giu 15 2018

memorie d’oltretomba 15 06 2018

Published by at 6:04 pm under Pubblica Amm.ne

MEMORIE D’OLTRETOMBA Dalla Stampa; Salvini, cui non assegneranno mai alcun Nobel, si limita a dire: senza arte né parte non entrino in Italia, o il più spiccio: prima gli italiani. Poi, siccome la moda d’oggi è negare esistano le razze, mi piacerebbe sapere com’è possibile essere razzisti…….. —Una patina d’insospettabile razzismo si deposita sulla memoria di Albert Einstein. Le dichiarazioni incriminate arrivano dai suoi diari di viaggio finora inediti scritti durante un tour asiatico tra il 1922 e il 1923. Einstein fa generalizzazioni radicali e negative ad esempio chiamando i cinesi “persone industriose, sporche, ottuse”. A svelare questa macchia nascosta è stato Zeev Rosenkranz. Il giudizio sui cinesi appare irrimediabilmente xenofobo e senz’appello. Il popolo viene definito «spesso più simile ad automi che a persone». «Sarebbe un peccato se i cinesi soppiantassero le altre razze: per quelli come noi, il solo pensiero è indicibilmente cupo», insiste più avanti. Nettamente più favorevole è invece l’impressione sui giapponesi, mentre lo Sri Lanka, viene liquidato come un’isola coperta «di grande sporcizia»: dove «la gente fa poco e ha bisogno di poco».
Cremona 15 06 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.