastavano i titoli, veri e prestigiosi, ottenuti in Italia?

Crema 23 05 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

mag 22 2018

questa è bellissima 22 05 2018

QUESTA E’ BELLISSIMA
E indicativa dei tempi in cui viviamo; e non poteva che darle spazio un giornale come Repubblica, letto dagli italiani colti e intelligenti; con le nascite, col sesso, con la famiglia, a un desiderio deve seguire immediatamente la legge che lo consacra, ma coi nomi non si deve scherzare, potrebbero indurre in errore sul…… sesso! I giudici poi, oberati di lavoro, con i processi che vanno in prescrizione, per colpa delle male leggi di Berlusconi prima e in seguito di Renzi, sono costretti a occuparsi di quelli davvero importanti.
—I genitori di una bambina di un anno e mezzo che hanno chiamato Blu, sono stati convocati dalla procura di Milano per rettificare l’atto di nascita. Altrimenti, spiega la coppia, “sarà il giudice a decidere il nome di nostra figlia”. Secondo i genitori di Blu, la magistratura si rifà all’articolo 35 del Dpr 396/2000 in base al quale “il nome imposto al bambino deve corrispondere al sesso”.
“Considerato che si tratta di nome moderno legato al termine inglese Blue, ossia il colore blu, e che non può ritenersi attribuibile in modo inequivoco a persona di sesso femminile – si legge, come riporta il quotidiano Il Giorno, nella lettera di convocazione in tribunale – l’atto di nascita deve essere rettificato, anteponendo altro nome onomastico femminile che potrà essere indicato dai genitori nel corso del giudizio”.

Crema 22 05 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Next »