giu 28 2017

piccola destra cremonese 28 06 2017

Published by at 10:16 am under costume,Politica cremonese

PICCOLA DESTRA CREMONESE
Certo, Chicco Zucchi ha perso al ballottaggio solo di un 5%, mentre nel 2012 Antonio Agazzi, che oggi vanta le preferenze 2017, era stato travolto, sempre dalla Bonaldi, al primo turno; c’è chi vince il Giro ma ci sono anche i vincitori di tappa, a ciascuno il proprio merito; ma resta il fatto che la Destra risorge in tutta Italia e a Crema, dove si poteva e doveva vincere, perde.
Luca Piacentini, sull’Inviato Quotidiano dei fratelli Salini:
–La verità è che il «modello Toti» non è altro che il «modello Lombardia», il «modello Berlusconi», il «modello ’94»: quello di una coalizione unita con un progetto politico chiaro e candidati credibili in grado di sbaragliare gli avversari. E’ così difficile da applicare a livello nazionale?–
Io aggiungo: e un paio di idee totem false e spacciabili, come fanno a sinistra.
Ma i responsabili della sconfitta, amara, sono solo gli amici di Crema? I segretari provinciali, partendo da Forza Italia, se la cavano con il classico: io non c’ero, e se c’ero dormivo? E se dormivano, i segretari regionali dormono tanto anch’essi da non accorgersene?

Cremona 28 06 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.