Archive for Febbraio, 2019

Feb 18 2019

la legge del più forte-millecentocinquantasei 18 02 2019

LA LEGGE DEL PIU’ FORTE – MILLECENTOCINQUANTASEI

Non vorrei fosse passato nel dimenticatoio il caso Iori, ecco allora la decisione di pubblicare a puntate il mio libretto, un settanta pagine; ottantesima puntata:

—DER PROZESS, UN’IDEA DI FRANZ KAFKA: QUANDO IL PROCESSO HA TROPPE LETTURE DEVE USCIRE DALLE AULE DEI TRIBUNALI!

Ma devo pur finire il mio libretto, cari lettori, e lo faccio con un invito ai media che si occupano di Giurisdizione, la Giustizia è altro, e abbiano i mezzi per farsi sentire; il malcontento verso il modo di fare processi con le idee innate, anche se di rado espresso con la mia chiarezza, è diffuso; il 17 febbraio 1992 con l’arresto di Mario Chiesa iniziava l’epopea di Mani Pulite, ingigantita proprio dai media; usino i processi Iori per invocare il ritorno al codice, i media, e che siano banditi dalle Aule i blister in fila come soldatini e le sfere di cristallo; chiedano il giudizio dei cittadini; si limitino alle tre sentenze, 250 pagine, ignorino tranquillamente tutto il resto, il mio blog e questo pamphlet compresi; leggano in pubblico; chi ha orecchie per intendere intenda cosa gli potrebbe succedere, capitasse tra le mani di giudici alla Iori, ben forniti di sfere di cristallo, blister in fila come soldatini, e un Giudice supremo che li approvi. Un ragionevole dubbio, avessero scritto fin dalle prime indagini, i media, fin dal processo di Cremona, quanto era chiaro ai miei occhi come ai loro, invece di

avvicinare i giudici a fine udienza per farsi spiegare cos’era successo quel giorno, non sarebbe finita così, non finirebbero così troppi processi in Italia…… Chiedano il giudizio ai cittadini che, se non vogliono rispondere, abbiano almeno il pudore di tacere, capitasse loro la sorte di Maurizio Iori!

Quanto a me, chiedo perdono per tutte le imperfezioni del libretto; il lettore non ha idea della fatica a completarlo, per la rabbia che mi assaliva ogni pagina nel rileggere quel che ho visto, vissuto e ho in testa da ormai quattro anni, noi che ci vantiamo d’esser meglio delle Giurisdizioni del passato, o di Paesi d’oggi cosiddetti inferiori: gli strumenti sono diversi, ma dov’è questa gran differenza tra il processo concluso a lettre de cachet e quello istituzionalizzato, deve farsi così! ordina la Cassazione, che tiene per buoni gli indizi di valore possibilistico, lo fossero anche tutti, purché riescano ad essere incanalati in un’idea che li unisca, senza spiegare dove poggi l’idea?

Cremona 18 02 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Feb 18 2019

titolo a effetto 18 02 2019

Published by under costume,cronaca nazionale

TITOLO A EFFETTO

del Giornale –Rousseau finisce sotto accusa: soldi pubblici e non funziona– Che conferma la tesi di Davigo Piercamillo: coi soldi pubblici si spende il doppio e le cose non vanno lo stesso!

Cremona 18 02 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@mail.com

No responses yet

Feb 18 2019

qui cremona-centonovantasette 18 02 2019

QUI CREMONA – centonovantasette

Baldrighi Cesare continua a sfogliare la margherita: la corona in Libera o in altra sede di maggior vantaggio? Andrebbe certamente meglio la corona in Coldiretti, l’associazione che conta, ma la convivenza con capitan Voltini la rende spinosa, tipo quella fatta indossare a Cristo…..

Altri problemi non ce ne sono, si presentasse, il Baldrighi: Crotti Riccardo l’ha sempre detto di non voler fare il presidente, erano gli altri, gli agricoltori veri, a pensare a uno di loro, ma abituati a ubbidir tacendo meglio dei Carabinieri non avrebbero difficoltà a incoronare il collega Baldrighi.

