Archive for Agosto, 2019

Ago 23 2019

la legge del più forte-milletrecentoquarantadue 23 08 2019

Published by under Pubblica Amm.ne

LA LEGGE DEL PIU’ FORTE – MILLETRECENTOQUARANTADUE Da Questione Giustizia, il sito di Magistratura democratica; è un mio ritornello, la regola è, quando succede nella pubblica amministrazione o in politica, intanto il carcere, poi l’approfondimento delle indagini; se invece capita in magistratura, come tutti gli addetti sanno, indagini soft, ma solo se, come dev’esser successo, un giudice, sconfitto nella corsa alla carica, alza la voce. Tremendo il passo finale “I mali risalenti e cronici stanno invece nella progressiva diffusione di metodi spregiudicati”, aperta confessione di fatti mai perseguiti prima.

—Questo editoriale viene pubblicato mentre è ancora cocente la delusione dei cittadini ed è fortissima l’indignazione dei magistrati per quanto è emerso nello scandalo romano delle nomine, rivelato dalle indagini della magistratura perugina. Non saremo noi a sminuire il significato e il valore di queste emozioni né la portata del danno, davvero enorme, arrecato all’intera magistratura. Eppure è alla ragione che occorre fare appello per capire, trarre insegnamento da quanto è accaduto e indicare rimedi per il futuro. Questo esercizio di razionalità – giuridica, istituzionale, storica – appare tanto più necessario quanto più è chiaro che la vicenda portata alla luce dal trojan horse accompagnerà a lungo e segnerà in profondità la vita della magistratura e di ciascun magistrato; anche quella dei moltissimi – la stragrande maggioranza – che non hanno nulla da rimproverarsi e che continueranno a fare il loro lavoro con impegno e dedizione. La via da imboccare per riconquistare la fiducia incrinata è stata lucidamente indicata dal Presidente della Repubblica nel suo intervento al plenum del Consiglio superiore il 21 giugno. Ma il primo passo deve essere compiuto dagli stessi magistrati, nel diagnosticare freddamente e impietosamente il male che ha colpito il corpo della magistratura e del suo organo di governo. La diagnosi che noi proponiamo all’attenzione di chi ci legge è che un bubbone maligno sia scoppiato in un organismo già afflitto da mali risalenti, che ne avevano pericolosamente abbassato le difese immunitarie e lo avevano reso debole e permeabile alle più pericolose infezioni. Il bubbone – che ha segnato uno sconvolgente salto di qualità – è consistito nell’accettare di discutere delle nomine di due importanti Procure – Roma e Perugia – con indagati e imputati di quelle Procure, in veste di ascoltati “suggeritori di strategie”, ammessi a influenzare le scelte discrezionali di alcuni componenti del Consiglio. I mali risalenti e cronici stanno invece nella progressiva diffusione di metodi spregiudicati, non di rado clientelari e notabilari, nella ricerca dei voti per le elezioni del Consiglio superiore e nell’esercizio, troppo spesso opaco, della discrezionalità amministrativa nelle procedure di nomina dei dirigenti degli uffici e dei magistrati chiamati a svolgere le funzioni connesse all’amministrazione della giurisdizione.

Cremona 23 08 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Ago 23 2019

qui cremona-trecentottantatre 23 08 2019

Published by under Pubblica Amm.ne

QUI CREMONA – trecentottantatre

La Provincia fin che c’è, diretta da Bencivenga fin che appare, non è riuscita a lanciare per prima la notizia, che magari sarebbe stata ripresa dalla Cnn: —Le crociere del giovedì mattina tra Formigara e Gera non sono mai state così al centro dei riflettori, tant’è che ieri mattina hanno guadagnato la ribalta nazionale: in due diverse edizioni ne ha parlato addirittura il Tg1, che ha ripreso il servizio e mostrato le immagini girate ieri dalla troupe del Tg3 regionale— Ragazzi sdraiati in piazza; basta passare la notizia, specie in periodi di magra, che viene ingigantita ben oltre i suoi limiti; dal Giorno:

—Castelverde (Cremona), 22 agosto 2019 – Si stendono sull’asfalto e aspettano il passare delle automobili in corsa, che sono costrette a manovre improvvise (e rischiose per le loro vite) per evitarli. Accade a Castelverde, dove un gioco mortale, probabilmente mutuato dagli Stati Uniti e trasferito nella bassa cremonese, si sta diffondendo, in particolare, tra i giovani. Si tratta di una sorta di prova di coraggio scellerata, che prevede che i partecipanti si mettano in mezzo alla strada provinciale quando è buio, obbligando i mezzi a difficili manovre per non investirli—

Titolo e servizio di www.cremonaoggi.it:

—Ha appena 10 anni ma sta invecchiando male: urgono interventi per piazzale stazione—

Rifatto in fretta e furia nella campagna elettorale 2009 conferma il detto: presto e bene raro avviene.

