gen 06 2018

la quintessenza della cremonesità-quattrocentoventiquattro 06 01 2018

LA QUINTESSENZA DELLA CREMONESITA’ – QUATTROCENTO24
Sarebbe incomprensibile l’ennesimo sfogo Libera sul caso Apa, il pressing inizia in aprile 2017, se non ci fossero, evidenti, altri motivi, il primo gli equilibri in Fiera, campo di battaglia del Sistema Cremona, compatto, in apparenza, nel respingere capitan Voltini e i suoi: sono troppo bravi, dunque potrebbero creare fastidi. Certo l’ultima uscita è pesante:
–I responsabili dello scandaloso scippo di Apa, perpetrato ai danni degli allevatori cremonesi, ai quali è stato sottratto un patrimonio di oltre sei milioni di euro in liquidità e che metteranno in vendita, o cederanno in affitto anche la sede, non sanno più come coprire il loro losco operato–
La diffamazione ha contorni che a volte sono incerti, ma sull’Apa il giudice ha già respinto tutti i ricorsi d’urgenza presentati da Confagricoltura e compagni, quindi, minimo, i giudici han lavorato tanto male o distratti da non accorgersi di scippo e losco operato….
Un esempio (dei tanti) che spiega quanto capisca Confagricoltura dei problemi che riguardano la professione dei soci; dal sito nazionale:
–Il crescente successo commerciale di questo settore ha spinto molte cantine italiane a mettersi in gioco con le bollicine, affiancandole ai prodotti tradizionali. Se fino a pochi anni fa era raro trovare spumanti prodotti con Metodo Classico fuori dalle denominazioni Franciacorta Docg, Trento Doc, Oltrepò Pavese Docg e Alta Langa Docg, oggi l’offerta si moltiplica velocemente un po’ in tutte le regioni. Anche i disciplinari delle Denominazioni si stanno adeguando e molte delle recenti modifiche hanno introdotto proprio la possibilità di produrre spumanti laddove fino a poco tempo fa non era permesso–
Tra un po’ avremo lo Champagne del Cortile o della spiaggia, col bel risultato, scritto nello stesso articolo del sito nazionale:
–In questo scenario l’Italia gioca un ruolo di primo piano collocandosi al primo posto nelle esportazioni in termini di volumi (43%), seguita da Spagna (22%) e Francia (21%). Anche se in termini di valori è la Francia a detenere la leadership con il 55%. Dietro Italia con il 23% e la Spagna con l’8%–
L’Italia esporta il doppio in bottiglie, ma ritorna meno della metà in incassi: è la perfetta filosofia del glifosato e dell’ogm, produci di più, la qualità va a puttane e il primo Paese del terzo mondo che fa lo stesso ci soffia il mercato perché i costi di produzione, per lui, sono una frazione dei nostri!
E’ la filosofia che regna da quelle parti, da Roma ai margini dell’impero. Ieri ho scritto a lungo dei numeri immensi che ogni anno fa il gruppo www.cremonaoggi.it; tra un po’ i giornalisti usciranno con la pubblicità dei clienti sulla maglietta per aver occupato ogni altro spazio; bene, accetto scommesse, Nolli Renzo in testa, quello che non c’è mai, e poi in fila tutti gli altri consiglieri, piuttosto che studiare i colleghi e adeguarsi, la notizia prima di tutto! lasceranno al Pennadoro l’incarico di ripetere, a uso e consumo dei cremonesi, per la 102ma volta! che la Provincia fin che c’è, carta e on line, è il giornale di riferimento del territorio. Poi fra di loro, in gran segreto ma in modo venga a saperlo fin io, si diranno che i numeri van male per colpa della crisi e che appena finisce si torna ai tempi di Pirondini eccetera; bene, www.cremonaoggi.it inizia a giugno 2011, in piena crisi: saranno capaci e soprattutto vogliosi, il non c’è e consiglieri, di questa semplice riflessione?

Cremona 06 01 2018 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.