giu 06 2018

la quintessenza della cremonesità-cinquecentonovantanove 06 06 2018

Published by at 5:41 pm under costume,cronaca cremonese,Striscia La Provincia

LA QUINTESSENZA DELLA CREMONESITA’ – CINQUECENTO99
E’ Antonio Davò che spiega alla Provincia fin che c’è le ragioni della banca, indispensabile accetti il seggio nel consiglio di CremonaFiere:
—Il mio auspicio è quello che gli esponenti delle categorie economiche riflettano sull’opportunità di dare il proprio contributo affinché questa preziosa risorsa possa continuare a creare valore aggiunto per il nostro territorio—
Che vuol dire il Davò? Quando mai nei 15 quindici anni di Pivantonio la Fiera ha creato valore aggiunto, che intende per “contributo” delle categorie economiche che, è noto, non hanno, non vogliono investire neanche 10 euro a testa in Fiera? Ma le parole dopo tolgono ogni dubbio:
—Mi auguro che ventilate ipotesi di aggregazioni societarie, che potranno coinvolgere in futuro CremonaFiere, siano sottoposte ad attento vaglio e riflessione—
Ah, ecco, anche Davò aspetta il Messia, ventilato o non, e soprattutto che il Messia non vagli e rifletta troppo, prima di donare i soldi. La conclusione; rivolta ancora, immagino, a capitan Voltini, che soldi ne ha, e tanti, ma prima di spenderli vaglia e riflette davvero, come ogni buon imprenditore che si rispetti:
—La finalità della nostra azione, dato che a noi rappresentanti di categorie economiche ed enti è affidata la responsabilità di lavorare per il benessere e la crescita della nostra comunità, è il “costruire”, non il “dividere”—
I 15 quindici anni passati a dire signorsì a Pivantonio, senza controllare uno straccio di documento, tanto per ricordare l’Audi A6 di rappresentanza di cui nessuno sapeva nulla, di cui nessuno ha parlato dopo, il Davò li chiama “lavorare per il benessere e la crescita della nostra comunità”….. non una parola sui conti della Fiera, passata in un attimo da una magistrale amministrazione al bisogno assoluto di un socio con tanti soldi, che ovviamente non si trova!
Libera, ultime voci; mi dicono che i rivoltosi del consiglio son fedelissimi del: armiamoci e partite! per cui a parole, prima, almeno 40 su 36 rimanderanno il non c’è in cascina, al momento esatto invece avran cose più urgenti!
Caso Viola, attesa per la commissione vigilanza, che l’opposizione, se fatica a trovare il buon cammino, segua la Lega!

Rivolta 06 06 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.