apr 16 2018

terre benedette da dio 16 04 2018

Published by at 11:50 am under cronaca nazionale,golosità

TERRE BENEDETTE DA DIO
e faticate dagli uomini. Trovare un ligure che sappia vantarsi è la speranza di incontrare un milanese modesto; Agricoltura a mano, olio eccelso sugli scudi, vino meno esaltato, verdure e frutta si limitano alla comparsa in tavola; in altre parti d’Italia si diventa famosi, che so, per le ciliege!
Il Poggio, dove quest’anno Vincenzo Nibali ha dato la paga ai velocisti nella Milano Sanremo, Ceriana: qui ha vigne e uliveti Luca Calvini, premiato al Vinitaly in corso; da Il Secolo XIX, il primo quotidiano di Liguria:
—È l’azienda agricola Calvini di Sanremo la vincitrice, per la Liguria, della “Gran Medaglia di Cangrande”. Il prestigioso riconoscimento, destinato a un produttore benemerito della viticoltura italiana, è stato assegnato al Vinitaly di Verona. Ha ritirato il premio Luca Calvini. Ogni regione ha individuato un viticoltore che si è distinto nel corso dell’anno. Una dinastia legata alla terra, quella dei Calvini che già possedevano a fine Ottocento un frantoio e un molino nella valle di Bussana. A metà degli anni Novanta, il figlio Luca prende in conduzione il vigneto di famiglia a Ceriana (il paese più bello del mondo, n.d.r.), estirpando le vecchie varietà e reimpiantando il Pigato, La produzione è curata in maniera scrupolosa e s’incrementa notevolmente la superficie a vigneto, rilevando al Poggio di Sanremo un grande appezzamento di Vermentino.
Luca è affiancato dalla moglie Claudia e ora producono assieme: Vermentino, Pigato e Moscatello di Taggia, [è vitigno antico, praticamente scomparso, complesso ma capace di regalare grandi soddisfazioni, recuperato grazie alla caparbietà di alcuni produttori (Eros Mammoliti di Ceriana, l'ho già scritto? il paese più bello del mondo, n.d.r.) oggi riuniti in un’associazione] tutti Riviera Ligure di Ponente Doc.
Vino e olio extravergine di taggiasca. «Il riconoscimento – spiega l’assessore regionale all’Agricoltura Stefano Mai – premia un’azienda che ha saputo mantenere un forte legame con il proprio territorio. Il percorso dell’azienda è in continua evoluzione e comprende anche un frantoio: dal vino all’olio, come nella più radicata tradizione della Liguria di Ponente»—
Forte legame con il proprio territorio; se capitate dai Calvini, avranno, come ogni buon ligure di collina che si rispetti, frutta e verdura; insistete, tanto per vedere se ho torto a vantarle. Come un milanese.

Cremona 16 04 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.