lug 10 2018

la quintessenza della cremonesità-seicentotrentadue 09 07 2018

Published by at 7:50 am under costume,cronaca cremonese,Striscia La Provincia

LA QUINTESSENZA DELLA CREMONESITA’ – SEICENTOTRENTADUE
Dall’Inviato Quotidiano dei fratelli Salini, e ogni sincero tifoso di Forza Italia non può che esclamare: finalmente leggo le cose come stanno! sperando che i successori di Jotta e Bertusi non si limitino a occupare le loro poltrone………… —Sono quasi 200 le firme in calce al documento che chiede, in maniera chiara ed esplicita, un cambiamento di rotta per Forza Italia a livello provinciale. Sono firme di sindaci, amministratori, iscritti al partito eletti nei coordinamenti comunali. Un documento che è stato recapitato nei giorni scorsi al coordinatore regionale del partito Mariastella Gelmini, come atto finale di una disputa interna che si protrae da settimane, e che negli ultimi giorni si è ulteriormente inasprita a causa della polemica tutta cremonese che ha coinvolto il coordinatore cittadino Carlalberto Ghidotti. Un’analisi dettagliata e impietosa di ciò che non ha funzionato nella gestione del partito, e che si conclude con l’esplicita richiesta di cambiamento dei vertici provinciali— E poi una serie di eccetera uno più significativo dell’altro Dimostrazione di forza in piazza Stradivari di Padania Acque: l’acqua del rubinetto eccelle, da far paura agli imbottigliatori di mille fonti naturali (!), se troppi di noi cremonesi non avessero la puzza sotto il naso. Salvini non si deve sentire solo, il Pennadoro ce l’ha anche con Martina: —E’ invece tutt’altro che carismatico Maurizio Martina, l’uomo al quale ieri l’assemblea del Pd ha affidato il difficile compito di ricostruire il partito. Non ha brillato come reggente e tutto lascia presagire che la sua sarà una gestione scialba, anonima. E’ proprio ciò che non serve a un partito ridotto ai minimi termini, diviso e in evidente impaccio nel ruolo di forza d’opposizione— E’ incredibile come Zanolli Pennadoro Vittoriano s’accanisca senza motivo apparente contro chi gli passa davanti, anche per caso, e non abbia la minima volontà, nemmeno quando va al cesso, immagino, di specchiarsi: lui che cazzo di carisma ha, che gestione brillante ha assicurato al suo giornale in dieci anni di direzione, a cosa è servito se non a far perdere copie e pubblicità mese su mese? Non basta a definire il Martina? Ecco il seguito: —E’ naturale che a un segretario dalla personalità debordante, impositivo e autoritario come Matteo Renzi, ne seguisse uno di basso profilo, diafano e curiale nei toni e nei modi— Naturale; se lo stabilisce il Pennadoro……………..
Cremona 09 07 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.