Candidato sindaco del centrodestra; la parola per annunciare la fine delle riunioni non l’ha ancora detta nessuno, mi sembra di aver udito un: dopo le regionali sarde, e forse m’è sfuggito che si vota a Caltanissetta, in marzo. Il parere di Daniele Tamburini, direttore de Il Piccolo:

—Io mi sono fatto questa idea: la Lega si aspettava che, fatto il nome di Zagni, gli alleati di Forza Italia proponessero in alternativa un loro candidato: magari lo stesso Malvezzi. Sempre secondo me, a questo punto, tra i due litiganti, sarebbe potuto uscire fuori il nome di Ferruccio Giovetti, ex Forza Italia, medico chirurgo, ex presidente Avis. Ma Massimiliano Salini, che tutto è meno che uno sprovveduto, ha rotto le uova nel paniere e ha spiazzato tutti: “Per noi Zagni va bene”. Comunque l’ipotesi Giovetti non è del tutto tramontata. Altre ipotesi?—

La pazienza di Alessandro Zagni credo si eserciterà a lungo, almeno fin che la Lega cremonese non trovi l’accordo. Al proprio interno. Sempre che Massimiliano Salini, nel frattempo, non estragga dal cilindro un paio di conigli.

Fiera, non è in arrivo alcuna trasfusione di soldi. Da parte di benefattori lontani.

Cremona 18 02 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Feb 18 2019

il caso iori moltiplicato mille 18 02 2019

IL CASO IORI MOLTIPLICATO MILLE

Ad libitum, cioè a discrezione, sarebbe più esatto di “mille”, e lo conferma Arturo Diaconale su l’Opinione delle Libertà, a proposito dell’eventuale processo a Salvini per la Diciotti, con un articolo che intesta a: “La codifica dell’incertezza del diritto”. Sbagliando. Il diritto ha tutte le incertezze di qualsiasi testo, il mio classico è: “leggete le tante interpretazioni di Otello”, ma nei casi Iori Salvini e mille altri la roulette russa sono i giudici, non il diritto.

—Si fa un gran parlare da ogni parte della “certezza del diritto”. Ed ecco che viene certificato, non da cittadini qualunque ma dai massimi rappresentanti del potere esecutivo, che nel nostro Paese vige il principio della assoluta incertezza del diritto. Cioè che per qualsiasi cittadino, dal più umile al più altolocato, essere sottoposto a giudizio comporta non solo avere la vita disastrata moralmente ed economicamente per l’intera durata del procedimento ma, soprattutto, significa partecipare ad una sorta di roulette russa che può concludersi indifferentemente nella salvezza o nella rovina del malcapitato.

Cremona 18 02 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Feb 18 2019

il recidivo! 18 02 2019

Published by under costume,cronaca nazionale,Giudici

IL RECIDIVO!

Matteo Salvini su facebook; le regole dei giudici, evidentemente, sono altre.

—Processo o non processo, se domani arrivasse un altro barcone rifarei quello che ho fatto, in Italia si entra chiedendo il permesso e rispettando le regole!

Cremona 18 02 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Feb 18 2019

semina e raccolta 18 02 2019

SEMINA E RACCOLTA Da Il Blog delle Stelle; quesito agli iscritti (da almeno sei mesi) che ordinino ai propri senatori se permettere il processo a Salvini o non; quesito con spiegazione su cosa debba ordinare l’iscritto (obbediente!) ai propri senatori; se buona parte d’Italia ride del MoVimento non si stupiscano né Di Maio né Di Battista! —Domani, martedì 19 febbraio, la Giunta per le autorizzazioni sarà chiamata a decidere se il ritardo dello sbarco dei migranti dalla nave Diciotti sia stato deciso “per la tutela di un interesse dello Stato costituzionalmente rilevante ovvero per il perseguimento di un preminente interesse pubblico nell’esercizio della funzione di Governo”. Questo è un caso senza precedenti. Mai in passato si era verificato che la magistratura chiedesse al Parlamento di autorizzare un processo per un ministro che aveva agito nell’esercizio delle sue funzioni e non per azioni fatte per tornaconto privato e personale (tangenti, truffa, appalti, etc). Leggi questo post per approfondire.

