lug 11 2018

la quintessenza della cremonesità-seicentotrentatre 10 07 2018

Published by at 4:23 am under costume,cronaca cremonese,Striscia La Provincia

LA QUINTESSENZA DELLA CREMONESITA’ – SEICENTOTRENTATRE
Da www.cremonaoggi.it, on line troppo dolce per scrivere chiaro e tondo ciò che nell’ambiente è noto: i pianoforti d’alto antiquariato Anelli, di Cremona, per andare in mostra, han dovuto chiedere ospitalità a Crema
—All’interno dell’applauditissimo concerto di Venditti, lunedì sera, c’è stato spazio anche per ricordare la tradizione dei pianoforti Anelli. E’ stato lo stesso cantautore romano a sottolineare a più riprese come tutte le sue canzoni fin dalle origini siano scaturite dalle note del suo Anelli verticale. Quasi un monito in una città che invece sembra avere dimenticato questo suo pezzo di storia—
La Provincia fin che c’è, domenica, pagina 25, lo scrive chiaro: Romolo ha un continuatore, metodi diversi ma guarigione garantita da distorsioni contratture e strappi; le medicine? Grasso di maiale maschio, acqua fredda e una ciotola di terracotta, senza queste tre presenze, il rituale di guarigione non può partire. Ma da sole non bastano, è necessaria un’invocazione, sempre la stessa: “Morti di san Vitale fatemi la carità di guarire”
La percentuale di guarigione è altissima, continua il giornale; domanda scontata: l’Ordine dei giornalisti ha nulla da dire? I lettori sì: tra notizie di questo livello e concorsi del cesso più pulito ogni mese calano.
Fiera: silenzio impenetrabile, i vincitori hanno vinto ma adesso che hanno vinto san più che pesci prendere; Libera, qualcosa si spiffera, il ritorno in azienda del non c’è mai previsto a breve.

Cremona 10 07 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.