Sempre www.cremonaoggi.it intervista i due candidati alla Presidenza dell’Amministrazione provinciale, carica che credo interessi nessuno, basta leggere questa nota:

— Intervista a Mirko Signoroni, candidato alla carica di presidente della Provincia con la lista civica “Per una provincia unita”, trasversale agli schieramenti politici, sostenuta da Pd e da storici esponenti del centrodestra come Mino Jotta e Simone Beretta—

Sulla carica che interessa invece a tanti, la presidenza della Fiera, Voltini o non Voltini? silenzio diffuso, complici le vacanze. Silenzio magari un po’ vergognoso sulla pantera che, stufa del disinteresse, sarà tornata dalle sue parti.

Cremona 23 08 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Ago 23 2019

non fate arrabbiare i ricchissimi 23 08 2019

Published by under Pubblica Amm.ne

NON FATE ARRABBIARE I RICCHISSIMI,

ordina alla Regione Puglia il Briatore Flavio tramite HuffPost, che si presta al servizio, o mi prendo l’incarico io in persona di parlar male di voi a tutti i ricchissimi del mondo, così da rendere deserte le vostre spiagge!

—“Robe da pazzi in Puglia. A Gallipoli mandano via le barche con importanti turisti a bordo”. Flavio Briatore torna sul suo profilo Instagram ad attaccare il Salento: motivo della critica, questa volta, la decisione della Capitaneria di Porto di Gallipoli di rifiutare l’accesso nell’area portuale di un tender (piccola imbarcazione che permette ai passeggeri di raggiungere la riva) appartenente a un lussuoso yacth.

“Il Comandante di uno Yacht di 60 metri con 12 persone facoltose – racconta Briatore – ha chiesto tramite la propria Agenzia Marittima alla Capitaneria l’accesso in porto con il tender per approvvigionamenti come succede in tutti i porti del mondo e di Italia, tranne Gallipoli che rifiuta l’approdo del tender, intimando l’entrata dello yacht in banchina, creando un disservizio agli ospiti che hanno preso così la decisione di non permanere più a Gallipoli per 2 giorni ma di procedere per Otranto dove il tender ha avuto accesso al porto e gli ospiti sono rimasti due giorni godendosi l’ospitalità di Otranto. A Gallipoli vige il ‘Movimento del non fare’”.

Cremona 23 08 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@mail.com

No responses yet

Ago 23 2019

il professore si stufa 23 08 2019

Published by under Pubblica Amm.ne

IL PROFESSORE SI STUFA e monta in cattedra; e io vado avanti sulla strada segnata da Cacciari: per definizione di idee e uomini, un governo tra Pd e 5 Stelle non può che essere un pateracchio indecente; i Di Maio e i Toninelli, senza pensare ai Grillo, mica si possono trasformare, miracoli a parte, in “personalità di altissimo livello”…….. —Si faccia un governo con personalità di altissimo profilo, non un pateracchio indecente. Altrimenti si andrà ugualmente ad elezioni e il centro-destra vincerà per una generazione e mezza. Ospite di In Onda, su La7, il filosofo Massimo Cacciari lancia l’allarme su quando sta per succedere sull’asse Pd-5 Stelle, al lavoro da giorni su di un accordo per la formazione in Parlamento di un governo di legislatura. Per Cacciari si tratta di un aspetto “fondamentale”, altrimenti il “pateracchio indecente comporterà che si vada a votare lo stesso”, con i 5 Stelle e il centro-sinistra destinati a “prendere, giustamente, una massacrata“. Per Cacciari, “bisogna smetterla con il politichese e il palazzese. I 5 Stelle non vogliono il voto perché verrebbero divisi per tre. L’hanno capito tutti, anche le pietre”. Dal Giornale

Cremona 23 08 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Ago 23 2019

il mondo non basta 23 08 2019

Published by under Pubblica Amm.ne

IL MONDO NON BASTA

Dalla Stampa; e fosse morto d’infarto?

