nov 19 2018

parola di salvini! 19 11 2018

Published by at 4:03 pm under costume,Politica nazionale

PAROLA DI SALVINI!
Al Corriere della Sera:
—«Se non mi fanno “saltare”, io vado fino in fondo» alle questioni economiche italiane perché ci «hanno votato per rimettere al centro le trasparenze, il denaro pubblico speso bene, e l’interesse dei cittadini». Secondo Salvini, «ci sono enormi interessi economici in ballo. Ovunque tu ti muova vai a toccare interessi economici stratificati da anni» perché si toccano «degli interessi sulle multinazionali, sulle lobby dei grandi settori come i tabacchi e i giochi».
Il vicepremier difende l’azione del governo in campo economico e punta il dito contro le «grandi multinazionali» e i commissari europei che avrebbero interessi particolari sull’Italia: «Hanno fatto il tentativo con la piccola Grecia — ha sottolineato, evocando il dissesto finanziario che colpì Atene nel 2010 e che portò all’arrivo della «troika» per gestire di fatto l’economia greca — e ora vogliono provare a fare il colpo grosso. Ma con noi non ci riescono». Per Salvini «l’economia italiana è sana» e altrettanto lo è il sistema creditizio. «Abbiamo uno dei risparmi privati più elevati al mondo — ha rimarcato — ed è lì che vogliono arrivare. E io vi do la mia parola d’onore che mai e poi mai metterò mano ai risparmi con una patrimoniale o con una tassazione di nessun genere».
Salvini ha risposto ironicamente a chi gli chiedeva del possibile arrivo di commissari Ue in Italia: «Li vado a prendere a Fiumicino con cappuccio e brioche». «L’Onu manderà i suoi commissari e l’Europa ce li manda per vedere come spendiamo i soldi degli italiani – aggiunge – ma ricordatevi bene che noi mandiamo a Bruxelles miliardi che non tornano indietro». Per poi aggiungere: «Quello che abbiamo fatto sull’immigrazione lo faremo anche in economia l’immigrazione è un fenomeno epocale. Eppure abbiamo ridotto gli arrivi: volere è potere»

Cremona 19 11 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.