(eccone un brano: Ricordiamo brevemente i fatti. Tra il 20 e 25 agosto scorso, mentre 137 migranti si trovavano sulla Diciotti, ovviamente con assistenza sanitaria e alimentare, il Ministro degli Esteri e il Presidente del Consiglio Conte stavano sentendo i leader degli altri paesi europei affinché ognuno accogliesse la propria quota di migranti. Questo accordo doveva essere raggiunto prima dello sbarco perché, altrimenti, sarebbero dovuti rimanere tutti in Italia. E questo a causa del Regolamento di Dublino, che impone che il primo Paese di approdo debba farsi carico di tutti i migranti che arrivano in Europa. Il ministro dell’interno Salvini, d’accordo con il Ministro dei Trasporti Toninelli, il Vice Presidente del Consiglio Di Maio e con il Presidente Conte, negò quindi lo sbarco fino a che l’accordo non fosse stato raggiunto. Per questa vicenda il Tribunale dei Ministri di Catania ha deciso di inquisire il Ministro dell’interno perché ha considerato il ritardo dello sbarco dalla nave un sequestro di persona e ha chiesto al Parlamento l’autorizzazione a procedere.)

Quindi ora siamo chiamati a decidere. La votazione è attiva su Rousseau nella giornata di oggi, lunedì 18 febbraio, dalle 11.00 alle 20.00. Ecco il quesito e le opzioni di risposta: Il ritardo dello sbarco della nave Diciotti, per redistribuire i migranti nei vari paesi europei, è avvenuto per la tutela di un interesse dello Stato? – Si, è avvenuto per la tutela di un interesse dello Stato, quindi deve essere negata l’autorizzazione a procedere.
– No, non é avvenuto per la tutela di un interesse dello Stato, quindi deve essere approvata l’autorizzazione a procedere. Vi ricordiamo che, come previsto dallo Statuto, possono partecipare al voto gli iscritti all’Associazione MoVimento 5 Stelle da almeno sei mesi, con documento certificato.

Cremona 18 02 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Feb 18 2019

non solo fake news 18 02 2019

Published by under costume

NON SOLO FAKE NEWS

Se distinguere i fatti dalle opinioni a volte non è semplice, a volte nemmeno il commento falso sulla notizia esatta lo è.

Cremona 18 02 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Feb 18 2019

il salvini emigra in europa 18 02 2019

IL SALVINI EMIGRA IN EUROPA

A modo molto suo, naturalmente!

—Come anticipato da Repubblica, gli ultimi rilevamenti di febbraio indicano la Lega in corsa per diventare il partito con più eletti in Europa, al lavoro per l’alleanza con i polacchi. M5S al palo, con alleati vicini a zero rappresentanti, ma decisivo per un fronte destra-populisti. I popolari si confermano primo gruppo, ma crollano nei consensi.

Cremona 18 02 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Feb 18 2019

il papa laico 18 02 2019

Published by under barzellette,cronaca nazionale

Version:1.0 StartHTML:0000000168 EndHTML:0000001000 StartFragment:0000000497 EndFragment:0000000983

IL PAPA LAICO

Matteo Salvini al Giornale: “il Papa pensa alle anime, io agli italiani poveri”

Cremona 18 02 2019 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Feb 18 2019

oggi a iori, domani a te 18 02 2019

Version:1.0 StartHTML:0000000168 EndHTML:0000002698 StartFragment:0000000497 EndFragment:0000002681

OGGI A IORI, DOMANI A TE
In Italia i carcerati sono 60mila, uno ogni mille abitanti: è per questo che gli altri 999 non ci badano, convinti che a loro non toccherà mai. Ho concluso il libretto sul caso Iori, all’ergastolo definitivo con dimostrazioni alla sfera di cristallo et similia, per un omicidio impossibile da commettere a chiunque, con le cause di morte accertate; per un fine: raccontare come sia facile a qualsiasi dei 999 diventare l’uno.
Chi volesse, gratis, il libretto via mail, una settantina di cartelle, mi dia il suo indirizzo; i miei sono flcozzaglio@gmail.com cozzaglio.flaminio@alice.it
339 3599879 0372 431727 ———————————————
Border Nights-You Tube, una piccola emittente toscana, facilmente rintracciabile su internet, riporta la mia intervista del 21 ottobre 2016 sul caso Iori; qualche difetto, all’inizio manca l’audio (!), a volte le voci non sono perfette, ma credo d’esser riuscito a condensare bene ciò che scrivo da anni.

No responses yet

Next »