gen 31 2018

la quintessenza della cremonesità-quattrocentoquarantanove 31 01 2018

Published by at 11:10 pm under costume,cronaca cremonese,Striscia La Provincia

LA QUINTESSENZA DELLA CREMONESITA’ – QUATTROCENTO49
Questa, data ieri da www.cremonaoggi.it, non è una notizia, perché l’edizione on line della Provincia fin che c’è non ne fa cenno: —Mancavano soldi dalle casse di quello che era il consorzio bonifica Naviglio Vacchelli , che si è fuso poi con il consorzio di bonifica Dugali e il consorzio di miglioramento fondiaria di secondo grado Adda Serio, dando vita al Dunas, con sede in via Ponchielli 5. L’episodio si è verificato poco prima della fusione dei tre enti avvenuta nel 2012. In sostanza gli agricoltori ogni anno pagano degli oneri al consorzio, per la manutenzione e la gestione delle opere e degli impianti di bonifica per garantire la sicurezza idraulica e del territorio e la salvaguardia dell’ambiente e, per i terreni agricoli, se richiesta anche per l’irrigazione. Ma parte di questi soldi non sono mai entrati nelle casse del consorzio. Tutto è stato scoperto dopo un controllo incrociato con quegli agricoltori che risultava non fossero in regola con i pagamenti al consorzio. Da li è stata scoperta l’irregolarità con un ammanco, sembra sotto i 100mila euro, riconducibile, secondo il consorzio, a un’impiegata-cassiera infedele. Eccetera—
Faccio tanti sinceri auguri al nuovo presidente del Dunas, Alessandro Bettoni, che abbia i normali problemi di amministrazione, anche pesanti e/o antipatici: mai più di questo tipo!
Tra la campagna elettorale e il Sistema Cremona a volte sono esausto, sempre le stesse palle! e allora mi rifugio a Campagna Amica che sta uscendo dal settore per consigliare modelli di vita, anche a chi l’Agricoltura interessa poco:
—Oscar Green 2017 premia le aziende più innovative. Da chi non si ferma davanti a pioggia e maltempo ma sfidando il mare e la concorrenza inaugura il primo take away marino con gli aperitivi direttamente in barca a chi crea i primi occhiali contadini realizzati con la lana di pecora e con un design moderno. Da chi ha inventato la prima ed esclusiva biovernice interamente ricavata dalla buccia di pomodoro che permetterà di verniciare le latte alimentari all’interno con elementi naturali e non più con la chimica a chi ha creare il primo jeans invecchiato nella paglia e strofinato costantemente per farlo consumare e dargli quel tocco di invecchiamento da Oscar. Da chi punta sul sociale scommettendo sul primo coliving contadino in cui condividere interessi e sogni attraverso la magia dell’agricoltura con la creazione di un bellissimo orto internazionale gestito da richiedenti asilo all’innovativa produzione di sale spray aromatizzato con erbe aziendali che permette contemporaneamente sia di salare che di aromatizzare in modo pratico e soprattutto con basso contenuto di sodio.
Sono questi i sei vincitori del concorso Oscar Green 2017, il premio per la creatività d’impresa dei giovani della Coldiretti che testimoniano l’eccezionale spirito imprenditoriale dei giovani agricoltori che con coraggio e passione sfidano la crisi e riescono a fare business—
A volte provo il rigurgito, la vita è qui, non tra le 20mila parole sul Rinascimento cremonese o la Via della Seta del Cilecca, o le Audi A6 di rappresentanza in Fiera di cui non si deve parlare perché ufficialmente non esistono………

Cremona 31 01 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.