—Il procuratore della Repubblica di Lodi, Domenico Chiaro, ha annunciato che aprirà un’inchiesta conoscitiva sul decesso di Andrea Zamperoni, lo chef lodigiano trovato morto a New York. «Si tratta – come spiega Chiaro – di un atto dovuto. Attendiamo poi anche di capire quale è stato l’esatto motivo della morte. Il fascicolo verrà aperto oggi».

Cremona 23 08 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Ago 23 2019

l’italia che diverte 23 08 2019

Published by under Pubblica Amm.ne

L’ITALIA CHE DIVERTE

Attendo con impazienza di leggere Repubblica sul prossimo governo a guida democratica, con quel che han scritto ogni giorno, da un anno in qua, sui 5 Stelle.

Cremona 23 08 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Ago 23 2019

governo svoltato 23 08 2019

Published by under Pubblica Amm.ne

GOVERNO SVOLTATO

Da Repubblica; anche Zingaretti scopre l’acqua calda, tranne l’ampia base parlamentare che non so dove riesca a vedere.

—E’ quanto ha detto il segretario del Pd Nicola Zingaretti al termine dell’incontro con Mattarella. “Non un governo a qualsiasi costo: serve un governo di svolta, alternativo alle destre, con un programma nuovo, solido, una ampia base parlamentare che ridia una speranza agli italiani. Se non dovessero esistere queste condizioni, tutte da verificare, lo sbocco naturale della crisi sono nuove elezioni anticipate alle quali il Pd è pronto”.

Cremona 23 08 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Ago 23 2019

per fortuna ci pensa mattarella 23 08 2019

Published by under Pubblica Amm.ne

PER FORTUNA CI PENSA MATTARELLA

a salvare la Provincia fin che c’è, in prima pagina! dall’ennesimo, ehm, incidente sul lavoro: i ragazzini di Castelverde si sdraiano o non per strada?

—Quanti giovani si sono sdraiati l’altra sera per strada sfidando le auto in transito? Le versioni contrastano. «E’ stato un singolo e stupido episodio avvenuto una sera soltanto, in cui peraltro non girava neanche un’auto». A parlare, anzi a scrivere, è uno dei ragazzi che frequenta abitualmente piazza Caduti di Celafonia. In un post pubblicato sui social il giovane ricostruisce quanto accaduto qualche sera fa in centro al paese, ammettendo che qualcuno si è effettivamente sdraiato in mezzo alla strada, precisando però che non si è trattato di un gioco di gruppo, ma di una bravata compiuta da un solo soggetto— 

C’è modo e modo di fare giornalismo; alla Provincia fin che c’è, direttore Bencivenga fin che appare, prima leggono facebook, poi scrivono, poi eventualmente controllano l’esattezza del fatto…….

Cremona 23 08 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Ago 23 2019

i misteri della giungla nera 23 08 2019

Published by under Pubblica Amm.ne

I MISTERI DELLA GIUNGLA NERA

Sfiduciare Conte per chiedere Di Maio…..

Cremona 23 08 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Ago 23 2019

oggi a iori, domani a te 23 08 2019

Published by under Pubblica Amm.ne

OGGI A IORI, DOMANI A TE
In Italia i carcerati sono 60mila, uno ogni mille abitanti: è per questo che gli altri 999 non ci badano, convinti che a loro non toccherà mai. Ho concluso il libretto sul caso Iori, all’ergastolo definitivo con dimostrazioni alla sfera di cristallo et similia, per un omicidio impossibile da commettere a chiunque, con le cause di morte accertate; per un fine: raccontare come sia facile a qualsiasi dei 999 diventare l’uno.
Border Nights-You Tube, una piccola emittente toscana, facilmente rintracciabile su internet, riporta la mia intervista del 21 ottobre 2016 sul caso Iori; qualche difetto, all’inizio manca l’audio (!), a volte le voci non sono perfette, ma credo d’esser riuscito a condensare bene ciò che scrivo da anni.

No responses yet

Next »